Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione serie TV: Council of Dads- 1×09-“Stormy Weather”

Recensione serie TV: Council of Dads- 1×09-“Stormy Weather”

Stormy Weather

Progetto grafico a cura di Vita Firenze

Ciao a tutti, amanti delle serie TV!

L’episodio precedente si conclude con Lu che combina un guaio cui cerca disperatamente di porre rimedio, ma senza successo. La riappacificazione con Anthony l’ha aiutata a venire a patti con i propri demoni e la giovane completa il suo personale atto di purificazione, scrivendo nel suo blog una simbolica lettera al padre Scott che si rivela poi essere una dedica a ognuno dei suoi papà.

Purtroppo, il pezzo rivela anche che: “sarai sempre il mio papà, ma non sei mio padre”.

La ragazza, dopo aver parlato con Robin, aveva accettato di cancellare online l’articolo, ma esso era già stato condiviso da un utente per finire pubblicato sul giornale locale.

Ahi Lu, adesso sì che sei nella m****!

Un temporale sta per abbattersi sulla famiglia Perry? Avremo modo di scoprirlo.

Nel frattempo, Savannah sta per essere investita realmente da un uragano; Robin, Theo, JJ e Charlotte devono lasciare la loro casa a Tybee Island e si trasferiscono in città presso Oliver e Peter che stanno ospitando anche una ragazza madre che ha deciso di dare loro il bambino in adozione.

Non mancheranno una rivelazione shock e fiumi di lacrime.

Lu arriva al Crab Shack mentre Margot e Larry stanno mettendo in sicurezza il locale e si offre di mettere a disposizione la sua abitazione per i cittadini che sono costretti a lasciare la propria. Tra gli ospiti ci saranno anche la figlia e la nipotina di Larry; quest’ultimo ascolterà di nascosto le confessioni della donna, permeate di dolore per le numerose delusioni subite. Capiremo che la scelta di tagliare i ponti con il padre non è stata determinata dall’odio, ma dal profondo amore tradito che l’ha costretta a una scelta drastica.

Intanto Anthony prosegue con la sua vita solitaria a Las Vegas, ma le notizie dell’imminente uragano a Savannah lo riportano con i pensieri alla sua famiglia e la preoccupazione per le persone che ama lo attanaglia.

Lu ci ha visto proprio giusto stavolta. Per quanto l’uomo cerchi di scacciare questo pensiero e di punirsi più del necessario per gli errori commessi, dentro di sé sa di essere un papà. Che cosa può fare però a fronte di un simile evento catastrofico?

Buona visione e alla prossima.

Fulvia Elia

Avatar

Lascia un Commento