Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Chicago Med – 05×14 – “It May Not Be Forever”

Recensione Serie Tv: Chicago Med – 05×14 – “It May Not Be Forever”

Guess it Doesn't Matter Anymore

Progetto grafico a cura di Teresa

Will continua a mantenere il doppio impegno tra ospedale e centro di assistenza per tossicodipendenti. E lì incontra di nuovo la dottoressa Asher, la ginecologa con la quale si era scontrato, dopo che, qualche tempo prima, proprio al centro l’aveva salvata da un’overdose.

Will, infatti, ha chiesto alla collega di disintossicarsi e di sospendere l’esercizio della professione medica per il tempo necessario a curarsi. È preoccupato che la donna possa lavorare mentre si trova sotto l’effetto degli stupefacenti.

Riesce, quindi, a strappare alla collega la promessa di recarsi insieme, la mattina successiva, all’anonima tossicodipendenze, ma il giorno dopo Will attende invano! La donna, infatti, non si fa vedere.

Arrivano in ospedale due coniugi che hanno avuto un incidente d’auto. Crockett, che segue il marito, si accorge immediatamente che costui è in gravi condizioni. L’uomo ha un’emorragia interna e una gamba maciullata. Natalie Manning si occupa invece della moglie, che era alla guida del veicolo e che, tutto sommato, sta discretamente. Una visita più accurata però rivela dei vecchi lividi giallastri sulla schiena della paziente. Natalie e l’infermiera sospettano immediatamente che la donna sia vittima di abusi da parte del marito, ma lei nega e Natalie lascia cadere la cosa, momentaneamente.

Ethan e April si occupano di un bruttissimo caso di allergia. Si tratta di una giovane coppia di sposi, molto felici considerato che non riescono a smettere di baciarsi o toccarsi nemmeno per un momento! La donna ha un terribile eritema che le copre gran parte del corpo. Si tratta evidentemente di un’intolleranza e così Ethan comincia con le cure e gli esami del caso.

Il dottor Lanik e la praticante Curry si occupano di un caso particolare. Si tratta di un bambino, in coma da cinque mesi a causa di una caduta dalla bicicletta. In realtà nessuno sa di preciso cosa abbia provocato questo stato vegetativo. Il bimbo è in respirazione assistita e, ovviamente, è incosciente. La madre, che si occupa di lui insieme al suo compagno, lo ha portato in ospedale a causa di una lesione da decubito.

Durante l’intervento al marito della coppia che ha avuto un incidente, Crockett si accorge che la situazione della gamba è peggiorata moltissimo. C’è una cancrena in corso e se non si provvederà all’amputazione, l’uomo rischia seriamente di morire.

Crockett decide quindi di chiedere alla moglie il permesso di amputare ma la donna, spaventatissima dall’eventuale reazione del marito alla sua decisione, non riesce a prendere una posizione. Natalie interviene e rivela a Crockett i suoi sospetti. I due decidono quindi di rivolgersi alla Goodwin in modo tale da sollevare la donna, chiaramente incapace di scegliere poiché terrorizzata dal marito, dal peso della decisione. Mentre Crockett sostiene che la scelta spetta comunque alla moglie, Natalie è convinta che la donna sia troppo succube del marito e delle proprie paure per poter decidere nel modo giusto. Sarà quindi un comitato etico a pronunciarsi sulle sorti dell’uomo.

Curry si accorge che il bambino in coma ha strani movimenti. Per esempio, se gli viene sollevata una gamba, questa non ricade ma resta in alto. Incuriosita dalla stranezza, la ragazza decide di chiedere l’aiuto dello psichiatra. Il dottor Charles, dopo il controllo, ammette che il caso è particolare.

Lanik, però, si arrabbia con la praticante per aver contattato un altro medico e fa di tutto per far dimettere il bambino appena possibile. Lo psichiatra, però, prende in mano la situazione e parla ai genitori del piccolo. Potrebbe non trattarsi di coma ma di catatonia, una malattia del tutto diversa. I due decidono quindi di far ricoverare il figlio per ulteriori indagini.

April entra nella saletta del PS e trova i due neosposi impegnati a fare sesso! Si ritrae immediatamente anche se non riesce a trattenersi dal raccontarlo a Maggie, la quale, dal canto suo, è felice che qualcuno, in un ambiente così ostile, riesca comunque a essere felice!

Purtroppo, però, la situazione peggiora nel giro di poco e la ragazza va in shock anafilattico. Ethan non riesce a spiegarsi il motivo di questa nuova crisi, ma quando la sua fidanzata gli racconta che i due avevano appena finito di avere un rapporto, ha un dubbio e decide di eseguire degli esami anche sul marito.

Il dottor Charles, come prima cosa, decide di staccare il bambino dal respiratore; se la diagnosi fosse veramente di catatonia, la respirazione dovrebbe riprendere autonomamente nel giro di poco tempo e infatti, fortunatamente, così avviene. Si tratta adesso di capire le cause che hanno portato a questo stato di cose. Lo psichiatra comincia quindi a indagare, insieme alla praticante, sullo stato della famiglia.

Il comitato etico decide per l’amputazione della gamba e, dopo l’intervento, l’uomo viene portato nella camera, dove lo attende la moglie. Sia Sharon che Natalie consigliano alla donna di rivolgersi ai servizi sociali per chiedere aiuto e allontanarsi dal marito violento. La donna alla fine acconsente.

Le verifiche effettuate da Charles rivelano che, molto probabilmente, la condizione del piccolo catatonico dipende da un forte shock emotivo. Qualche settimana prima dell’incidente in bici, infatti, la macchina del compagno della madre, che è un poliziotto in forza all’antidroga, era stata data alle fiamme come vendetta per alcuni arresti da lui eseguiti. Charles è convinto che il bambino, terrorizzato dalla situazione, in qualche modo sia caduto vittima dell’attacco catatonico. L’uomo si sente fortemente in colpa e decide di allontanarsi, pur amando il piccolo come un figlio. Il dottor Charles, però, gli consiglia invece di fare un percorso di terapia psicologica proprio insieme a quello che lui ormai considera il proprio figlio.

E infatti, a riprova della corretta diagnosi di Charles, il bambino si risveglia da solo dopo qualche ora.

Ethan ha avuto un sospetto che si è rivelato corretto. La neosposa è tragicamente allergica al seme del marito! Finora il problema non si era posto in quanto i due usavano il profilattico, ma adesso che stanno cercando di concepire, lo sperma è diventato una minaccia terribile! Ethan consiglia alla coppia di tornare al profilattico e di rivolgersi a un centro per la fecondazione assistista per l’eventuale ricerca di un figlio.

Natalie viene chiamata d’urgenza nella camera dell’uomo amputato. Al paziente è stato staccato il respiratore e di conseguenza, nonostante tutti gli sforzi della dottoressa, viene dichiarato morto dopo pochi minuti. Ma chi ha staccato il respiratore? Nella camera insieme all’uomo c’era solo la moglie. Natalie capisce che la disperazione e il terrore hanno avuto la meglio e la povera donna ha deciso di uccidere il marito. Alla luce dei fatti, Sharon sospetta addirittura che la poveretta abbia deliberatamente provocato l’incidente, nella speranza di liberarsi di lui, anche a rischio di mettere a repentaglio la sua stessa incolumità.

Crockett è molto deluso e, discutendo con Natalie, rimprovera alla collega di aver tolto alla donna la decisione che avrebbe potuto evitare un così tragico epilogo. Infatti, la moglie aveva chiesto del tempo per decidere e Crockett ritiene probabile che l’uomo sarebbe morto da solo a causa della cancrena. Invece la decisione è stata presa dal comitato etico e, probabilmente, la donna non ha retto al terrore per il suo futuro.

Insomma, possiamo dire che, ultimamente, Natalie, pur avendo le migliori intenzioni, non ne combina una giusta! Crockett, invece, mi sta diventando sempre più simpatico!

Alla prossima!

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

Bella Mrs America 1x07

Recensione Serie Tv: Mrs America – 1×08 – “Houston”

Bello, bello, bello. Questo episodio, intitolato “Houston”, in ...