Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: Chicago Med – 05×10 – “Guess it Doesn’t Matter Anymore”

Recensione Serie Tv: Chicago Med – 05×10 – “Guess it Doesn’t Matter Anymore”

Guess it Doesn't Matter Anymore

Il rientro dalla pausa natalizia ha una triste nota: è morta Cece, la moglie del dottor Charles. Vediamo infatti il medico al cimitero portare le rose all’amore della sua vita.

Ben e Maggie sono in ospedale, dove Maggie comincerà la radioterapia. Il medico di Ben li raggiunge e dà all’uomo una meravigliosa notizia: il cancro è in remissione! Dopo la sua battaglia contro il morbillo, il sistema immunitario dell’uomo ha avuto una botta di vita e ha deciso di combattere anche il tumore.

La situazione tra Will e Natalie, dopo quanto è successo, è molto tirata. In un ennesimo tentativo, Natalie chiede all’ex fidanzato di tornare perlomeno amici e Will accetta di buon grado.

April invece, dopo il bacio scambiato con il dottor Crockett, è disperata: una parte di lei vorrebbe rivelare a Ethan quanto è successo, ma sia Crockett che, in un secondo momento, Maggie le consigliano di riflettere: se veramente il bacio è stato di poca importanza, dato in un momento di profondo scoramento da parte di April, vale la pena mettere in gioco il suo rapporto con il dottor Choi per una cosa così secondaria?

Il rapporto tra April e il dottor Crockett resta comunque molto teso, al punto che, seguendo lo stesso paziente, un uomo con un trauma addominale, April sconsiglia all’uomo la laparoscopia esplorativa che invece Crockett suggerisce, mettendo il paziente tra lei e il chirurgo.

Arriva in PS una vecchia paziente del dottor Will insieme a suo figlio. Il bambino ha un’ustione sul collo del piede. Natalie, guardando la donna, sospetta che sia sotto effetto di qualche sostanza. Will riesce a convincere la madre del bimbo a farsi visitare e in effetti la donna ammette di essere dipendente da forti antidolorifici in seguito a un incidente, seguito, a suo tempo, proprio dal dottor Halstead.

Mentre Natalie si occupa di curare il bambino, Will, che si sente in colpa verso la madre, le suggerisce, onde evitare di perdere la custodia del figlio, di sottoporsi a una cura disintossicante shock.

La giovane praticante Elsa è alle prese con un caso psichiatrico che la fa disperare. C’è una giovane donna che soffre di attacchi di panico e la dottoressa chiede un consulto al dottor Charles, ma il medico, troppo affranto dal dolore per la recente perdita, liquida la ragazza con poche parole, lasciandola senza aiuto.

La situazione dell’uomo vittima di incidente peggiora drammaticamente e il dottor Marcel Crockett si trova costretto ad un intervento di emergenza in seguito alla copiosa emorragia interna. Se il paziente non fosse stato mal consigliato da April, l’intervento sarebbe potuto avvenire prima in circostanze molto migliori. April si trova a considerare che, nel suo problematico rapporto con il chirurgo, ha messo a repentaglio la vita di un paziente!

Natalie viene a scoprire che il bambino che ha curato per l’ustione si occupa di sua madre in un modo che è difficile capire. Il bimbo, che ha circa una decina di anni, ha nello zaino il Narcan, un antidoto agli stupefacenti ed è perfettamente in grado di somministrare a sua madre il medicinale in caso la donna vada in coma dopo abuso di droga. Natalie è sconvolta e, contravvenendo al patto che aveva stipulato con Will, che le aveva chiesto di dare alla madre la possibilità di disintossicarsi, avverte i servizi sociali.

La paziente di Elsa viene dimessa, ma proprio mentre sta per uscire dal PS, ha un nuovo attacco, la gola le si stringe, la donna non riesce più a respirare e sviene. Questa volta il dottor Charles, forse in preda ai sensi di colpa, decide di collaborare con Elsa e consiglia altri esami, in quanto l’incidente gli fa dubitare della diagnosi di attacco di panico. Infatti alla donna viene diagnosticata una malattia che va curata con antistaminici e non con tranquillanti!

All’arrivo in ospedale dei servizi sociali, la madre del ragazzino, certa che perderà il figlio si dà alla fuga. Will è sconvolto e non accetta spiegazioni da parte di Natalie.

L’intervento del dottor Crockett riesce e il paziente migliora. April, ancora sconvolta dalla responsabilità dei fatti avvenuti, torna a casa. Lì, dopo poco, viene raggiunta da Ethan, in anticipo di un giorno rispetto alla data di ritorno. Il medico chiede ad April di sposarlo e la donna rivela finalmente che ci sono pochissime possibilità che riesca ad avere un figlio da lui. Ethan rimane sconvolto dal fatto che April si senta indegna di lui per questo motivo e le dichiara il suo amore e il suo proposito di volerla sposare in ogni caso.

La madre del bambino affidato ai servizi sociali viene trasportata in ospedale in stato di overdose e, nonostante tutti i tentativi da parte di Will, viene dichiarata morta.

Che succederà adesso? Se da una parte posso capire il bisogno di Natalie di proteggere il bambino, il risultato è stato il peggiore possibile in quanto adesso il bimbo non ha più genitori. Credo che Will consideri il comportamento di Natalie come un tradimento del patto fatto tra loro e chiaramente il tentativo di tornare a essere amici mi sembra già abortito.

Mi domando inoltre che succederà qualora Ethan venga a scoprire del piccolo bacio tra April e Marcel…

Alla prossima!

 

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento