Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie Tv: Chicago Fire – S07e13 – “The Plunge”

Recensione serie Tv: Chicago Fire – S07e13 – “The Plunge”

Chicago Fire – S07e13 – “The Plunge”

Chicago Fire - S07e13 – “The Plunge”

 

Buongiorno a tutti. Pronti per una nuova puntata di Chicago Fire?

Tutto è tranquillo alla stazione 51. Cruz è entusiasta della notizia che, anche quest’anno, si farà il tradizionale tuffo nel lago Michigan (ovviamente in inverno, sennò che gusto c’è? 😉 )

Immediatamente, Otis e gli altri cominciano a fare piani per prepararsi all’evento, Stella propone di mangiare fuori durante i turni e Otis stesso, che ha un cugino in qualche sperduta parte della ex Unione Sovietica, raccomanda docce fredde. L’unica che si tira fuori immediatamente è Emily, che dichiara tranquillamente che lei queste cose non le fa, e basta!

Arriva la prima chiamata e tutti partono. Durante il tragitto, Herrmann si accorge che una macchina  li segue da vicino e gli sta praticamente appiccicata addosso. Dopo poco, però, l’autopompa si trova costretta ad una brusca frenata, la macchina dietro è troppo vicina e per scartare finisce contro alcune auto parcheggiate.

Herrmann e gli altri si fermano a prestare soccorso. L’auto è guidata da un ragazzo molto giovane, spaventatissimo, il quale non è abbastanza lucido da capire cosa sia successo. Purtroppo però anche la pompa della benzina del veicolo è compromessa e nel giro di poco la situazione diventa veramente pericolosa.

Herrmann si lancia nell’abitacolo e riesce ad estrarre il ragazzo subito prima che l’auto prenda fuoco, ma il ragazzo, gravemente ferito, non si lascia intubare ed Emily è costretta a praticargli un’iniezione di un potente anestetico.

A casa, ancora scosso da quanto è successo, Herrmann ha un grosso litigio con il figlio, che ha danneggiato l’auto durante una manovra. Il pompiere urla contro di lui e contro la moglie, che ha preso le parti del figlio, accusandoli di non capire la gravità della cosa e le conseguenze possibili.

Finalmente si riesce a portare la giovane vittima in ospedale. Qui Emily incontra il suo stalker, il medico con cui era uscita una volta e che da allora non la lascia in pace. L’uomo non perde occasione per ripetere le sue avance.

Emily rifiuta per l’ennesima volta e racconta a Sylvie che sta ricevendo da qualche giorno strane telefonate anonime.

Più tardi il medico si presenterà anche alla stazione per cercare nuovamente di ripianare le cose e, di nuovo, Emily si trova costretta a rifiutare.

Matt e Kelly sono tornati a vivere insieme. Il più viveur dei due (indovinate chi è?) propone all’altro una serata in giro per locali. Matt accetta e si apre per lui il nuovo mondo della Chicago notturna!

In stazione fervono i preparativi per il tuffo. Tutti sono pronti con suggerimenti, azioni e altri esperimenti che li abituino all’acqua gelata. Persino Mouch, che non è proprio un ragazzino, si fa avanti con idee!

Emily e Sylvie vengono chiamata in ospedale. A quanto pare, qualcuno ha fatto osservazioni sul loro operato degli ultimi mesi. Sylvie realizza che i soccorsi, di cui la commissione sta chiedendo conto, sono tutti posteriori all’arrivo di Emily in squadra e comincia a sospettare che lo stalker di Emily stia cercando vendetta.

Le ragazze, al ritorno, espongono tutta la situazione a Boden, il quale dichiara a Emily che tutta la squadra è con lei e sono pronti ad accorrere in sua difesa. La donna, ultima arrivata in stazione, non riesce a credere alle sue orecchie.

La lunga notte di Matt e Kelly è cominciata. I due, che entrano in un locale grazie alle amicizie di Kelly, si separano quasi subito e Matt cerca di adeguarsi e divertirsi in un mondo che gli è un po’ estraneo. Al mattino dopo, davanti ad un caffè rivelerà a Kelly che comincia a sentirsi un po’ troppo vecchio per quel tipo di nottate, ma viene interrotto dalla ragazza che Kelly si è portato dietro. Si vede che è l’unico che si sente troppo vecchio… il buon Kelly ancora regge bene il ritmo!

I vigili vengono chiamati di nuovo da una donna che sta cercando di mettersi in contatto con il suo inquilino, senza successo. Una volta sfondata la porta, la squadra trova l’uomo, completamente gelato, immerso nella vasca da bagno. Tutte le finestre sono aperte e la temperatura è sotto zero. L’uomo non ha battito cardiaco, ma Emily cerca in tutti i modi di farlo rivivere, convinta che la bassa temperatura abbia protetto il cervello. Quindi lo sottopone ad una lunga sessione di respirazione artificiale e massaggio cardiaco che ottiene l’effetto sperato e l’uomo riprende conoscenza. Grande Emily!

In ospedale, dove hanno accompagnato il paziente, Emily incontra il dottor Charles, il suo stalker e lo affronta pubblicamente davanti a tutto il personale, accusandolo di cercare vendetta per essere stato rifiutato, minando la professionalità della donna. Il medico la insegue fuori dall’ospedale, accusandola a sua volta ma, dopo poco, tutta la squadra di Emily si presenta compatta e il medico capisce di essere andato troppo in là nel suo desiderio personale di vendetta.

Herrmann si riappacifica con la moglie e il figlio, dopo aver parlato con il padre del ragazzo che ha salvato. Si rende conto di aver reagito esageratamente, preoccupandosi che anche al figlio potesse succedere qualcosa come al ragazzo vittima dell’incidente e di aver accusato lui e la moglie di leggerezza e superficialità per paura.

Finalmente arriva il giorno del “plunge”, il tuffo nelle acque gelate del lago Michigan. Persino Emily, riconoscente per quanto la squadra ha fatto per lei, è pronta. E infatti, dopo poco, eccoli tutti pronti per il bagno ghiacciato!

Puntata divertente. Speriamo che per non rendere più spessa la trama, non si inventino qualche disgrazia!

 

Alla prossima!

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Una Serata al Cinema: The Avengers – Endgame

SCHEDA TECNICA: DATA USCITA: 24 aprile 2019GENERE: Azione, ...