Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie tv: Chicago Fire 7×22 “I’m Not Leaving You”

Recensione Serie tv: Chicago Fire 7×22 “I’m Not Leaving You”

Signore e signori, eccoci all’ultima puntata della stagione.

Non c’è niente da fare, Kelly non riesce a stare lontano dal caso dell’incendiaria. Ogni minuto libero viene passato a scorrere tutta la documentazione, tutti i rapporti, di nuovo e di nuovo fino a quando Stella non decide di dare una mano al suo ex fidanzato e aiutarlo. L’uomo all’inizio nicchia un po’, ma alla fine si convince!

Herrmann ha deciso di insegnare a Ritter come si fa a prendere in giro la gente. La nuova recluta è troppo amichevole e rispettosa, ma Herrmann è sicuro di riuscire ad insegnargli ad essere meno serio.

Il primo soccorso arriva direttamente in stazione 51: un’auto si schianta contro il muretto e al suo interno, alla guida, c’è un ragazzino di 11-12 anni! La madre, seduta dietro, è in travaglio e ha chiesto al figlio di guidare l’auto fino alla stazione dei pompieri, certa che avrebbe ricevuto aiuto! (Ma io dico, usare il cellulare, no?)
E in effetti, Sylvie ed Emily si precipitano e fanno partorire la donna, poi, una volta che si sono accertate che sia la madre che la neonata stiano bene, portano tutte e due in ospedale. Matt, che da qualche tempo non riesce a togliere gli occhi di dosso a Sylvie si offre di portare il bambino con l’autopompa.

Kelly ha fatto qualche progresso nelle sue indagini private. Ha trovato l’indirizzo dell’ex-marito dell’incendiaria, la quale per tutta la durata del matrimonio non ha mai avuto la tentazione di appiccare il fuoco. Quindi Kelly, insieme a Stella, decide di andare a trovarlo: forse l’uomo ha in mente qualche posto dove la ex-moglie possa essersi nascosta.

Boden chiede a Matt di accompagnare lui e la moglie ad una serata formale, insistendo perché l’uomo venga con una partner. Matt ha già qualcuno in mente, ma tutte le volte che prova a chiedere a Sylvie, qualcuno o qualcosa li interrompe!

I pompieri vengono chiamati per un’auto in fiamme in un campetto da volley. Kelly si accorge che nell’auto c’è ancora una donna viva, ma spirerà poco dopo, prima che riescano a spegnere l’incendio. L’auto è di proprietà della nostra incendiaria, sembra quasi che la donna abbia deciso di farla finita, ma Kelly sospetta che si tratti di una messinscena e chiede all’OFI di verificare le impronte dentarie.
Infatti, come si scoprirà poco dopo, la vittima è una povera tossicodipendente, già conosciuta alla polizia: un’altra morte sulla coscienza dell’incendiaria!

Herrmann non dà requie a Ritter, costringendolo a prendere in giro anche Sylvie, proprio mentre il povero Matt si stava accingendo a chiederle finalmente di uscire! Anche questa volta il destino è contro di loro!

L’ex marito dell’incendiaria dichiara di non sapere dove si trovi la donna. L’uomo è chiaramente spaventato e Stella, con molta dolcezza, gli racconta della sua precedente storia con una persona con grandi problemi, che era diventato poi uno stalker e alla fine si era ucciso davanti a lei. Mentre Stella parla gli occhi dell’uomo continuano a girarsi verso una porta alle sue spalle e Kelly capisce che la donna si trova nella casa in quel momento.

I due si alzano per cominciare a cercare e Stella riesce a trovare la donna in una camera mentre sta per fuggire dalla finestra. Purtroppo viene ferita da un coccio di vetro usato come arma e sarà solo grazie a Kelly, che riuscirà a bloccare la donna, che la situazione si risolverà.

Finalmente il nostro caposquadra sarà in grado di consegnare alla giustizia un’assassina, la donna che suo padre ha cercato per tanti anni.

Quella sera da “Molly’s” sono tutti pronti per festeggiare Stella e Kelly ma, mentre la prima arriva per il suo turno, del secondo non c’è traccia. C’è però Kyle, che rivela a Sylvie che gli è stata offerta la posizione di direttore di una squadra di ricerca. La ragazza lo abbraccia per congratularsi e, ovviamente, Matt li vede ed equivoca tutta la situazione. Kyle racconta a Sylvie che dovrà trasferirsi immediatamente fuori Indianapolis e quando dice a Sylvie il nome del posto dove andrà a stare la ragazza non può trattenere la sorpresa: si tratta di una paese vicinissimo a quello dove lei è nata! Incredibili le coincidenze! Entrambi restano colpiti da quante cose hanno in comune.

Kelly non è venuto da “Molly’s” e quindi Stella decide di andare a cercarlo. L’uomo si è rifugiato nel vecchio cottage di suo padre, un posto che, in prima battuta, Kelly aveva deciso di sgomberare e vendere. Quando Stella arriva, Kelly la accoglie sulla porta e le dice: “Hai diritto ad un uomo migliore di me”, ma poi aggiunge: “ho deciso di diventare io quell’uomo”. I due si baciano, finalmente riuniti.

Arriva alla stazione 51, molto trafelato, il nostro cappellano Kyle. L’uomo ferma Sylvie dicendole che deve parlarle di una cosa molto importante. La ragazza ascolta, un po’ perplessa, ma succede qualcosa di straordinario: l’uomo si inginocchia davanti a lei e le chiede di sposarlo!!! (questa è una scena che deve piacere molto agli americani!).

Matt assiste attonito e capisce di aver perso Sylvie ancora prima di averla avuta!

Ecco una nuova chiamata alla stazione 51: Un capannone è in fiamme e non appena le squadre entrano si accorgono immediatamente che la situazione è molto più grave di quanto non si pensasse. Infatti, nel sotterraneo, purtroppo quasi inaccessibile a causa del rogo, sono stipate moltissime persone, probabilmente senzatetto in cerca di riparo e ci sono molti feriti intossicati dal fumo! Sarà un’impresa epica evacuare l’edificio!

Mano mano che le squadre di soccorso arrivano sul luogo, vengono distribuiti i compiti da Boden: qualcuno si dovrà occupare del triage, altri dello sgombero, altri dello spegnimento del fuoco. Purtroppo Matt, che si trova nel sotterraneo, nonostante gli aiuti, non riesce neppure a controllare il flusso delle persone che, spaventate dalle fiamme, si accalcano sulla scaletta che li porta al piano successivo(ma mettere 2 scale?).

Herrmann e il suo fido Ritter nel frattempo si stanno occupando, insieme ad altri, di spegnere le fiamme con gli idranti. I due però incappano in una spiacevolissima situazione: dietro ad una porta, infatti, ci sono dei macchinari in pressione che, a causa delle fiamme, si sono scaldati eccessivamente e il rischio di esplosione è altissimo.
In prima battuta Herrmann chiede a Ritter di farsi indietro e lasciarlo da solo, ma Ritter si rifiuta, anzi chiede a sua volta all’amico di andare via. Insomma: i due cercano di salvare uno la vita dell’altro senza successo. Le fiamme sono sempre più alte e il momento dello scoppio si avvicina inesorabilmente…

Insomma questo finale di stagione ci lascia in sospeso! Che succederà? Saranno in grado Herrmann e Ritter di salvarsi dall’esplosione? E Sylvie, ha davvero accettato di diventare la moglie di Kyle e seguirlo ad Indianapolis? Lo sapremo nella prossima stagione!

Buona estate!

Teresa

Teresa
x

Check Also

Stormy Weather

Recensione serie TV: Council of Dads- 1×09-“Stormy Weather”

Ciao a tutti, amanti delle serie TV! L’episodio ...