Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie TV: Chicago fire 6×11 “Law of the Jungle”

Recensione Serie TV: Chicago fire 6×11 “Law of the Jungle”

Bella puntata, con tanta azione!

La situazione tra Kelly e Grissom è tesa. L’uomo vorrebbe per Kelly più riconoscimenti e accusa il figlio del suo amico di non avere ambizioni ma Severide ama quello che fa ed è felice così.

Anche la sua situazione con Stella non è molto ben definita. E’ evidente che gli dà fastidio che la sua coinquilina esca con Zach (il pompiere del reparto rischi ambientali) ma entrambi girano intorno alla cosa, senza venirne a capo.

La prima chiamata arriva per un grave incidente: una camionetta che trasportava un detenuto è andata a sbattere contro un pilone. Quando i nostri eroi arrivano, il veicolo ha preso fuoco nella parte anteriore. Il soccorso al poliziotto alla guida è molto difficoltoso. Kelly vorrebbe sfilarlo via velocemente ma Matt chiede cautela in quanto l’uomo potrebbe avere una frattura alle vertebre e in quel caso, qualsiasi spostamento ne provocherebbe immediatamente la morte.

Il prigioniero all’interno della camionetta, approfitta dell’occasione per sferrare calci alla grata che divide l’abitacolo con la cella, colpendo ripetutamente l’autista. I soccorsi si fanno sempre più urgenti e nel frattempo il detenuto viene liberato ma appena fuori tenta la fuga. Sarà Kelly a sbarrargli il passo.

L’autista è gravissimo. Matt, al ritorno in stazione, chiede a Gabby se, secondo lei, sarebbe stato meglio estrarlo subito, come Kelly aveva suggerito, ma la donna non può rispondergli con certezza.

Grissom arriva e immediatamente cerca di capire se l’idea di ritardare la rimozione del poliziotto sia stata di Matt o Kelly. Kelly fa fronte comune con l’amico. Matt viene chiamato da Boden e Grissom lo accusa di aver effettuato un cattivo servizio e fa intendere che lo abbia saputo da Kelly. Purtroppo nel frattempo, arriva la notizia che l’uomo è morto.

Matt, addolorato e arrabbiato affronta Kelly ma l’amico gli dice che lui non ha rivelato nulla a Grissom. Lo stesso Grissom, ammetterà con Boden, di aver volontariamente messo i due uno contro l’altro (ma che str**zo è sto tizio?)

Herrmann porta la figlia alla stazione per la giornata del papà ma invece di mostrarle tutto la fa sedere davanti alla televisione. Alle rimostranze dei colleghi ammette di non volere che la figlia si appassioni ad un lavoro così pericoloso.

Ma la ragazzina vede di sfuggita la moglie di Mouch, poliziotta, e riesce a convincere la madre a iscriverla ad una giornata nella polizia. Povero Herrmann, caduto dalla padella alla brace!

Alla stazione arrivano i colleghi della guardia carceraria ed uno di loro, alterato dal troppo alcool, accusa Matt e gli altri di non aver voluto salvare il loro amico. Matt, già depresso di suo, la prende molto male.

Gabby regala a Sylvie due biglietti per la spa, in quanto lei e Matt andranno alla veglia funebre dell’autista morto. Sylvie finisce con l’invitare Cruz ma Otis ascolta e sconsiglia vivamente l’amico di partecipare alla serata. Infatti qualche ora più tardi, vediamo Sylvie in attesa, un po’ preoccupata per la piega della situazione, perché teme che Cruz veda l’invito come una cosa romantica, ma, sorpresa delle sorprese, sarà Mouch ad apparire, in un elegante accappatoio 😉 È chiaro che Cruz ha deciso di lasciar perdere.

Stella e Zach escono di nuovo. L’uomo è molto curioso del rapporto che c’è tra lei e Kelly (peraltro Stella aveva già mentito a Zach, per il mancato appuntamento, dando come scusa un’emicrania quando, in realtà, era andata al party di beneficenza con lo stesso Kelly). La donna sembra non voler rispondere alle domande e cerca di cambiare discorso ma, alla fine, ammette che la situazione tra lei e Kelly non è proprio chiarissima.

La nuova missione di soccorso rimette le carte in tavola per tutti. Un’esplosione in una fabbrica, dovuta ad una fuoriuscita di gas, costringe la squadra di Matt e quella di Kelly ad arrivare di corsa. Dopo poco arriverà anche Zach, chiamato a causa del rischio di inquinamento. Tutte le squadre lavorano per estrarre i feriti e cercare, nel contempo, di domare le fiamme. Purtroppo le valvole che controllano i contenitori del gas sono molto dure e lo stesso Zach verrà investito da una nuvola di cloro quindi dovrà essere portato fuori immediatamente.

Matt, occupato nel salvare una donna ferita, sente via radio che Kelly sta cercando, da solo, di chiudere le erogazioni e, una volta messa in salvo la vittima, rientra nella fabbrica per aiutare l’amico.

Kelly, nel frattempo, è arrivato fino al tetto nella speranza di bloccare l’erogazione di cloro ma anche la valvola esterna è molto dura. Matt arriva in tempo per aiutarlo per cercare di chiuderla ma i loro sforzi sono vani.

I due capiscono che non potranno impedire la fuoriuscita del gas e, in un’azione disperata, si lanciano dal tetto dell’edificio nel fiume sottostante.

Avevo appena finito di lamentarmi che in questa stagione ci fosse poca azione e subito vengo accontentata! Una puntata densa di avvenimenti.

Come si metterà tra Stella, Zach e Kelly? La donna ha confessato al collega di volere un altro appartamento ma Kelly non mi è sembrato particolarmente contento. Sylvie, invece, ha capito che Cruz prova ancora dei sentimenti verso di lei e non sa come uscire dall’impasse.

Alla prossima!

Qui potete trovare la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni

 

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS