Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Chicago Fire 6×08 “The Whole Point of Being Roommates”

Recensione serie TV: Chicago Fire 6×08 “The Whole Point of Being Roommates”

Ok, come dicevamo la scorsa settimana, in questa stagione c’è poca azione e molto sentimento.

Il ritorno di fiamma tra Sylvie e Antonio non sfugge ai suoi due coinquilini Otis e Cruz. I due sono sicuri al 100% che Brett abbia una storia, anche se ancora non sanno chi sia l’uomo con cui sta uscendo la ragazza. Ne parlano apertamente nella stazione, con grande fastidio della stessa Sylvie.

Ma Gabriela, invece, lo viene a sapere immediatamente, in quanto la sua amica e collega le rivela la verità. Antonio è l’uomo segreto e Gabriela è molto perplessa, visto com’è andata a finire l’ultima volta.

La chiamata che arriva vede un poliziotto ferito, molto gravemente al collo, da una scheggia di vetro. Herrmann, che interviene per aiutare, viene invece aggredito dal collega della vittima, teso e agitato per la situazione quasi disperata. A Herrmann verrà chiesto se vuole denunciare il suo aggressore, ma l’uomo capisce che il gesto è dovuto solo al panico e non certamente voluto.

Alla stazione arriva il cognato di Boden, per il quale si capisce che l’uomo non ha grande simpatia. La moglie del capitano della stazione lo lascia lì in quanto impegnata e Boden lo osserva mentre diventa amico di tutto il personale, cosa che non fa che aumentare il suo fastidio verso il fratello della moglie!

Gabriela passa all’ospedale a trovare Bria, la ragazzina che ha salvato alla fine della puntata precedente, che si era intrufolata nella clinica in fiamme pur di rubare dei farmaci.
Gabriela non aveva fatto denuncia, convinta che ci fosse qualcosa di strano sotto. E infatti la ragazza non presenta tracce di droga nei suoi esami quindi la nostra eroina si insospettisce ancora di più.

Il giorno delle dimissioni di Bria, trovandosi fortunosamente in ospedale, le dà un passaggio a casa in ambulanza e, in preda alla curiosità, la seguirà fino al suo appartamento dove scopre la verità. Il padre di Bria, unico genitore rimastole, soffre di dolori cronici in seguito ad un infortunio sul lavoro, che lo ha reso dipendente dagli antidolorifici. La povera Bria, a soli 16 anni è diventata l’infermiera del padre che è rimasto disoccupato. La ragazza, spaventata, chiede a Gabriela di non avvertire i servizi sociali, per evitare di essere separata dal padre.

Boden è ancora molto sospettoso riguardo il cognato Julian. E quando questi gli propone un acquisto di attrezzatura per la caserma, raccontandogli di essere diventato agente di una società che si occupa di questo tipo di forniture, rimane spiazzato e non sa bene che pesci pigliare.

Da una parte teme che acconsentendo all’acquisto perda i soldi definitivamente ma dall’altra non sa come dire no al cognato, senza offendere anche la moglie. Purtroppo neppure Herrmann riesce a dare un buon consiglio e quindi, alla fine, Boden decide di proseguire con l’acquisto coprendo però la cifra utilizzando il suo conto personale e non quello aziendale.

Finalmente Otis e Cruz riescono a scoprire l’identità dell’uomo misterioso di Sylvie ma a quel punto sono entrambi molto arrabbiati. Alla loro coinquilina raccontano di averla già vista soffrire una volta per Antonio e non vogliono vederla soffrire di nuovo. Ma Sylvie sembra decisa a proseguire la relazione a dispetto di quanto pensano gli altri.

Mentre è di turno da “Molly’s” Gabriela riceve una telefonata da Bria: il padre sta male e la ragazza ha bisogno di aiuto. Poiché Matt si è trovato in disaccordo con Gabriela, per quanto riguarda la situazione della ragazzina, la donna chiede a Kelly di accompagnarla.

Purtroppo il padre di Bria sta malissimo e quando arrivano ha addirittura le convulsioni. Ai due non resta che chiamare un’ambulanza, la situazione è troppo grave.

Ovviamente, all’arrivo in ospedale vengono allertati immediatamente anche i servizi sociali. Il risultato di questa situazione è che Bria scompare sotto gli occhi di Gabriela.

Antonio invita Sylvie a cena da lui. Tutto sembra andare per il meglio quando Sylvie comincia a discutere con l’uomo sui dubbi che questa nuova relazione le sta provocando. Antonio non ha risposte per lei, non più di quante ne avesse la prima volta, quindi la donna se ne va.

Gabriela e Kelly vanno a cercare Bria, in una zona della città dove ci sono molti ragazzi che vivono per strada, una scena veramente triste. Purtroppo la ragazzina sembra sparita.

Insomma, come dicevo, la tendenza di questa stagione è meno azione e più lacrime.
Gabriela sembra molto presa da questa situazione che si è creata e la frattura con Matt è evidente.
Sylvie, invece, non ha le idee chiare su cosa vuole veramente e la situazione con Antonio ne è la dimostrazione lampante.

Alla prossima!


Qui potete trovare la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni:

http://www.romanticamentefantasy.it/serie-tv-chicago-fire-lista-episodi-recensioni/

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione serie TV: Dead Still – 1×02 – “Development”

Dopo un pilot veramente ben fatto, divertente e ...