Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Chicago Fire 6×04 “A Breaking Point”

Recensione serie TV: Chicago Fire 6×04 “A Breaking Point”

Chicago Fire 6×04 “A Breaking Point”

Buongiorno a tutti! Eccoci arrivati al giorno della nomina a capitano per il nostro Matt.

L’episodio comincia con Gabby che si reca da un antiquario per un regalo segreto per suo marito. Non appena esce dal negozio Gabby vede qualcosa che non le piace. Stanno facendo dei lavori sopra ad un garage sotterraneo ma i martelli pneumatici stanno facendo cadere dei calcinacci, quindi Gabby si avvicina al capo cantiere e gli intima di chiudere subito il garage. L’uomo la tratta male e Gabby si avventura dentro il garage con il capo cantiere per un sopralluogo. E in un attimo tutto accade, la struttura collassa su sé stessa, l’uomo di fianco a Gabby è colpito alla testa (morirà nel giro di qualche minuto) e la donna si trova prigioniera dei calcinacci e impossibilitata a chiedere aiuto.

Nel frattempo Matt, alla stazione, viene sommerso da tutte le scartoffie e le richieste che competono ad un capitano e che Boden, ma anche i suoi stessi colleghi, gli buttano addosso.

Nel garage la situazione è molto complicata. C’è qualche altro superstite insieme a Gabby, un militare, che si prende subito carico del comando, una donna molto arrabbiata col mondo, un cassiere di banca in preda ad un attacco di panico e un uomo di colore che, al contrario di quello che si potrebbe banalmente pensare, non è un vagabondo ma un assistente sociale.

Tutta la struttura scricchiola e piccoli crolli avvengono qui e lì. Viene ritrovato un altro superstite, un uomo, bloccato dentro la sua auto, che viene salvato e parla concitatamente con tutti gli altri, purtroppo solo in filippino e nessuno lo capisce.

Faith, l’amica di Sylvie, ha sicuramente qualcosa da nascondere. Quando la donna viene affrontata dall’amica, che chiede spiegazioni sul fatto che il suo vecchio datore di lavoro l’abbia accusata di essersi appropriata di 10.000 dollari, Faith racconta una storia assolutamente credibile, nella quale lei e il suo ex-capo avevano avuto una relazione ma la moglie di lui li ha scoperti e l’uomo si è inventato la scusa del furto per licenziarla. Giustamente, fa notare Faith all’amica, non esiste nessuna denuncia ma Sylvie è convinta della sua innocenza.

Ma non è l’unica ad avere dei dubbi su di lei, Stella mette alla prova la nuova collaboratrice e non rimane contenta dei risultati ottenuti. È qui che capiamo che Faith non è proprio quello che sta raccontando!

Le ore passano e di Gabby nessuna notizia. Il crollo del garage viene seguito anche dai pompieri della stazione 51 che osservano in tv il lavoro dei colleghi, senza particolare preoccupazione.

2

Matt, però, è già stufo di tutto quello che gli viene chiesto e fa una bella lavata di capo a tutta la squadra. Mentre sono lì, tutti arrabbiati, arriva la famiglia di Herrmann (tutta quanta, moglie e 5 figli) che porta a Matt il regalo per la promozione. Un topolino (neanche tanto “ino”) d’India, con tanto di gabbietta (ma che regalo strano è?).

Il tempo passa e di Gabby nemmeno l’ombra. La donna sta cercando di mantenere la calma nel gruppo, molto teso e pronto alla lite, quando il cassiere richiama l’attenzione sull’ascensore bloccato. Dall’interno sembrano provenire delle grida. Si tratta della figlia dell’uomo filippino, che viene prontamente salvata. La donna, che parla inglese, fortunatamente, chiede al padre di provare a riparare il telefono interno di allarme dell’ascensore.

Nel frattempo la situazione precipita, oltre ai crolli, Gabby capisce che ci sono delle fughe di monossido, probabilmente da qualche motore acceso e l’aria si sta lentamente avvelenando.

Finalmente la moglie di Herrmann ricorda che Gabby doveva passare dall’antiquario, a prendere il regalo per Matt. Una volta rivelato l’indirizzo del negozio è un attimo per tutti fare due + due e capire dov’è Gabby.

Tutta la stazione 51 si precipita al garage crollato, dove trovano già i loro colleghi. Mentre sono lì che cominciano a ripulire dai calcinacci, cercando una via di ingresso al sotterraneo, ricevono la telefonata di Gabby stessa che li mette al corrente della situazione. Matt, sentendo la voce della moglie, raddoppia la velocità per la ricerca di un varco.

Finalmente la squadra riesce a liberare una parte del muro crollato. Sarà lo stesso Matt ad entrare e mettersi alla ricerca di Gabby e degli altri superstiti, trovandoli poco più avanti e portandoli fuori. Ma mancano ancora all’appello Gabby e il militare che era andato, lui stesso, alla ricerca di una via d’uscita. Finalmente Matt riesce a trovare entrambi e a portarli in salvo.

Dopo qualche ora, eccoli tutti puliti e profumati, alla cerimonia del neo capitano Matt. Gabby apre la scatolina che contiene il famoso regalo e scopriamo che sono le mostrine del primo capitano della stazione 51, risalenti a molti anni prima. Matt è felice e ricambia dicendo a Gabby che è lei la persona che ha fatto più onore alla stazione oggi.

Insomma tutto è bene quel che finisce bene.

Adesso due dubbi rimangono:

  1. Chi è veramente Faith e perché si è fatta assumere alla stazione 51?

  2. Che fine ha fatto il porcellino d’India? Sarà fuggito dalla gabbia aperta?

Alla prossima, per la risoluzione di questi misteri!

Qui potete trovare la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni:

http://www.romanticamentefantasy.it/serie-tv-chicago-fire-lista-episodi-recensioni/

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Daylight - For Life -01x08- Rfs

Recensione Serie Tv: For life – 1×10 – “Character and Fitness”

Ciao a tutti, amanti delle serie TV! Il ...