Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Chicago Fire 6×03 An Even Bigger Surprise

Recensione Serie TV: Chicago Fire 6×03 An Even Bigger Surprise

La puntata 3 della 6^ stagione comincia in modo strano.

Boden non è in stazione. È trattenuto da un altro impegno e il turno comincia con un altro responsabile.

Il direttore pro-tempore è simpatico come la ****.

Comincia con una riunione in cui riprende Kelly per essere in ritardo di 15 minuti (doccia troppo lunga con l’amica di Sylvie che ha centrato l’obiettivo), pretende una pulizia accurata di tutto l’equipaggiamento e spegne sul nascere ogni minima protesta.

Con Matt parte proprio con il piede sbagliato. O forse il problema è Matt.

Mouch, per ringraziare Cruz di tutto quanto ha fatto per lui durante la convalescenza, sta organizzando una festa a sorpresa per il suo compleanno da “Molly’s”. La parte più importante della sorpresa è che ha chiesto al fratello di Cruz, che è via da Chicago da anni per sfuggire a una guerra di gang, di essere presente alla festa.

Ora il fratello è arrivato e la parte più difficile è nasconderlo agli occhi di Cruz all’interno della stazione stessa. Chiaramente il primo problema nasce già quando un collega di un’altra stazione arriva e dice candidamente a Cruz di aver incontrato suo fratello a Chicago. L’uomo va subito nel panico e cerca di contattare il fratello senza risultato. Il che, ovviamente, non fa altro che aumentare la sua preoccupazione.

Sylvie e Gabby vengono chiamate per un incidente: un corpulento uomo di colore, con un grosso SUV, ha investito una bambina sulla sua bicicletta rosa. Mentre le due donne soccorrono la piccola, l’uomo ha un infarto. Purtroppo in mancanza di altre ambulanze, le due donne sono costrette a caricare i due sul loro veicolo e portarli all’ospedale.

Ma al ritorno alla stazione 51, il nuovo capo non è affatto contento. Il trasporto di entrambi i pazienti è contro il regolamento e le due donne sono sospese dal servizio e costrette a riempire scartoffie di documenti per giustificarsi. Matt cerca di intervenire a loro favore ma il risultato è di prendersi un cazziatone da parte del capo, che lo vede sempre meno di buon occhio.

La chiamata successiva è per un tentativo di suicidio. La due squadre arrivano sul posto e vedono un ragazzo in piedi sul cornicione di un edificio. Di fianco a lui c’è un poliziotto che sta cercando di dissuaderlo. Matt e Herrmann salgono sul tetto e cominciano una specie di manovra evasiva buttando le due cime di una corda che due compagni sotto di loro afferrano al volo e legano insieme.

La contrattazione si fa sempre più agitata e, sotto gli occhi attoniti di tutta la gente raccolta, compresi quelli del nuovo capo, che si è precipitato a controllare la situazione, il ragazzo si lancia nel vuoto. Ma la corda trattiene il corpo e lo fa rimbalzare miracolosamente indietro. Il ragazzo è salvo.

La manovra non ortodossa viene notata dal capo di Matt. Il vigile del fuoco difende il suo operato, a costo del sua stessa carriera in quanto l’uomo è salvo e questo è tutto quello che conta.

Quando la situazione sta per precipitare finalmente Boden torna alla stazione. La sorella dell’aspirante suicida è passata a ringraziare Matt per il lavoro fatto. In questo spirito più positivo, gli uomini vengono chiamati nell’ufficio di Boden dove lo stesso attende, insieme al suo temporaneo sostituto. L’aria è pesante e nessuno sa cosa aspettarsi di preciso.

Ma ecco, sorpresa della sorprese, Matt non viene rimproverato per il suo comportamento, anzi, riceve una promozione, diventando il nuovo capitano!

Mi domando a questo punto: Matt rimarrà alla stazione 51 o il suo nuovo grado lo spingerà in cerca di nuove avventure?

Le sorprese non finiscono qui: l’amica di Sylvie viene assunta alla stazione 51 come assistente di Boden. Kelly è un po’ preoccupato, quello che sembrava essere un flirt innocente, in quanto la ragazza avrebbe dovuto tornarsene al paesello nel giro di pochi giorni, potrebbe esplodergli in faccia (come suggerito da Stella), in un rapporto giornaliero, dovuto alla presenza di entrambi sullo stesso posto di lavoro.

Ma niente paura. È la ragazza stessa a chiedere a Kelly di chiudere la storia, vista la situazione di entrambi.

Anche Sylvie è un po’ sorpresa dalla situazione. Il discorso dell’amica non le è sembrato molto convincente.

Ed eccoci finalmente alla festa di compleanno di Cruz da “Molly’s”. L’uomo arriva malvolentieri, ancora preoccupato perché non è riuscito a trovare il fratello. Appena entrato nel locale, tutti urlano: “Surprise!”

E Mouch chiama ad alta voce il fratello di Cruz, che però non appare. Mouch comincia ad essere un po’ preoccupato ma è lo stesso Cruz, finalmente, a chiamare il fratello. Alla famiglia Cruz non la si fa!!!

Anche in questa terza puntata, nonostante si sia creato più volte qualche piccolo momento di tensione, l’atmosfera risulta, per me, un po’ noiosetta. Lo so, è brutto, ma senza qualche colpo di scena, non ci si sblocca. Speriamo per il futuro!

 Qui potete trovare la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Daylight - For Life -01x08- Rfs

Recensione Serie Tv: For life – 1×10 – “Character and Fitness”

Ciao a tutti, amanti delle serie TV! Il ...