Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Chicago Fire 6×02 Ignite on contact

Recensione Serie TV: Chicago Fire 6×02 Ignite on contact

Eccoci qui, siamo già al secondo episodio, ormai a regime 😉

La puntata riprende esattamente dove era finita la precedente. Ricordate l’incendio nel laboratorio di chimica, nella scuola superiore dove insegna la moglie di Chief Boden? Si riparte da qui.

Data la sicurezza della donna nel denunciare il fuoco come doloso, Boden chiede, abbastanza pesantemente, a Matt e Kelly di verificare la situazione e, in qualche modo, convalidare quanto sua moglie sta dicendo. Ma i due non trovano riscontri, anzi, i primi controlli non fanno che aumentare le probabilità che sia stato un incidente.

I due interrogano anche i ragazzi della classe che erano nel laboratorio al momento dell’incendio e tra tutti restringono il campo a due allievi, il primo che si era prodigato ad aiutare una sua compagna e che per questo ha subito delle ustioni alle mani, il secondo, un bulletto, che diventa immediatamente il sospettato di turno.

Stella, dal canto suo, ormai si è trasferita dopo lo sfratto a casa di Kelly. Questa è una situazione piena di possibilità per entrambi, anche se lui è letteralmente perseguitato dall’amica di Sylvie, evidentemente desiderosa di conoscerlo bene prima di tornarsene al paesello suo 😉

Mouch, sta facendo sua la missione di dare a tutti un ruolo nelle piccole olimpiadi dei vigili del fuoco, le quali si svolgeranno a breve.

Infatti la povera Sylvie viene obbligata ad esercitarsi nel trasporto del manichino.

Donna e Stella vengono chiamate a soccorrere un ragazzo, vittima di un pestaggio. Quando giungono sul luogo della chiamata, si accorgono che il ragazzo altri non è che Rachidi, uno dei due allievi della classe (quello che si era procurato le ustioni alle mani) a quanto pare, picchiato dal suo compagno di classe, il bulletto Mateo.

Lo stesso ragazzo che, messo alle strette da Kelly aveva addirittura ammesso di aver lasciato cadere un fiammifero acceso sul suo tavolo di laboratorio.

Le indagini non vanno avanti, anzi, i primi controlli sembrano addirittura escludere la colpevolezza di Mateo, che si era incolpato dell’accaduto.

Sembra proprio che l’incendio sia stato un mero incidente e Donna è frustrata, in quanto ha il sospetto che le cose non stiano affatto così.

Matt, Kelly e Boden si concentrano sui risultati dei rilievi. Verificando le sostanze trovate, riescono a risalire finalmente alla verità.

E’ stato Rachidi stesso ad appiccare il fuoco, sperando di poter incolpare Mateo e farlo espellere dalla scuola, stufo di essere bullizzato.

Purtroppo, a causa di questo, una delle insegnanti, sta lottando tra la vita e la morte.

Ed eccoci al giorno delle olimpiadi dei pompieri. I nostri eroi della stazione 51 sono impegnati nelle varie gare nei ruoli loro assegnati da Mouch (che tutti odiano un po’ ormai 😉 ).

Persino il povero Cruz, che finora è stato lo schiavo personale di Mouch, a causa dei sensi di colpa che ha verso il compagno di squadra, getta la spugna.

La rivalità con l’altra squadra, con cui avevano già avuto degli attriti qualche giorno prima, durante un’azione di soccorso verso un camion uscito fuori strada, è altissima.

Le due squadre si ritrovano, quasi a pari punteggio, a lottare una contro l’altra nel tiro alla fune. Tutto sembra pendere a favore degli antagonisti, ma l’arrivo di Boden e dei suoi impressionanti bicipiti cambia il tenore della gara e la squadra 51 vince!

Queste prime due puntate sono partite un po’ sottotono, per me.

Si stanno gettando le basi per alcuni cambiamenti? Al momento le situazioni sono abbastanza statiche ma speriamo che nel prossimo futuro ci sia qualche colpo di scena!

Qui potete trovare la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione serie TV: Dead Still – 1×02 – “Development”

Dopo un pilot veramente ben fatto, divertente e ...