Home » Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip » Recensione Serie Tv: Chicago Fire – 08×12 – “Then Nick Porter Happened”

Recensione Serie Tv: Chicago Fire – 08×12 – “Then Nick Porter Happened”

Hold Our Ground

Progetto grafico a cura di Teresa

Dopo la morte di Otis, Sylvie e Joe sono rimasti senza un coinquilino e le spese sono troppo alte da dividere. Mouch, che li ascolta lamentarsi, ha una grande proposta: il suo vecchio amico piazzista (esiste ancora questo termine?) Nick Porter sta affrontando un difficile divorzio e ha bisogno di un tetto e un po’ di calore umano. Sylvie e Joe non possono rifiutarsi.

Si capisce subito che Emily ci rimane malissimo. Sappiamo che ha qualche problema di soldi, le hanno aumentato l’affitto e infatti, come secondo lavoro, tiene le classi di spinning nella palestra che frequenta Sylvie.

Anche Stella ha i suoi crucci. Si avvicina il compleanno di Kelly e lei vorrebbe organizzare qualcosa di speciale con lui ma non riesce a trovare nulla che la soddisfi. Il suo atteggiamento un po’ misterioso però insospettisce il suo fidanzato, che non capisce cosa stia succedendo.

La chiamata che li vede coinvolti è un allarme antincendio scattato in una scuola privata maschile. I ragazzini sono tutti fuori che ridacchiano tra di loro e i nostri vigili del fuoco ci mettono poco a capire che si tratta di un falso allarme.

Mentre la squadra è ancora sul luogo, viene allertata per un incidente domestico. Un uomo è rimasto schiacciato dal serbatoio di gasolio della caldaia. Quando i vigili del fuoco arrivano la situazione è molto grave. L’uomo, incosciente, ha già smesso di respirare e i soccorsi devono essere immediati. Fortunatamente si riesce a trovare un modo di sollevare il pesante oggetto e a liberare il poveretto. La moglie, fra le lacrime, si lamenta che è passato molto tempo da quando lei ha chiesto aiuto e i nostri pompieri non hanno purtroppo nessuno risposta.

Al ritorno alla stazione, Kelly scopre che la scuola è già al suo terzo falso allarme! Matt e Kelly si rivolgono in prima battuta al preside dell’istituto, che ha però un atteggiamento reticente e si nasconde dietro al diritto alla privacy degli allievi. A quel punto i due, insieme a Boden, discutono con la polizia di Chicago, ma viene spiegato loro che, se si intende procedere con una denuncia formale, l’imputato si troverà in tribunale, in quanto il procurato allarme è un reato. Matt e Kelly decidono quindi di provare un approccio più morbido e chiedono al preside di poter fare una presentazione a scuola.

Arriva alla stazione anche Nick Porter per ringraziare Sylvie e Joe per l’alloggio. Le cose però non partono con il piede giusto. Oltre a invadere tutti gli spazi, Nick si autonomina capo della casa e obbliga i due malcapitati coinquilini a vedere con lui una vecchia corsa Nascar, mentre Joe e Sylvie volevano godersi una partita di football!

Il boyfriend di Ritter ha un’agenzia di viaggi e consiglia caldamente a Stella una crociera. A quanto pare, Ritter e il suo ragazzo ne hanno fatta una qualche anno prima e sono rimasti entusiasti! Stella è colpita favorevolmente e decide quindi di provare la crociera.

L’uomo rimasto incastrato sotto la caldaia è in ospedale ma non è cosciente e la moglie, dalla quale si sono recati Matt e Kelly per sostituire la finestra rotta, racconta tra le lacrime che nessuno è in grado di dirle se la mancanza di ossigeno al cervello è stata fatale per il marito.

Il mattino dopo Sylvie si alza e trova il nuovo coinquilino che beve whisky mentre sfoglia malinconicamente un album di fotografie. La ragazza è perplessa. Già bere superalcolici alle 7 del mattino le sembra un po’ strano, e il fatto che l’uomo parli ininterrottamente della sua futura ex-moglie è un altro segno che le cose non vanno bene. Nick infatti è bipolare. Un attimo prima parla malissimo della ex e raccomanda a loro di evitare il matrimonio come la peste! Ma un momento dopo, racconta in lacrime di un viaggio fatto con la consorte o mostra loro la foto del matrimonio! In sostanza quest’uomo si sta rivelando un coinquilino pesante da gestire!

Sylvie si sfoga con Emily e Stella, ma la sua collega non ci sta! Emily si era tenuta in disparte per delicatezza ma ha bisogno anche lei di poter cambiare casa e diventare coinquilina della sua amica le sembrava un sogno! Un sogno che Nick Porter ha infranto! A quel punto Sylvie, che non aveva capito le necessità dell’amica, insieme a Joe, chiede che Mouch parli con la moglie di Nick Porter perché si riprenda in casa il marito!

Kelly si accorge che uno dei ragazzi che aveva conosciuto davanti alla scuola durante la distribuzione dei volantini, sta lasciando una busta sulla porta della stazione, dandosi poi alla fuga. Con l’aiuto di Herrmann riesce a bloccare il ragazzo che gli ha portato dei fogli, tratti dal sito della scuola, da cui si deduce che gli studenti che la frequentano si sentono superiori a tutti gli altri, e quindi non soggetti alle stesse regole! Il sospetto è che tra di loro si nasconda chi sta procurando i falsi allarmi.

Mouch tenta di convincere la moglie di Nick a riprenderselo in casa, ma Sylvie e Joe si accorgono subito che il collega sta annaspando! I due, quindi, prendono in mano la situazione e finalmente riescono a convincere la donna a dare al povero Porter un’altra possibilità.

Stella sta guardando le varie opzioni di crociera e i suoi colleghi, Ritter compreso, cercano di dissuaderla! Infatti è proprio Ritter a raccontare che aveva fatto quel tipo di vacanza con il suo ragazzo ma era stato un incubo e non la raccomanda a nessuno. Stella è affranta e si lamenta ad alta voce di non essere in grado di fare un gesto speciale per il compleanno di Kelly proprio mentre sta entrando il diretto interessato, che ovviamente la sente! Kelly in realtà è molto contento. Cominciava a dubitare che Stella volesse rimanere ancora con lui e invece la ragazza stava solo cercando di fargli un regalo molto speciale!

Una nuova chiamata arriva alla stazione e si tratta nuovamente della scuola. Questa volta tutti vogliono vederci chiaro e, appena arrivati sul posto, bloccano le uscite e cominciano a cercare il responsabile, che, a quanto, pare, è ancora nascosto vicino al segnale di allarme. Le ricerche danno i loro frutti e viene ritrovato un bambino di circa 10 anni dietro ad una doccia. È lui il colpevole?

Il ragazzino viene portato alla stazione, dove lo raggiunge il padre e, davanti a Boden e ai suoi sottoposti, il piccolo racconta di odiare la scuola dove studia adesso, che invece sta costando enormi sacrifici ai suoi genitori, che lo avevano spostato dalla struttura pubblica, dato che il bambino è molto dotato. Nel nuovo istituto, a causa della sua bassa estrazione sociale, il bimbo è stato bullizzato e i falsi allarmi che attivava erano un tentativo di fare chiudere la scuola!

Fortunatamente l’uomo vittima del serbatoio è uscito dal coma e sta bene. Il bambino gli porta un biglietto di auguri e si scusa con lui.

Kelly, dopo la preoccupazione, si è finalmente rilassato, ma in questi giorni ha capito quanto Stella sia importante per lui e le chiede, finalmente, di andare a vivere insieme.

Quanto è cambiato il personaggio di Kelly, donnaiolo per eccellenza, in questi anni! Alla fine è proprio lui ad avere il rapporto più stabile, chi l’avrebbe mai detto?

Alla prossima

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

Otaku per passione: Wotakoi: L’amore è complicato per gli Otaku – 1×03 – “Evento commerciale e riunioni giocatori”

Benvenute, mie care Fenici-otaku! Cosa staranno mai combinando ...