Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Chicago Fire – 08×02 – “A Real Shot in the Arm”

Recensione Serie Tv: Chicago Fire – 08×02 – “A Real Shot in the Arm”

A Real Shot in the Arm

La seconda puntata della stagione 8 di Chicago Fire comincia con un gran senso di tristezza. Inutile negarlo: la scomparsa di Otis ha lasciato un vuoto che sarà difficilmente colmabile. Tutti sono colpiti.

Herrmann ha un uomo in meno in squadra, perché il suo allievo sta lavorando con Matt, ed Emily è frustrata perché il suo nuovo compagno, il sostituto di Sylvie, è un idiota patentato ma belloccio che ama girare nudo per gli spogliatoi.

Ed ecco la prima azione di soccorso: un uomo appeso con delle corde al 5 piano di uno stabile (un trasloco che non ha funzionato bene). Purtroppo per posizionare la scala dell’autopompa ci vuole tempo e, mentre tutti attendono, una giovane recluta di un’altra stazione scala i balconi uno ad uno (rischiando anche l’osso del collo) e arriva a mettere in sicurezza la vittima in attesa dei soccorsi.

Matt è colpito dalla rapidità e anche dal coraggio del giovane.

La vita di Sylvie a Fowlerton è terribile. L’amica, Hope, altri non è che la ragazza che Sylvie aveva raccomandato a Boden qualche tempo prima e che aveva rubato le buste paga dei colleghi della stazione 51, mettendo Sylvie in una situazione veramente difficile.

Hope tenta di scusarsi, ma francamente l’impressione è che sotto sotto sia rimasta quella di sempre. Kyle ha il suo bel da fare qui, ma Sylvie langue.

La stazione di pompieri dove lavora part-time non ha nulla da fare, il capo passa il suo tempo davanti alla tv a guardare le partite di football e le giornate sono eterne.

Un ulteriore problema determinato dalla scomparsa di Otis è che i suoi fratelli non vogliono le sue quote di partecipazione di “Molly’s”, e Herrmann deve trovare il capitale per comprarle. L’uomo chiede un po’ a tutti, ma non sembra trovare molta comprensione.

Matt è rimasto talmente colpito dal giovane che si è reso protagonista del salvataggio, da prendere informazioni su di lui. Blake Gallo, questo il nome del ragazzo, è una recluta in un’altra stazione, ma Matt capisce che con gli sforzi giusti non sarebbe troppo difficile portarlo alla 51 e propone a Boden il giovane allievo come possibile sostituto di Otis.

Boden però gela Matt: Il suo discorso è un secco no. Il ragazzo è troppo una testa calda e Boden non vuole avere un nuovo lutto annunciato alla stazione. Matt non sa come fare.

Kelly e Stella invece sono più uniti che mai. L’uomo propone alla ragazza una gita in barca, ma i due, causa un guasto al motore, sono costretti a farsi rimorchiare al porto, tra le risatine della capitaneria, tutti uomini che conoscono Kyle. Il nostro pompiere avrà modo di rifarsi poco dopo, rendendosi protagonista del salvataggio di un uomo caduto da una barca e finito troppo vicino all’elica! Kyle Severide alla riscossa!

Sylvie chiama i suoi ex colleghi alla 51, presa da un attacco di disperazione. Tutti i suoi amici la salutano con calore e affetto, ma alla ragazza danno l’impressione di essere troppo presi dalla loro vita per prestare molta attenzione a lei, che si sente esclusa da tutto.

Matt decide di assoldare Kelly nella sua campagna per tentare di convincere Boden. Kelly infatti si presenta nell’ufficio del capo per perorare la causa dell’amico, ma Boden sembra proprio irremovibile. Prima di uscire, però, Kelly ricorda al suo capo di un’altra giovane recluta, assunta anni prima alla 51, una testa calda, piena di conflitti e di coraggio, tanto da essere temeraria e senza un minimo di cognizione… il nome della giovane recluta era Kelly Severide!

Durante una missione di soccorso, Emily si rende conto della totale incompetenza e inutilità del suo nuovo compagno: una bambina viene visitata dalla donna, che capisce subito che si tratta di uno shock anafilattico e, mentre Colin è impegnato a guardarsi intorno e sorridere alla madre, ad Emily tocca fare tutto da sola e i richiami al collega cadono inascoltati.

Emily ha raggiunto il limite e un’ulteriore passerella del compagno di ambulanza, con il solito asciugamano drappeggiato basso sui fianchi, è la goccia che fa traboccare il vaso e la ragazza, piena di rabbia, licenzia l’uomo!

Stella ed Emily capiscono che è ora di andare a prendere Sylvie e riportarla a Chicago!

Sylvie, dal canto suo, è proprio depressa. Non è questa la vita che sperava di fare e Kyle capisce che la donna è profondamente infelice qui e le propone di prendere una decisione che la renda di nuovo contenta della sua vita.

Ecco che Stella ed Emily arrivano a Fowlerton, pronte a convincere Sylvie a tornare con loro, quando la ragazza le sorprende uscendo dalla porta seguita dalla sue valige: Chicago aspettaci!

Finalmente Boden decide di dare una possibilità alla recluta consigliata da Matt e il giovane Blake Gallo viene accolto alla stazione 51.

Tutto sembra piano piano aggiustarsi tranne la situazione di Herrmann. L’uomo non ha i soldi per comprare le quote di Otis e i suoi fratelli non ne vogliono sapere di entrare in società con lui. Ma inaspettatamente Mouch si fa avanti e propone a Herrmann di acquistare le quote e diventare suo socio. In realtà Herrmann sta per guadagnare 2 soci, Mouch e sua moglie Trudy, la quale è piena di idee su come cambiare “Molly’s” … ne vedremo delle belle!

Puntata un po’ transitoria dopo il botto della prima. Ma sono contenta che Sylvie stia tornando (ne ero praticamente sicura) e vedremo cosa succederà alla 51 con il giovane Gallo (un nome un programma!). Inoltre mi aspetto un sacco di scintille tra Herrmann e Trudy!

Alla prossima!

 

 

DarkSide

DarkSide
x

Check Also

Recensione Serie Tv: Council of dads – 1×01 – “Pilot”

Ciao a tutti, amanti delle serie TV! E’ ...