Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie tv: Chicago Fire 07×19 “Until the Weather Breaks”

Recensione Serie tv: Chicago Fire 07×19 “Until the Weather Breaks”

Molto bella la puntata di questa sera! Piena di suspence ed azione.

Piove, piove, piove, piove (invidio sempre il clima di Chicago con tutte quelle precipitazioni 😉 ). Piove così tanto, che la corrente elettrica comincia a giocare brutti scherzi.

Dato che va e viene, impedendo a Mouch di vedere la tv e di poter fare il loro lavoro, viene chiamata una squadra di elettricisti per dare un’occhiata all’impianto.

Kelly entra nella sale comune e Otis gli domanda perché, da un po’ di tempo, non si faccia più vedere da “Molly’s”, anche Stella lo ha notato e non è convinta dalla vaga spiegazione dell’uomo. Chiede a Emily se ne sappia qualcosa ma la ragazza non fa in tempo a parlare.

In un secondo momento però, le rivelerà di aver chiesto a Kelly di farsi da parte e lasciare Stella libera di decidere della sua vita. Stella all’inizio è un po’ seccata dall’ingerenza dell’amica ma capisce che lo ha fatto per lei e la perdona.

Nel frattempo Matt chiede a Kelly se si sia mai iscritto ad uno di quei siti che sfruttano le cancellazioni dell’ultimo minuto e ti mettono a disposizione un pacchetto di vacanze a prezzi stracciati. Tranne che fino all’ultimo non sai dove andrai!

Una delle autopompe sta rientrando da una missione di soccorso. Herrmann scende velocemente e dopo pochi secondi il garage ricade nel silenzio.

Ma, lontano dagli occhi di tutti, un piccolo intruso è arrivato alla stazione 51.

C:\Users\Utente\Pictures\vlcsnap-2019-04-25-23h12m39s975.png

Dopo l’arrivo degli elettricisti, Boden manda tutti ad ispezionare i vari locali per verificare i vari impianti elettrici. È così che Matt, che va nel magazzino dove sono tenute le divise dei vigili, trova il bambino. Casey non sa cosa pensare. Il bimbo rimane in silenzio, non risponde alle domande ed è evidentemente impaurito, nonostante l’uomo cerchi di non metterlo a disagio. Fortunatamente, dopo poco, riesce ad intercettare Sylvie Brett che si siede vicina al bimbo e cerca di rassicurarlo. Purtroppo però nessuno sa né da dove arrivi, né il motivo per cui sia lì.

Dopo aver cercato inutilmente di ottenere qualche informazione, gli uomini della stazione decidono di andare in giro per il vicinato a fare qualche domanda, nella speranza di ritrovare la famiglia del bambino.

Arriva nella stazione 51 anche un uomo, che racconta a Otis e agli altri di essere un vigile del fuoco di Detroit. L’auto si è bloccata e l’uomo ha deciso di chiedere aiuto ai colleghi di Chicago. Tutti lo accolgono tranquilli e sereni ma un’inquadratura ci mostra che in realtà l’uomo è armato di una pistola!

C:\Users\Utente\Pictures\vlcsnap-2019-04-25-23h22m55s870.png

Finalmente Sylvie riesce a convincere il bambino a riposare su uno dei letti del dormitorio comune. Il bimbo, stremato, si addormenta immediatamente.

Nel frattempo, sono di ritorno gli uomini che hanno fatto le verifiche con il vicinato per cercare di dare un’identità al bambino disperso. Anche il nuovo arrivato sembra molto interessato alla faccenda.

Sotto la pioggia battente, i due elettricisti stanno cercando di risistemare l’impianto ma durante una manovra c’è una forte scarica elettrica e uno degli uomini viene scaraventato giù dal tetto, colpito in pieno petto.

Sylvie interviene a soccorrere l’uomo lasciando da solo il bambino. Sembra che il vigile di Detroit stia cercando proprio lui e quindi il bimbo si eclissa nuovamente approfittando della confusione.

L’elettricista è gravemente ferito e viene trasportato in ambulanza all’ospedale. Al rientro alla stazione Matt si accorge che il bimbo è nuovamente scomparso e si scatena una nuova caccia per trovarlo. Otis è insospettito dal modo di fare del collega e comincia a tempestarlo di domande: dalle risposte comincia a capire che l’uomo non è affatto un vigile del fuoco ma prima di riuscire a smascherare l’impostore, si becca una botta in testa e cade esanime, senza poter dare l’allarme.

Tutti sono impegnati a cercare il bambino con molta preoccupazione. Matt chiede al finto pompiere di avvertire gli altri in sala comune ma quando lui stesso entra nella sala comincia a capire che c’è qualcosa che non va. Nel frattempo alla televisione viene trasmesso un servizio su un duplice omicidio commesso proprio nella zona in cui Herrmann e gli altri avevano effettuato una missione di soccorso. Tutti i nodi stanno venendo al pettine!

Cruz trova Otis svenuto nel bagno, l’uomo sta cominciando a riprendersi e riesce a spiegare che il vigile del fuoco di Detroit non è affatto un pompiere e che lo ha aggredito con una pistola.

Stella trova il bambino nascosto in un locale ma dopo poco arriva anche l’uomo armato che intima a Stella, che si è messa davanti al bimbo per fargli da scudo, di spostarsi. La donna però si rifiuta e quando sembra che stia per accadere il peggio l’uomo si dà alla fuga.

A quel punto la situazione degenera e l’uomo, ormai braccato, estrae l’arma e minaccia tutta la stazione pretendendo che gli consegnino il bambino.

C:\Users\Utente\Pictures\vlcsnap-2019-04-25-23h39m38s708.png

Kelly, che si è defilato dietro una delle autopompe, riesce a cogliere di sorpresa il malvivente e a strappargli l’arma. Dopo poco arriva anche la polizia. Ruzek spiega agli attoniti pompieri che il bambino è probabilmente testimone degli omicidi avvenuti vicino a casa sua e che, impaurito da quanto stava succedendo, si è infilato dentro l’autopompa di ritorno alla stazione. È probabile, però, aggiunge ancora Ruzek, che i due complici, messi alle strette, riescano a dare un quadro chiaro della situazione, rendendo la testimonianza inutile.

Sylvie si occupa di accompagnare il bambino in centrale e sarà Matt a doverla poi riaccompagnare indietro. Tra i due ci sono stati molti sguardi ultimamente… Sylvie rivela a Matt di essere favorevole al viaggio a sorpresa di cui ha parlato a inizio puntata e quindi la compagnia si è già creata.

Alla stazione Otis dichiara a Cruz che il fatto che la porta della stazione sia sempre aperta ha fatto sì che un malintenzionato entrasse e che loro si fidassero ciecamente. Questo non va bene! Ma Cruz gli fa notare che il bambino, impaurito, ha scelto di affidarsi a loro, proprio per il fatto che i vigili del fuoco sono sempre pronti ad aiutare. Quindi occorre tener conto di tutti e due i lati della medaglia!

Puntata un po’ claustrofobica, girata tutta all’interno della stazione, ma molto bella! Dal punto di vista sentimentale, mi sembra che siamo in stallo. Kelly e Stella devono sicuramente rivedere il loro rapporto mentre, per un attimo, ho avuto l’impressione che fra Matt e Sylvie possa nascere qualcosa… chissà.

Alla prossima!

Teresa

Teresa
x

Check Also

Recensione Serie tv: Le ragazze del centralino – Stagione 4

  Dopo quasi un anno di attesa, anche ...