Home » Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip » Recensione Serie Tv: Chicago Fire 07×16 – “Fault in Him”

Recensione Serie Tv: Chicago Fire 07×16 – “Fault in Him”

Fault in Him

Progetto grafico a cura di Sweetfire

Eccoci al finale (un po’ prematuro) di questa stagione 7!

La puntata comincia con Grissom che avverte Kelly, andando addirittura a casa sua, che sta per arrivare una commissione che verificherà a campione l’operato delle stazioni di vigili del fuoco e la stazione 51 (ovviamente) è in elenco! La commissione, che si oppone alle previsioni di spesa di Grissom, è stata incaricata dal sindaco di valutare il vero lavoro svolto dai pompieri.

Nel frattempo, alla stazione c’è un sacco di entusiasmo! Otis ha vinto il terzo premio della lotteria dei vigili, 10000 dollari, che però gli verranno corrisposti solo se riuscirà a fare goal con il piattello usando una mazza da hockey! Otis ammette immediatamente la sconfitta, infatti tutti scommettono contro di lui ad eccezione di Emily che lo incoraggia a provare.

La prima chiamata arriva per un sostegno ad un’azione di polizia. Un vicino di casa ha chiamato insospettito dai colpi di arma da fuoco ma porte e finestre sono sbarrate e la polizia ha chiesto l’aiuto dei vigili del fuoco. La squadra di Matt sfonda la porta che è bloccata da alcuni scatoloni. Una volta spostati gli ostacoli i poliziotti entrano e trovano un cadavere. Informano Matt e gli altri che si tratta di un suicidio ed escono. Matt però rimane indietro e vede un’ombra spostarsi dietro una porta. Si avvicina per dare l’allarme ma un uomo lo aggredisce e lo mette a terra puntandogli in faccia una pistola. Il primo colpo, incredibilmente fa cilecca e questo dà a Matt la forza di reagire fino a costringere l’uomo ad un altro colpo che però viene deviato. La polizia interviene e disarma l’uomo ma Matt è evidentemente molto scosso.

Mouch è furioso, prima di dichiarare la casa libera i poliziotti avrebbero dovuto controllare attentamente, invece la loro frettolosa archiviazione come suicidio ha messo a repentaglio la vita del loro capitano.

Al rientro alla stazione Matt si allontana e Sylvie, a cui viene raccontato cos’è successo, gli chiede di parlare con qualcuno. Lui acconsente ma la ragazza decide comunque di contattare il suo fidanzato, cappellano dei vigili del fuoco, per supporto.

Emily e Sylvie vengono chiamate a soccorrere un uomo, morso da un ragno della sua collezione (ma come si fa? Bleah!)

Le due ragazze, dopo aver chiesto alla padrona di casa di riporre il ragno responsabile, iniettano all’uomo dell’istamina per contrastare la reazione allergica al veleno.

Emily nota sulla parete di casa che l’uomo è un giocatore di hockey e lo ingaggia per aiutare Otis, sul quale è l’unica ad aver scommesso a favore (tutti gli altri gli hanno scommesso contro!).

Il cappellano si presenta a casa di Matt, che è solo perché ha rifiutato di uscire con Kelly, che doveva incontrare dei sindacalisti per avere lumi su Grissom.

Matt, però, è a disagio e insinua che non si sente tranquillo a parlare in quanto sa della relazione che c’è tra Sylvie e il cappellano. Quest’ultimo quindi se ne va.

La commissione arriva nel giorno stabilito, anche Grissom è presente insieme alle squadre, ma purtroppo, prima ancora di cominciare il tour della stazione una chiamata allerta tutti i pompieri.

Una casa ha preso fuoco al piano più basso e dalla finestra del sottotetto si vedono due bimbi disperati. Le squadre partono immediatamente al soccorso, sotto gli occhi della commissione che li ha seguiti fino al luogo dell’incendio.

Le squadre si dividono, Kelly e gli altri entrano nella casa alla ricerca di vittime mentre Matt si occupa di far uscire i due bambini dalla finestra.

All’interno della casa viene immediatamente trovato il padre dei bambini che avverte che la madre è nella cantina. Kelly chiama la donna dalle scale e gli risponde un flebile lamento.

L’uomo comincia a scendere ma la scala, probabilmente danneggiata dal fuoco, cede sotto i suoi passi. All’esterno Boden e Grissom stanno sorvegliando tutte le operazioni ma quando tentano di contattare Kelly e non ottengono risposta non hanno il minimo dubbio e si lanciano all’interno alla ricerca del vigile.

L’operazione per estrarre sia la donna, svenuta, che Kelly dal basamento non è agevole. Boden e Grissom riescono a lanciare delle funi a cui Kelly attacca prima la padrona di casa e solo in un secondo momento risale attraverso la stessa corda che i due uomini tengono.

Finalmente escono tutti dalla casa in fiamme.

Al rientro alla stazione, la commissione li saluta in fretta, dicendo di aver già visto tutto quello che gli servirà a prendere una decisione.

Nonostante abbiano tutti scommesso contro di lui, gli altri componenti della squadra cercano di aiutare Otis con risultati terrificanti. L’uomo, infatti, che fa qualche prova nel locale di “Molly’s” riesce a colpire gente e a rompere bicchieri, rischiando di fare seri danni. Questa cosa dell’hockey evidentemente non fa per lui.

Sylvie passa a trovare il suo fidanzato Kyle, a cui ha lasciato molti messaggi rimasti senza risposta. L’uomo è molto in difficoltà e la ragazza comincia a preoccuparsi. Infatti, dopo qualche esitazione, il cappellano ammette la verità. Non sente di fare il suo lavoro correttamente a causa della relazione con Sylvie e quindi comunica alla donna di volere troncare il rapporto. Sylvie, pur comprendendo la motivazione, rimane sconvolta e, appena fuori dallo studio, scoppia a piangere.

Otis è destinato a fallire. Le prove fatte nella stazione dimostrano che è molto lontano dall’aver capito come colpire. Fortunatamente per lui, Emily porta il campione di hockey che hanno soccorso e per Otis, finalmente, si vede la luce!

La sera della gara l’uomo è nervosissimo! Ha tre tentativi per fare centro e i primi due sono purtroppo dei fallimenti ma il terzo va a segno! Ha fatto bene Emily a scommettere su di lui contro tutta la stazione, adesso, grazie al suo aiuto Otis ha vinto e lei sta per riprendersi un sacco di soldi.

Matt, molto tormentato, decide finalmente di parlare a Boden. Si reca a casa sua e gli racconta quanto è successo, dicendogli che continua a domandarsi per quale motivo sia ancora vivo. Il primo colpo aveva infatti fallito e Matt ha visto la morte in faccia. Purtroppo, neppure Boden ha la risposta per lui e gli raccomanda solo di guardare avanti e lasciarsi alle spalle la brutta esperienza.

Insomma, anche questa settima stagione è finita. Personalmente l’ho trovata decisamente sottotono rispetto alle precedenti e anche la puntata finale, di solito piena di azione e suspense, si è allineata al basso livello. Sembra quasi che gli sceneggiatori siano rimasti a corto di idee, infatti quest’anno ci sono state solo 16 puntate! La serie è però stata rinnovata quindi speriamo che il prossimo anno arrivino con delle idee migliori! 😉

Ci rivedremo in autunno!

 

StaffRFS

StaffRFS
x

Check Also

Shiv Part One

Recensione Serie Tv: Stargirl – 1×07 – “Shiv Part One”

Dopo la batosta inflitta da Sport man e ...