Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione serie TV: Black Sails quarta stagione (stagione finale)

Recensione serie TV: Black Sails quarta stagione (stagione finale)

 

Ho aspettato un anno per riuscire a vedere l’ultima stagione di Black Sails perchè quando ci si affeziona ad un personaggio e questo, seppur in maniera molto eroica, muore è difficile apprezzare le puntate senza di lui. (si vocifera che potrebbe esserci anche una quinta stagione ambientata dieci anni dopo, ma quest’informazione dovete prenderla con molta cautela dato che sono voci che tutt’ora non hanno conferma dalla CBS, la quale sembra invece convinta di aver terminato la serie)

progetto grafico Marina

Chi ha visto la terza stagione sa che il capitano Vane decide di farsi impiccare per salvare la sua Nassau da Eleanor (la sua ex amante ) e il Governatore Rogers. Il gesto di Vane fa insorgere tutti i pirati sotto un unica bandiera pronti a riconquistare la loro isola; ed è così che finisce la terza stagione.

La quarta stagione è un sali e scendi di sentimenti, l’ansia fa da padrona. Le situazioni tra i personaggi sono sempre in movimento, i cattivi diventano buoni, poi di nuovo cattivi… all’infinito, e due personaggi della serie, Flint e Silver, continuano a non aiutarci ed essere sempre più enigmatici: si allontano e si avvicinano nuovamente per poi diventare nemici e poi di nuovo amici.
Detto questo provo a mettere per iscritto quello che succede nella stagione 4, a mio parere. la più bella.
Come tutti sappiamo Black Sails è il prequel dell’ “Isola del tesoro” perciò tutta la serie ruota attorno al tesoro del Capitano Flint; alcuni lo bramano per salvare le persone amate, altri per governare agiatamente, altri ancora, per finanziare la guerra tra Inghilterra e Nassau ma alla fine nessuno l’avrà e verrà sepolto in un isola misteriosa conosciuta a pochi.

All’inizio della quarta stagione troviamo Barbanera, la pirata Anne e il suo inseparabile compagno il capitano Jack Rackham intenti ad inseguire il governatore Roger che in maniera scaltra li cattura e ucciderà, torturandolo nella maniera più feroce, Barbanera. Sarà solo grazie a un’idea di Anne che la ciurma riuscirà a scappare e salvarsi, anche se la coraggiosa pirata verrà ferita in maniera molto seria.

Mentre in mare si svolge la battaglia per l’onore di Vane, a Nassau Flint, Silver e Madi, la donna guerriera di Silver, cercano di riprendersi l’isola aiutati anche da Billy che ormai impazzito, uccide chiunque non stia dalla loro parte a prescindere dal fatto che si tratti di una una donna, un vecchio, un uomo o un bambino. I pochi che si salvano, cercano di barricarsi nel vecchio fortino di Vane ma Eleanor e Max stanche di lottare, decidono di parlare con i pirati per trattare la loro resa e quella del governatore.

Nonostante la moglie chieda la resa il governatore Roger decide di non accettarla e a sua insaputa, decide di chiedere l’aiuto degli spagnoli che in un attacco uccideranno Eleanor e rapiranno Madi.
Se devo dire la verità, benché Eleanor in questa stagione sia diventata più umana (forse anche per la gravidanza inattesa) non ho provato pietà per la sua morte, anzi è stata la fine che si meritava e che auspicavo già qualche stagione prima, magari per mano di Vane.
Sì perchè in questa serie, gli uomini valorosi tutti d’un pezzo, diventano burro davanti alla persona che amano.
Torniamo a noi!
Per due puntate Silver è nello sconforto totale: la sua donna, il suo amore, è stato ucciso (eh si! E’ questo che pensiamo tutti), non ragiona più e sarà proprio il suo amico fraterno (perchè è questo che in realtà sono) il Capitano Flint a fargli superare il trauma, a ricordargli le parole che gli aveva detto lui quando era nel baratro a causa dell’uccisione della moglie (amica e prima moglie del suo vero amore Thomas, eh sì per chi non lo sa avete capito bene, Flint il pirata famigerato, è gay)
e si aprirà la caccia al governatore per stanarlo e ucciderlo.
Nell’ultima puntata che come effetti scenici ricorda moltissimo Pirati dei Caraibi finalmente Roger viene catturato e processato, a Nassau torna la pace e Max comanda su tutti, Anne e Jack continuano a solcare i mari e Flint?

Flint lo troviamo su un isola; Silver prima della lotta di Nassau l’aveva mandato ad indagare su una piantagione ubicata in un posto molto lontano in cui le famiglie londinesi mandavano i propri cari, rei di aver un comportamento violento o “particolare”, in esilio e dove un viaggiatore gli aveva detto che avrebbe trovato Thomas. Sì avete letto bene: Thomas non è stato ucciso ma mandato in esilio per il suo essere gay ed è lì che lo ritrova il nostro capitano e da quel momento, i due vivranno insieme per sempre

Ora scommetto che vi state chiedendo cosa succede a Silver, beh lui non ha vita facile con la sua donna che non accetta subito la decisone del suo uomo di non volere la guerra e che abbia allontanato l’unico in grado di poter guidare le flotte di pirati: Flint. Ma dopo averlo allontanato ci ripensa e decide di perdonarlo (vorrei ben dire con tutto quello che ha patito il ragazzo è il minimo!) e vivere con lui.

Chi ha seguito la serie, si accorgerà che nonostante ci siano degli spoiler non ho voluto raccontare proprio tutto quello che accade per lasciare un pochino di suspence a beneficio di coloro che ancora non l’anno vista.

Personalmente spero di poter vedere una quinta stagione, anche se credo che non avverrà mai

alla prossima

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS