Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione serie TV: “Belgravia” – 1×04

Recensione serie TV: “Belgravia” – 1×04

Progetto grafico a cura di Eve

Phedre: Eccoci Dany alla quarta puntata, ne mancano due e poi sapremo quale sarà il finale della storia. Ti è piaciuto questo episodio?

Dany: Sinceramente? No, l’ho trovato noioso e insapore come un trito tritato più volte e cucinato con olio di semi generici, tu?

Phedre: A me NI, ho un sacco di cose da discutere con te, dai, iniziamo con il solito recap!

Lo scorso episodio si era concluso con il simpatico presunto erede (John) che aveva offerto del denaro, in cambio di informazioni su Charles Pope, al maggiordomo Turton e alla cameriera di Anne, Ellis, propensi ad aiutarlo. In questo Bellasis cerca di aiutare suo padre, portandolo da uno strozzino polacco (cosa che mi è sembrata uno stereotipo e non mi è piaciuta), che però si rifiuta di prestare i soldi a Steven, non avendo garanzie che egli possa restituirli.

Vedremo poi successivamente che sarà il conte di Brockenhurst a dare al fratello dei soldi per tenere a bada i suoi creditori e qui ancora di più è evidente il contrasto tra la nobiltà d’animo del conte e la squallidità di Steven, che non ha tra l’altro neanche un po’ di amore per il proprio ruolo di pastore e continua a fare figure caprine!

Dany: Mi fa una gran pena la moglie di Steven, da una parte ha un marito che scialacqua ogni singolo centesimo e dall’altra il figlio che non fa diversamente. Poraccia!

Phedre: Qui ti volevo, il presunto erede, per il quale cara Dany, non ti nascondo che incomincio a provare una predilezione, continua a cercare di cavare informazioni su Pope e fa pressione su Ellis, la quale va a casa Brockenhurst con la scusa che la sua padrona avrebbe dimenticato un ventaglio. Con un espediente interroga la cameriera di Caroline che però si rende presto conto di cosa stia succedendo e la manda via.

Questa scena mi ha molto colpito, è abbastanza evidente il contrasto tra i servitori dei Trechard, che nonostante loro siano gentili, sono tutti infami, assolutamente sleali e quasi schifati dei loro padroni e la servitù dei conti, che invece è profondamente diversa: sia Jekins, sia la cameriera della Contessa mi ricordano molto Carson e i nostri amati di Downton, che si sentono parte integrante della famiglia e non la tradirebbero mai. Ciò sicuramente vuol mettere l’accento su come servitori migliori e più leali possano essere più propensi, per la mentalità dell’epoca, a servire famiglie nobili, di cui essere fieri, piuttosto che famiglie di neo-arricchiti, come sono i Trechard, cosa sinceramente molto triste.

Dany: Credo che il concetto sia più complesso di come lo hai presentato, mi torna in mente il discorso di Ellis, mentre sono nella tenuta di Glenwille, il quale era abbastanza allarmista. Sostanzialmente tra i servitori e i Trenchard non sussistono differenze di classe, ma di denaro. Quindi l’invidia, che è una gran brutta bestia, è alla base di questa dinamica servo e padrone. Ciò non vale per i nobili, perché a separarli dalla classe borghese c’è un diverso diritto di nascita. Certo che Ellis è davvero insopportabile, crede di essere insostituibile e invece, a mio parere farà una pessima fine.

Phedre: Sì infatti  è veramente un personaggio negativo, da quello che racconta a Brockenhurst, persino Speer a suo modo è meglio.

Ellis serve Anne da almeno 25 anni, dovrebbe esserle affezionata e inoltre risulta strano che non si sia accorta di ciò che è successo a Sophia. Secondo me, dopo aver visto il ritratto del defunto Bellasis, potrebbe associarlo a Charles, vista la loro somiglianza e fare due più due.

Dany: Ma se neanche il Conte Brokenhurst, malgrado la somiglianza totale tra suo figlio e Charles ha fatto il collegamento, figuriamoci Ellis, secondo me è più probabile lo faccia John con l’aiuto dell’amante. Comunque hai ragione sull’erede viscidone, piace un sacco anche a me, più di Charles Pope, anche se non mi dispiacerebbe partire con lui per l’India. Invece non sopporto Maria Gray, sarà che detestavo il suo personaggio nel film Miss Peregrine, ma i suoi enormi occhi mi mettono una certa inquietudine!

Phedre: Anche a me non piace e gli amanti del libro sono concordi nel dire che se la aspettavano diversa!

Comunque… Sembra che il piano di Lady Brokenhurst sul far parlare di Charles Pope stia avendo successo, difatti lei, Anne e la tua cara Maria vanno a fare visita a Charles, con una scusa, e le due donne più anziane comprendono che tra i due ragazzi c’è del tenero, cosa di cui si accorge anche il presunto erede, arrivato a sorpresa, per cercare di capire qualcosa riguardo a Pope e a “marcare il territorio”. Più tardi Caroline informa Anne della visita della sua domestica e speriamo che Ellis venga scoperta presto.

Dany: Marcare il territorio! Che scena divertente, ed è ancora più esilarante quando John dice che la testa di Charles è piena di cotone! Era da Via col Vento che non mi interessavo tanto a questo tipo di tessuto!

Phedre: Diciamo che il ragazzo è un po’ ovattato, mentre John scemo non è, infatti si incontra con Susan, ormai ai suoi piedi e le chiede di accompagnare i suoceri nella loro casa di campagna, per spiarli. Mentre sono lì, Oliver sempre più adirato con il padre per il trattamento che riserva a Charles, fa una scenata e sinceramente fa anche un po’ tenerezza quest’uomo che, non avendo la stessa destrezza del padre negli affari, probabilmente si sente poco amato. Anne cerca di consolarlo, ma lo fa goffamente e durante una chiacchierata con Susan, lei che non si tiene mai un “cecio” in bocca, si lascia sfuggire che Charles non è un estraneo, frase che viene prontamente riportata da lei al presunto erede. In campagna Susan si accorge di essere probabilmente incinta e ovviamente immagina che il figlio possa essere di John, motivo per cui la furba Speer la invita ad avere rapporti con il marito per coprire la cosa.

Dany: altro che rapporti! Ma di cosa sono fatti i muri? Cartapesta? Perfino i suoceri non riuscivano a dormire dal baccano!

Un’altra che non perde tempo è Maria, che nel finale, scappa dalle grinfie della sua cameriera e si incontra con Charles, con cui non si perde in frasi allusive per il suo cotone, e ci dà dentro come una ninfomane arrapata, dando scena davanti a tutti!!!

Phedre: ma Dany che cavolo dici?? Non succede questo, si dichiarano e basta, mantenendo una virginale distanza.

Dany: Phedre era solo per ravvivare questa recensione, che sta diventando pallosa come la puntata!

Fossi stata in Maria avrei proposto a Pope di scappare in India, invece…

Phedre: invece Maria dice a sua madre che non sposerà John, perché non pensa di amarlo. Per tutta risposta la madre la minaccia duramente. Quale sarà il modo in cui le impedirà di decidere per se stessa? La brucerà viva come ha fatto con Shireen? ( ops ho sbagliato serie, ma niente, non la perdonerò mai). Vedremo!

Dany: ho l’impressione, vedendo serie di questo genere, che le madri facessero di tutto per vedere le figlie infelici come loro, che assurdità! In conclusione cosa te ne pare?

Phedre: Devo dire che mi è piaciuta molto la parte che ha coinvolto la servitù e tutto ciò che ha riguardato il presunto erede, che devo dire è un gran bel personaggio. Probabilmente è merito anche dell’attore che lo interpreta, ma è molto più interessante di Charles, che ahimè è piuttosto piatto, troppo perfettino e ingenuo. È possibile che non si chieda il perché di tutto questo improvviso interesse e non si sforzi di scoprirne il vero motivo? Lo trovo anche troppo passivo nei riguardi di Maria che invece a sua volta trovo troppo intraprendente.

Mi sto invece affezionando a Oliver e a Susan, entrambi infelici e che spero troveranno un lieto fine, anche se sarà molto difficile. Inoltre credo che mentre Caroline sia un personaggio ben delineato e coerente, Anne invece appaia abbastanza contradditoria. Da un lato attenta a non scoprirsi, dall’altro parla e agisce troppo d’istinto: mi piacerebbe che fosse lei a dirlo a tutti, farebbe sicuramente un gesto apprezzabile.

Dany: Susan e Oliver mi piacciono tantissimo, e anche John, ma Anne proprio la detesto, si dà troppa importanza, come se solo lei avesse sofferto per la perdita della figlia, decisamente non ha capacità empatiche e quel suo schermarsi dietro quella salsiccia di cane che si porta sempre dietro è ridicolo. È una donna che veramente non è mai riuscita a prendere posizione, come se si crogiolasse della sua ipocrisia e falsità! La Contessa invece è pronta a lottare con le unghie e con i denti per ottenere ciò che vuole. Vedremo chi delle due la spunterà!

Phedre: Dopo avervi raccontato le nostre impressioni e sperando che nella prossima puntata succeda qualcosa di più emozionante, non ci resta che darvi appuntamento a presto!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento