Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “La serie di Mike Summers” di Monica Lombardi

Recensione: “La serie di Mike Summers” di Monica Lombardi

Questa volta la mia recensione voglio dedicarla ad un’autrice italiana che ho scoperto, mio rammarico, troppo tardi: Monica Lombardi e la sua serie Mike Summers.

Trama

01 Scatole cinesi Romanticamente Fantasy

 

Atlanta, Georgia, novembre 2007 Mike Summers, tenente della Homicide Unit della Polizia di Atlanta, viene chiamato ad indagare sulla morte di una giovane e bella programmatrice, ritrovata senza vita nella sua vasca da bagno. Per Mike ogni caso è un puzzle da risolvere e l’omicidio di Vanessa Dunhill non fa eccezione: se riuscirà a trovare tutti i pezzi, l’immagine che cristallizza il momento del delitto non tarderà a formarsi. A Julia Dunhill qualcuno ha strappato l’unica famiglia che le restava. Sola, in una città che non conosce, l’unica àncora che le impedisce di andare alla deriva è il poliziotto determinato a svelare l’identità dell’assassino di sua sorella. Un poliziotto che non vuole coinvolgerla ma ha bisogno di lei più di quanto creda. Indizio dopo indizio, scatola dopo scatola, prima di avere le risposte che cercano Mike e Julia dovranno capire quanto possono fidarsi l’uno dell’altra. Solo così potranno individuare quell’unica traccia in grado di raccontare la verità, nascosta sotto strati di apparenza, nella scatola più piccola del gioco di incastri. Il primo indimenticabile caso di un poliziotto che, con la sua intelligenza e la sua eleganza, ha conquistato lettori e lettrici di gialli e di romance.

02 Labirinto Romanticamente Fantasy

Ci sono due tipi di passato: quello che dimentichiamo, e quello che ritorna. Atlanta, aprile 2008. Non ci sono giorni né orari per gli omicidi. Lo sa bene Mike Summers, tenente della Homicide Unit di Atlanta, perché è il suo lavoro. Scandagliare la scena del delitto e la vita della vittima per trovare il filo che può condurre, a ritroso, alla verità. Come il famoso filo, che guidò l’eroe attraverso i meandri del labirinto. Questa volta il Labirinto esiste davvero. È un mondo virtuale, una città piena di luci, come Atlanta di notte, altrettanto eccitante e pericolosa. Con l’aiuto di Julia Dunhill, abile programmatrice e presenza importante nella sua vita, Summers è determinato a svelare i misteri del Labirinto. Qualcuno, però, lo sta osservando. Qualcuno che appartiene al passato, al suo passato. Quello che parte come un normale caso di omicidio, diventa l’inizio di un incubo, come gli strani sogni che agitano le sue notti, spalancando l’antro buio in cui aveva rinchiuso dolori e ricordi. Il passato torna a tormentarlo ma è dal presente che arriva la minaccia che potrebbe cancellare la sua nuova vita, con una devastante, crudele pennellata nera. Come dieci anni prima, Mike rischia di perdere tutto. Questa volta, però, è pronto a lottare con tutte le sue forze per difendere ciò gli appartiene. Il romanzo con il quale i lettori hanno scoperto Mike Summers: l’uomo dietro al brillante e caparbio poliziotto.

03 Gambler Romanticamente Fantasy

Sei pronto ad iniziare la partita? Las Vegas, giugno 2008 Mike Summers deve lasciare Atlanta per qualche giorno per partecipare a un convegno di criminologia a Las Vegas. Ne farebbe volentieri a meno, non gli piace l’idea di rimanere inattivo quando alla Omicidi sono costantemente in lotta contro il tempo. Inoltre, è giunto il momento di mettere ordine nella sua vita – non può più aspettare. Ma non può sottrarsi all’impegno e il suo capitano è addirittura convinto che una pausa gli farà bene. Ciò che nessuno dei due può prevedere è che la pausa sarà, in realtà, solo un cambio di scena, perché qualcuno ha puntato l’attenzione su quell’insolito raduno di poliziotti provenienti da tutto il paese. Qualcuno che si firma Gambler e, come un vero giocatore, sceglie un mazzo di carte per presentarsi. Mike e il suo amico e collega, Alex Newman, sono i primi a cercare di scoprire le regole del gioco, per rendersi presto conto che Gambler le modifica a suo piacimento, rilanciando senza dar loro il tempo di capire che cosa ha in mano. La partita diventa una vera e propria sfida quando al tavolo arriva l’FBI. Il dedalo di corridoi degli alberghi di Las Vegas, i suoi rumorosi casinò aperti a ogni ora del giorno e della notte, lo Strip con le sue mille insegne al neon che rendono la città un faro nel deserto si trasformano, allora, in un incubo per un pugno di poliziotti chiamati a fermare un criminale con un progetto misterioso e letale, che procede con la precisione e il rullio vittorioso di una scala reale. Perché picche è il seme della vendetta. E l’unico modo per fermare Gambler sarà giocare.

04 Scacco matto Romanticamente Fantasy

Sono tornati tutti perché è tornato lui. Las Vegas, agosto 2008. Un pentacolo disegnato sulla pelle di una vittima brutalmente assassinata, un padre mai conosciuto davvero, una ragazza scomparsa. Tre eventi che non hanno nulla in comune salvo, forse, le luci artificiali di Las Vegas, la città nel deserto, la città del sole, del gioco e della follia. Qualcuno trama all’ombra dei suoi leggendari hotel, pronto a servirsi di chiunque, di qualsiasi mezzo, per tessere la sua ragnatela, i cui fili sembrano condurre a Forrester Mansion, solitario ritiro nell’arido paesaggio del Nevada. Tra il nero e il carminio di macabri rituali e il glamour dei casinò, Mike Summers e Alex Newman sono di nuovo insieme per affrontare il Male. Accanto a loro, l’agente speciale Paula Wellmann e due preziose, insostituibili alleate. Questa volta la posta in gioco è ancora più alta, questa volta, perdere la partita potrebbe significare perdere tutto…

Recensione

Ho avuto gli ebook della serie di Mike Summers sul mio e-reader per mesi, senza averne iniziato la lettura, presa dalle nuove uscite o dalle recensioni che si susseguivano. Ed è proprio grazie ad una recensione che, finalmente, ho potuto dedicarmi alla loro lettura. Grazie a Vertigo, divorato letteralmente in poche ore e di cui ho scritto un giudizio entusiastico, ho conosciuto virtualmente Monica e ho voluto saperne di più. Come conoscerla meglio, se non attraverso le sue opere? Ero rimasta affascinata dallo stile diretto e pulito, dalla cura dei particolari e dal fatto che la parte romance e quella crime non si oscurassero a vicenda, ma bensì si integrassero perfettamente esaltandosi a vicenda. Ora dovevo avere la conferma di tutte quelle sensazioni positive e cosa potevo fare se non prendere tra le mani, finalmente, questa serie? Ho ritrovato lo stile, la scorrevolezza, la dovizia di particolari, la logica che deve caratterizzare ogni libro con una buone base giallistica, e la parte romance, curatissima, sensuale e mai volgare ma, soprattutto, dei personaggi fantastici. Innanzitutto, niente trentenni palestrati e bellezze ventenni, ingenue e verginali. Finalmente uomini e donne quarantenni affascinanti, non per le prestazioni sessuali al limite dell’assurdo, per i muscoli perfettamente scolpiti, per i visi perfetti o i corpi reali solo grazie a Photoshop, ma cervelli, sentimenti e personalità. Certo che l’occhio vuole la sua parte, ma qui il coinvolgimento è diverso. In ogni libro, le danze si aprono subito con il crudo e freddo reato. Non vi racconto NULLA delle trame se non quello che è riportato sopra, sarebbe un vero sacrilegio per ogni amante dei gialli. Preferisco soffermarmi sulle dinamiche di questi personaggi, intorno alle quali comunque ruota tutta la storia.
Il protagonista di questa serie, Mike Summers, detective della squadra omicidi di Atlanta è un uomo concentrato sul suo lavoro, con alle spalle qualcosa di profondamente doloroso, di cui veniamo a conoscenza insieme a Julia, la sua compagna, solo nel secondo libro della serie. I due si conoscono nelle tragiche circostanze che coinvolgono Julia in Scatole cinesi e Mike sfoggia, mentre si innamora lentamente di questa donna, tutta la sua onestà. Mike è un puro, un vero gentiluomo, non approfitta mai della situazione né dello stato di debolezza in cui si trova inevitabilmente Julia, distrutta dalla morte della sorella, anzi, le lascia tutti i suoi spazi, lascia che riprenda padronanza di se stessa, che esca dal pantano del dolore, restandole semplicemente accanto e tutto quello che nasce tra loro è così fluido e naturale, da essere inevitabile. Mike parla con noi lettori, snocciola i suoi ragionamenti e questa sua logica ci rende inevitabilmente coinvolti, partecipi delle indagini, pronti anche noi a dire la nostra, caratteristica di grandissimo pregio dello stile di questa autrice. A fine volume, a indagine risolta, ci sentiamo un po’ orfane, anche se con un sorrisetto sulle labbra. Mike ci manca già e Julia è oggetto di tutta la nostra invidia. Del resto, quando ti ricapita uno così?
Mike e Julia Ma Monica non ci fa aspettare e, da brava scrittrice, con una vena sadica che anche recentemente ha sfoggiato, ci pianta una coltellata al cuore.

Labirinto è distruttivo. Innanzitutto, riapre proprio la vecchia ferita di Mike, la sua perdita più grande. Il ricordo rivissuto in maniera quasi fedele, unito alla paura di riviverlo realmente, lo rende fragile, quasi stordito; i suoi ragionamenti, così logici nel primo libro, sembrano perdere il filo, schiacciati dalle emozioni. Sarà la coralità della squadra ad aiutarlo, sarà Julia ad essere la più forte adesso, ma qui quello che conta non è soltanto risolvere il caso, combattere una battaglia contro un assassino, ma salvare Mike non solo da un labirinto informatico particolarmente elaborato e di cui si fatica a trovare la soluzione, ma anche da un labirinto mentale, che segue una logica sbagliata e che può portare solo ad una conclusione: alla coltellata al cuore. Ho reagito come Julia: stizzita, attonita, incredula ma non sconfitta. Eh no, non ci sto. Dov’è finito il Mike affascinante poliziotto gentiluomo? Ho pensato a chi, poveraccio, non aveva tra le mani Gambler, per poter riprendere in mano la matassa e mi sono consolata. Così, alle 2 di notte, invece di dormire, ho lasciato Atlanta e sono finita a Las Vegas. Nuova città, nuovi compagni di lavoro ma sempre lei: Julia. Ormai consulente della polizia di Atlanta, ritrova Mike in un convegno e rimangono invischiati in un gioco ad alti livelli: poliziotti uccisi, FBI in campo e un assassino di tutto rispetto. Nuovi compagni, abbiamo detto, e così facciamo conoscenza del detective Alex Newmann, della giornalista Billy Dexter, dell’agente FBI Paula Wellman, tutti collegati in questa indagine ad alto rischio. Mike prosegue le indagini con Alex, suo vecchio amico, affascinante pure lui, con occhi color cioccolato fuso in cui perdersi, con Paula Wellman, donna tutta d’un pezzo, a capo di una squadra di federali che sa come cogliere le opportunità e sa comprendere quanto le loro capacità, investigative e non, li rendano non soltanto squadra ma anche amici. La coralità è, ancora una volta, l’arma vincente. Mike, da buon poliziotto, non molla mai l’osso, nemmeno nei sentimenti. I mesi di lontananza forzata che si è autoimposto non sono serviti a nulla, non hanno mitigato gli animi, lo hanno solo tenuto distante dalla donna che ama, e se l’avesse persa? Gli starebbe quasi bene una bella lezioncina e Julia non gliela risparmia proprio (rendendomi felice!). Il tutto mentre Mike sa che sarà la prossima vittima di Gambler. Come non essere in fibrillazione? Da un lato, vogliamo che non muoia, dall’altro vogliamo che la coppia torni insieme. Intanto seguiamo l’attrazione che nasce, e fa già scintille, tra Alex e Billy; il tutto condito da una logica perversa, che sta mietendo vittime giornaliere. Gambler è il classico libro ad alto tasso adrenalinico, capace di tenerti inchiodato fino alla conclusione, ma è anche la prima parte di un unico episodio la cui fine lascia spazio a Scacco matto, degna conclusione di questa indagine. Come detto, Gambler lascia tutto aperto: tiriamo diversi sospiri di sollievo ma la vicenda è ancora in sospeso. Così i nostri protagonisti si ritrovano insieme, di nuovo, a Las Vegas, legati a doppio filo, in uno schema perfettamente elaborato.
BillY e Alex

Scacco Matto, però, non è il libro di Mike ma il libro di Alex, e ce ne accorgiamo da subito. La coppia Mike-Julia è tranquilla, passionale sì, ma senza mai strafare, proprio come sono loro: intensi, innamorati, mai fuori dalle righe. La loro coppia emana sicurezza, intesa fisica e intellettuale, è il prototipo della coppia in cui due persone si sono amalgamate e hanno accettato in pieno le difficoltà delle personali professioni, facendone quasi un punto di forza. Il loro scopo è la famiglia, superando le paure che ancora albergano nel cuore di Mike. Alex e Billy non sono ancora coppia, sono in rodaggio ma bruciano, eccome se bruciano. I loro corpi si bramano tanto quanto i loro cervelli si scontrano. Riusciranno a trovare la giusta intesa tra omicidi, rapimenti, sette sataniche, ex mogli particolarmente insopportabili e tra due professioni incompatibili come quelle di poliziotto e giornalista? Le indagini avranno anche il loro marchio, tra l’irascibilità da classico maschio alfa che rappresenta Alex e i colpi di testa di Billy, troppo abituata a fare sempre e comunque da sola. Gli eventi precipitano un paio di volte facendoci sobbalzare, ma i nostri poliziotti così diversi, eppure così uguali, ce la faranno anche questa volta.
Ora che dire? Mi sono persa nei sogni, tra le braccia di tutti e due. Mike e Alex sembrano le due facce della stessa medaglia: acqua e fuoco, bianco e nero, ma adesso come si può leggere un altro libro senza la loro presenza in contemporanea? Monica, spero che tu abbia trovato la soluzione perché, ormai, ci hai abituate troppo bene e questa squadra non si tocca. Aspettiamo, quindi, e mentre la sappiamo impegnatissima nella stesura della nuova serie, mi do una riletta a Labirinto: le coltellate al cuore sono le mie preferite!

Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di:

Madau

Editing a cura di:

Elettra

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: Amami prima che vengano a prendermi: Un’intensa storia d’amore gay ai tempi della Seconda Guerra Mondiale di Giulia Amaranto

  Una notte, nel pieno della II Guerra ...