Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: “Senza far rumore” di Rosa Campanile (Sweet Surrender Series #1)

Recensione: “Senza far rumore” di Rosa Campanile (Sweet Surrender Series #1)

 

“A te hanno spezzato il cuore. Il mio, invece, l’hanno preso e portato via con la forza.” Bastano cinque parole pronunciate dalla donna che credeva di amare per far sì che la vita di Tyler Keyes venga stravolta e il suo cuore si spezzi in due. La stessa notte, ma a settecento miglia di distanza, la parte migliore della vita di April Holland scompare per sempre per colpa di una tragica fatalità. Alla ricerca di una nuova prospettiva di sé, Tyler parte in un viaggio on the road. April, invece, nel tentativo di colmare il vuoto che ha dentro, volta pagina nel modo più sbagliato possibile. Il caso farà incrociare le strade dei due ragazzi, e complice un’attrazione a cui è difficile resistere, Tyler e April si legano l’uno all’altra. Ma il destino non ha ancora terminato con loro. Qualcosa che non si aspettano accadrà. Qualcosa che li porterà a realizzare che non c’è resa più dolce di quella dell’amore

Credete nel destino? Questa è una domanda a cui io non ho mai saputo rispondere, ma proprio il fato giocherà un ruolo fondamentale nella storia dei nostri protagonisti.

Questo è un libro tutto incentrato sulla forza, che alcune volte si deve trovare, per rimettere in piedi la propria vita e per riuscire a ricucire un cuore (due in questo caso) fatto in mille piccoli pezzi.

Tyler e April, così diversi ma allo stesso tempo con un dolore comune: la perdita di una persona amata. Lui ha perso una delle persone più care per volontà di quest’ultima, mentre quella di April è stata una conseguenza di un evento inaspettato che ha stravolto la sua vita e delle persone a lei vicine.

Nella vita di ognuno di noi, ne ero sicura, c’è uno o più punti precisi, in cui accade un evento talmente influente che incide a fondo l’anima di chi lo vive. Così in profondità che l’esistenza, dopo tale mutamento, non potrà per forza di cose essere più la stessa.

I due affronteranno  il loro dolore, in un certo senso nello stesso identico modo, cercando di chiudersi in loro stessi, escludendo le persone che cercheranno di aiutarli e per ultimo… Scappando.

Tyler, poco dopo l’abbandono della fidanzata, decide di intraprendere un viaggio a cui già pensava da un po’, cercando nuovi stimoli per la passione che ormai ha messo da parte per troppo tempo, la fotografia. April, dal canto suo,  in seguito alla morte del fratello a cui era moto legata, cambia atteggiamento verso la vita. Non è più la figlia modello che tutti i genitori vorrebbero avere diventa, anzi ,una ragazza quasi problematica che accumula giorno dopo giorno errori, ma anche rabbia. Fin quando non decide di abbandonare tutto, amici, famiglia e studi per partire e  affrontare un nuovo cammino da sola.

I due protagonisti, grazie a una serie di eventi e all’intervento della sorella di Tyler, si ritroveranno a dividere la stessa casa e, pian piano, scopriranno le loro moltissime similitudini, tanto da entrare in profonda sintonia. Ma se Tyler, grazie anche al viaggio che ha appeno concluso, è riuscito a riappropriarsi del  proprio cuore, April ha ancora una strada impervia da affrontare.

 <<Perché l’hai fatto? Perché sei partita da Boston?>> In pratica, la stessa domanda che gli avevo fatto io quella mattina, a cui aveva risposto con tale franchezza da lasciarmi stupefatta. Potevo rispondergli con altrettanta sincerità?.

<< A te hanno spezzato il cuore. Il mio, invece, l’hanno preso e portato via con forza.>>

 Sarà merito di Tyler il cammino di rinascita della nostra April. Grazie a lui riuscirà ad aprirsi e a valutare, sotto altri punti di vista, la situazione. Capirà che il dolore che ha dovuto affrontare è lo stesso medesimo dolore che hanno dovuto affrontare i suoi cari e riuscirà, con questa nuova consapevolezza, a far riemergere la ragazza che era stata un tempo.

[…]Perché nessuno mai mi aveva detto le parole che avevo bisogno di sentire, quelle che potevano alleggerire il dolore del mio cuore per più di qualche labile istante, nel modo in cui l’aveva fatto Tyler. In molti di avevano provato, ma non erano neanche arrivati a toccare il nucleo pulsante che mi faceva male.

Nonostante la profonda connessione tra i due, Tyler e April, decideranno però di mantenere la loro relazione sul piano dell’amicizia  perché entrambi non pronti e forse non desiderosi di legarsi a qualcuno in modo ancora più profondo. Ma com’è il vecchio detto? Al cuore non si comanda…

Le scene erotiche sono descritte bene, con dovizia di particolari ma mai volgari, questo secondo me è un punto decisamente a favore della scrittrice perché non credo sia così semplice narrare alcuni dettagli senza cadere nell’eccesso.

Non voglio raccontarvi altro perché è una storia assolutamente da leggere. Superato lo scoglio iniziale dei primi capitoli, che ho trovato un pochino lenti, sarete rapite dalle pagine e dai protagonisti. Tyler mi è piaciuto moltissimo, un ragazzo con la testa sulle spalle, affidabile e che, dopo essersi guardato dentro, sa bene cosa vuole. April invece, dopo una prima impressione da ragazza dura, si scopre essere un’anima sensibile, fragile ma che con la persona giusta al suo fianco troverà la forza per riaprirsi alla vita e alle emozioni. La storia, inoltre, ha personaggi secondari ben caratterizzati e incastrati nella trama e avranno un ruolo decisivo nella vita di Tyler e April. Se non erro questo volume dovrebbe anche essere il primo di una serie (tranquille… non ha un finale aperto) e non vedo l’ora di leggere i successivi perché ho individuato non una, ma ben due possibili coppie che promettono, già da adesso, di farci altrettanto emozionare. Chi sarà il prossimo? L’amico un po’ fuori di testa di Ty oppure il bel tatuatore amico di April? Non ci rimane che aspettare!

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

  “A te hanno spezzato il cuore. Il mio, invece, l’hanno preso e portato via con la forza.” Bastano cinque parole pronunciate dalla donna che credeva di amare per far sì che la vita di Tyler Keyes venga stravolta e il suo cuore si spezzi in due. La stessa notte, ma a settecento miglia di distanza, la parte migliore della vita di April Holland scompare per sempre per colpa di una tragica fatalità. Alla ricerca di una nuova prospettiva di sé, Tyler parte in un viaggio on the road. April, invece, nel tentativo di colmare il vuoto che ha dentro,&hellip;

Score

Voto Miky 4

Voto Utenti : 4.63 ( 3 voti)

StaffRFS

StaffRFS