Home / Paranormal Romance / Recensione: “Il segreto della regina rossa (Il mio splendido migliore amico Vol. 3)” di A.G. Howard

Recensione: “Il segreto della regina rossa (Il mio splendido migliore amico Vol. 3)” di A.G. Howard

Trama rosa

Dopo essere sopravvissuta al disastroso ballo, Alyssa si sente più coraggiosa che mai ed è decisa, nonostante sia una follia, a salvare i suoi due mondi e le persone che ama.
Anche se questo significa sfidare Rossa, sua acerrima nemica, su un campo minato da trucchi e astuzie. E l’unico modo per raggiungere il Paese delle Meraviglie, ora che la tana del coniglio è chiusa, è quello di attraversare il Paese dello Specchio, una dimensione parallela popolata da pericolosi mutanti. Con l’aiuto del padre, Alyssa affronta così il viaggio verso il centro della magia e del caos alla ricerca di sua madre. Riuscirà, insieme a Jeb e Morpheus, a salvare il mondo dalla distruzione in cui è intrappolato?

Recensione rosa

Siamo giunti all’ultimo capitolo di questa fantastica trilogia. Il Segreto della Regina Rossa contiene tutto ciò che avrei voluto trovare nei libri precedenti. Finalmente, infatti, l’autrice ci racconta il passato dell’antagonista principale e quanto abbia influito sulla sua crudeltà e follia. E credetemi, non è per niente rose e fiori.
Alyssa deve tornare a DovunqueAltrove, il luogo più cupo e pericoloso del Sottomondo, per liberare Jeb e sua madre. Per farlo ha bisogno di tutto l’aiuto possibile: decide, così, di portare suo padre sul treno dei ricordi pur sapendo che, facendogli rivivere quello che è accaduto quando era ancora bambino, l’avrebbe fatto soffrire. Scopriamo che Thomas è stato un cavaliere della guardia reale a servizio di Rossa e che Allison ha deciso di cancellargli la memoria per concedergli una seconda opportunità nel mondo reale.
Mentre viaggiano sul treno, Al entra in contatto con i ricordi perduti della perfida Rossa, rivelandoci la sua difficile vita: una vita da regina dedita al suo popolo, pronta ad assumersi le proprie responsabilità per essere degna di indossare la corona.

Un giorno porterò i sogni al nostro popolo, padre. Ne troverò in abbondanza ovunque, non solo al cimitero. Un giorno libererò gli spiriti, così potranno dormire nei nostri giardini, bussare alla nostre finestre di notte e inciampare sui nostri piedi di giorno. Porterò la fantasia nel nostro mondo, così ognuno di noi potrà restare per sempre con quelli che ama”.

Allo stesso tempo, però, è perennemente paragonata alla sorellastra Granato. Colpita da una maledizione che le impedisce di ricordare qualsiasi cosa le venga detto nell’arco di un minuto, Granato è fragile e il padre, affranto dalla perdita della moglie, le rimane sempre accanto, togliendo attenzioni a Rossa, che soffre tantissimo.

La sua debolezza e il costante bisogno d’aiuto sono una gradita distrazione per il cuore addolorato del re, distrazione che non poteva certo trovare nel carattere forte e indipendente di Rossa.”

Quando Al arriva, con l’aiuto di Morpheus, a DovunqueAltrove, ritrova Jeb. Quest’ultimo, però, è cambiato: il Paese delle Meraviglie gli ha fatto perdere la sua umanità, rendendolo schiavo della magia che lentamente si insinua nella sua mente e comanda il suo corpo. Il dolce ragazzo che abbiamo incontrato finora, diventa un uomo duro, sicuro di sé, spavaldo e, se me lo concedete, ancora più figo.

Capisco perché ti sei lasciata sedurre dal potere. Mi basta agitare una mano per creare, uccidere, mutilare e guarire.” “Nessuno potrà più rendere me o le persone che amo delle vittime. Questo posto non è un inferno. E’ il paradiso. E io… io sono un dio”.

Dall’altro lato c’è Morpheus. Ah, Morpheus, quanto ti adoro! Questo suo essere calcolatore e ingannatore, ma allo stesso tempo innamorato, dolce e con una punta (dell’iceberg) di sano sarcasmo, è un mix perfetto. Colui che è disposto a tutto pur di salvare il suo mondo e la persona che ama.

Al contrario, mia regina, non riesco s immaginare niente di più eccitante che spogliarti lentamente delle tue difese, strato dopo strato, e mettere a nudo il tuo prezioso… segreto”

Insieme ai suoi fedeli e leali amici, Alyssa si ritroverà ad affrontare la battaglia finale sempre presa tra due fuochi: la paura di perdere il suo lato umano per sempre, abbandonando così la sua famiglia e Jeb, e il desiderio di vivere e regnare nel Paese delle Meraviglie accanto a Morpheus.

Devo fare la cosa giusta per tutti, ma non so quale sia. So soltanto che ognuno di voi ha bisogno di cose diverse. Tu, Jeb, i miei genitori, il Paese delle Meraviglie… Vorrei potermi dividere a metà e trasformarmi in due esseri distinti”.

Concludendo, il libro, pur mantenendo le solite descrizioni infinite, mi è piaciuto tantissimo. L’autrice tratta argomenti seri, come la violenza subita da Jeb da parte del padre quando era ancora un bambino. Gesti che lo inducono a credere di non poter essere una persona migliore ma diventare anch’egli altrettanto violento. Al svolgerà un compito importante: fargli capire che dalle esperienze negative della vita, c’è sempre un modo per rinascere.

Eri solo un bambino. Se li lasci proliferare, i sensi di colpa uccideranno tutto ciò che c’è di buono in te. Non sei come lui. Anche quando ti faceva male, tu non reagivi con violenza. E’ questo che ti rende una persona migliore: non il potere di fargli del male a tua volta, ma il potere di elevarti e aiutare tua sorella e tua madre ad avere una vita migliore nonostante tutto. Hai trovato un modo per fare tutto questo in maniera pacifica, attraverso la tua arte”.

La profondità con cui trasmette i pensieri di Rossa sono devastanti, portando il lettore a giustificare le sue azioni e a capirla. Concede alla protagonista la possibilità di vivere ed amare in egual modo i suoi migliori amici.
Intrighi e misteri, macchinazioni e scelte fanno si che Il segreto della Regina Rossa diventi un romanzo d’avventura. I personaggi prendono maggiore forma e consistenza. E l’epilogo… bè, l’epilogo è quello giusto, quello che ci fa credere che il Paese delle Meraviglie può esistere. Perché alla fine, se guardato con un pizzico di fantasia e un attimo di follia, anche il nostro mondo può essere meraviglioso.

Fiamme-Sensualità-Nulla NUOVA

Violenza-Nulla

Recensione a cura di

LadySnow

Editing a cura di:

Gioggi

Acquistabile qui

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “Dolce e Letale (Valetti Crime Family Vol. 3)” di Willow winters

Buongiorno Fenicette oggi la nostra Aina ha recensito ...