Home / Recensione libri / Recensione: Royal Love di Lauren Taylor

Recensione: Royal Love di Lauren Taylor

Titolo: Royal Love

Autore: Lauren Taylor

Genere: romance contemporaneo

Formato: solo ebook

Data di uscita: 2 Marzo 2020

Charlotte Eloise Alice Philips è terza in linea di successione al trono di Rosefield. Spensierata e poco attenta all’etichetta di corte, compiuti i diciotto anni dovrà fare i conti con le responsabilità che essere una reale comporta; ma, soprattutto, il matrimonio combinato con Damien, duca di Louchster, si avvicina. Nonostante Charlotte e Damien siano contrari al matrimonio, di comune accordo hanno deciso di reggere la farsa con la promessa, una volta sposati, di soprassedere sulle relazioni extraconiugali l’uno dell’altra. Tuttavia, durante un’intervista televisiva, iniziano a correre voci su una possibile relazione fra Charlotte e il suo bodyguard, Thomas. Così, per placare le acque, suo padre, Re Richard III, la obbliga a mostrarsi di più in pubblico con Damien e le vieta di dar confidenza al suo bodyguard. Eppure, più Charlotte prova a stargli lontano, più sembra difficile: Thomas è l’unico che sa starle accanto nei momenti di panico. Ha inizio così una lotta tra responsabilità di corte e sentimenti confusi che porterà Charlotte a dover scegliere tra l’obbedienza verso suo padre o la libertà di essere se stessa.

Questa è la storia di Charlotte, che non è una diciottenne come tutte le altre, ma addirittura una principessa!
Il libro comincia con la festa d’ingresso in società della ragazza, e devo dire che è il momento che ho maggiormente preferito, poiché ci vengono mostrate tutte le sue fragilità e insicurezze. Charlotte, a differenza delle ragazze della sua età, deve stare costantemente attenta a quello che dice e o fa, ogni sua parola o gesto potrebbe venir frainteso dai media e lei, che vive la sua vita sempre sotto i riflettori, non sempre riesce a dare il meglio di sé. I sentimenti di Charlotte vengono descritti molto bene dall’autrice, al punto da farci immedesimare immediatamente con lei.
Adesso, però, sono doverosi degli spoilers, e capirete presto il perché!
Purtroppo, mi duole dirlo, il racconto è una mera scopiazzatura della serie televisiva statunitense The royals del 2015. Ho veramente amato questa serie, la prima che abbia mai parlato di un’immaginaria famiglia reale inglese dei giorni nostri.
La serie tv ha come protagonisti i principi: Robert (il maggiore e più serio), Eleonor (quella che dà maggiormente adito agli scandali) e Liam (il fratello più vicino a Eleonor e col carattere più solare e spensierato dei tre); mentre nel libro ci sono: Edward, Charlotte e Aaron, tutti con le medesime caratteristiche.
Nella serie il re ha un fratello minore, Cyrus, che è sempre stato invidioso del fratello e ha due figlie, abbastanza stupide e che vestono in maniera eccentrica e pacchiana, anche loro invidiose dei cugini, di cui vorrebbero prendere il posto. Nel libro Charlotte ha, indovinate un po’,uno zio e delle cugine con le medesime caratteristiche fisiche e comportamentali.
Nella serie, Eleonor è quella che più di tutti cerca di mantenere viva la memoria del padre, scomparso improvvisamente, a cui era legatissima; nel libro Charlotte ha gli stessi atteggiamenti nei confronti della nonna, scomparsa quando era più piccola.
Entrambe si scoprono amate dal popolo e curano personalmente le proprie pagine social.
Potrei andare avanti con tanti piccoli dettagli, ma spero di aver reso abbastanza l’idea. Per chi come me ha visto la serie, è imbarazzante la somiglianza con il romanzo. Ma proviamo un attimo a soprassedere sulla questione e passiamo alla storia in sé.
Protagonista, insieme alla principessa Charlotte, è il bodyguard Thomas.
Di lui sappiamo che è poco più che ventenne, diplomato, si è addestrato all’Accademia Militare e segue Charlotte da anni… aspetta… da anni???? Insomma un ragazzo prodigio che ha sfidato le leggi della natura.
In uno dei viaggi di rappresentanza con il fratello Edward, Charlotte viene colta da un malore, e chi viene richiamato da palazzo per portarla all’ospedale? Proprio Thomas. La principessa, con al seguito una schiera di bodyguards e un intero enturage a disposizione, deve attendere per ore l’arrivo di una guardia che neanche è al suo servizio in quel periodo. Ma vabbè, concediamo pure una licenza artistica per far funzionare meglio la storia.
Il loro amore viene contrastato dal re, come nella serie tv l’amore tra Eleonor e Jasper, il suo bodyguard, dal fratello Robert, che alla morte del padre gli succede (ma davvero?). Thomas, non più al servizio di Charlotte, viene ferito da una pallottola per proteggere il principe Edward, suo nuovo protetto. Indovinate un po’ cosa succede nella serie tv? Jasper si becca una pallottola per proteggere Robert (no???!!!).
Entrambe corrono all’ospedale incuranti dell’opinione pubblica per dichiarare il proprio amore all’amato.
Continuo???
Credo di aver fornito abbastanza elementi per potervi sconsigliare l’acquisto di questo libro.
La storia è carina, la lettura scorrevole, mi sono piaciuti i dialoghi, nel complesso un romanzo gradevole, ma non posso assolutamente consigliare un’opera che copia palesemente il lavoro altrui.

 

ladykira

ladykira
Admin founder RFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “The Viking Chronicles 2 – L’ascesa” di Andretta Baldanza

AUTORE: Andretta Baldanza EDITORE: Delos Digital GENERE: fantasy ...