Home » Recensione libri » Recensioni MM » Recensione: “Risarcimento di sangue” di Ariel Tachna – Legami di sangue #4

Recensione: “Risarcimento di sangue” di Ariel Tachna – Legami di sangue #4

Dreamspinner Press, acquistabile qui

Trama

La guerra ha raggiunto la massima intensità ed entrambe le fazioni sono ormai al limite, quando i maghi oscuri mettono a segno una vittoria imprevista catturando Orlando St Clair. Devastato dalla preoccupazione e dal dolore per la separazione dal suo amante, Alain teme che, se anche riuscissero a ritrovarlo, il cuore e la mente di Orlando saranno ormai troppo danneggiati per poterlo salvare. 

Sapendo che l’alleanza sta attraversando un momento di difficoltà, Christophe Lombard, il più anziano e potente vampiro di Parigi, abbandona il suo isolamento autoimposto e si unisce alla battaglia. L’amico di Alain, Eric Simonet, che l’aveva tradito per unirsi ai maghi oscuri, si ritrova a dover scegliere tra vendetta e redenzione. E mentre la battaglia decisiva si avvicina, Jean, adirato per la cattura di Orlando, si trova di fronte alla decisione più difficile della sua non-vita: le loro azioni porteranno alla disfatta dell’alleanza o alla salvezza del mondo?

 

Recensione

Ho appena finito di asciugarmi le lacrime, l’epilogo mi ha “ucciso”, quindi signore/i fate scorta di fazzoletti perché alla fine piangerete, anche se il finale è perfetto… magnificamente, dolcissimamente, amorevolmente PERFETTO! Ma partiamo dall’inizio…

Alain, insieme a tutta la Milice, sta ancora cercando Orlando, rapito nell’altro libro da Serrier, il quale, ovviamente, tortura il povero vampiro per scoprire i punti deboli della sua razza e per avere informazioni. Nel frattempo tutti sono mobilitati nella ricerca, e impegnati a fermare gli attacchi dei maghi oscuri. Le relazioni iniziate continuano e alcune migliorano (quasi tutte), mentre una rimane decisamente ferma. D’altronde come si fa ad andare d’accordo con un vampiro di 400 anni, che crede di essere ancora nel 1600 (nei confronti delle donne) e che ha il cervello di un bambino di cinque anni? Avrete capito che sto parlando della coppia Jude ed Adèle. La povera maga ha dei problemi con il comportamento preistorico del vampiro, anche se l’attrazione fra loro è potente… staremo a vedere. Comunque, a parte loro, le altre coppie vanno magnificamente bene e si legano sempre di più: Marcel scopre di avere un compagno (ihihihih non vi dico chi è); l’amore tra Jean e Raimond è sempre più forte, anche se essi temono che, alla fine della guerra, visti i loro ruoli gerarchici, potranno o dovranno lasciarsi; David ed Angelique finalmente si avvicinano perché David comprende il passato di lei (alleluia, aaaalleluia); Caroline e Mireille affronteranno un danno di guerra che lascerà dei segni forse permanenti; Eric e Vincent saranno una scoperta piacevole; per Serrier io ballo la giga (capirete leggendo). E dopo tutto questo caos troviamo il giusto finale per questa stupenda storia di amore, accettazione, amicizia tra razze diverse, che scoprono di non essere poi così diverse, infatti basta scendere a compromessi da entrambe le parti per stare bene e vivere felici. Proprio alla fine, c’è poi questo atto d’amore immenso che mi ha colpito, una scelta così estrema, ma nello stesso tempo così perfetta per la loro storia. Mrs Tachna ha creato maghi e vampiri, li ha fatti unire e combattere, e mentre leggi la storia parteggi per una coppia o per l’altra, partecipi al loro dolore e alla loro gioia, come parte integrante della storia. Un libro da leggere (dopo i primi tre ovvio), anche per chi, come me, non ama le storie sulla magia. Vi assicuro che questi personaggi vi conquisteranno alla grande.

 

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

Asce-voto-1
Recensione a cura di: Tayla

Editing a cura di: Fiordiluna

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

Lascia un Commento