Home » Recensione libri » Recensione: Reid di Sasha Cottman -Serie Regency Rockstars

Recensione: Reid di Sasha Cottman -Serie Regency Rockstars

 

Titolo: Reid

Autore:Sasha Cottman

Serie: Serie Regency Rockstars

Editore: Mondadori

Data di pubblicazione: 4 Gennaio 2021

Rockstar e romanzo storico si incontrano Lord Reid Follett apprezza i benefici carnali che gli procura l’essere un eroe di guerra veterano di Waterloo. Tutte le donne di Londra vogliono andare a letto con lui. E Reid non è il tipo da deludere mai una signora.Ma gli allori militari stanno cominciando ad avvizzire. Reid e i suoi amici si ritrovano a essere sfidati da un gruppo di talentuosi musicisti italiani che stanno cominciando a rubare loro il posto nei cuori e nelle camere da letto delle donne viziose del ton.I ragazzacci d’Inghilterra devono dimostrarsi all’altezza della situazione e affrontare gli intrusi al loro stesso gioco. Con Reid alla guida e nel ruolo di baritono, nascono i Nobili Signori.Ma le doti canore di Reid non sono pari al suo ego e presto lui scopre che, per vincere, dovrà mettere da parte l’orgoglio e prendere lezioni di canto.La madre vedova Lavinia Jones è l’insegnante perfetta per lui: discreta e pronta a soddisfare le sue necessità. Il fatto che sia una tentatrice dai capelli scuri non è che un gradito extra. Reid ha intenzione di sfruttarla per ottenere ciò che desidera, per poi metterla da parte.Lavinia, tuttavia, non è una donna da poco e Reid scopre presto che è lei ad avere il coltello dalla parte del manico. Senza la sua guida, lui non riuscirà mai a padroneggiare il registro vocale giusto e a tornare alla sua vita da seduttore.Più strettamente i due collaborano e meno riescono a resistere l’uno all’altra. Un bollente rapporto sessuale fa sì che entrambi si chiedano dove finisca la musica e dove cominci il cuore.Ma Lavinia ha un passato segreto e Reid si ritrova improvvisamente geloso della donna che gli ha rubato il cuore.Riuscirà a mettere da parte il suo stile di vita sregolato per conquistare il cuore dell’unica donna che gli fa ribollire il sangue?La serie “Rockstar Regency” è un nuovo modo di interpretare il romanzo storico e rock. Ego spaventosi, donne maliziose e comportamenti scandalosi. E anche musica, da qualche parte.Storie di lord inglesi segnati dalla guerra e musicisti birbanti e delle donne che hanno il coraggio di amarli.

Reid è un romanzo autoconclusivo della serie “Rockstar Regency.”

 

 

La trama di questo libro, inizialmente, mi aveva affascinato molto, con le ambientazioni regency e l’idea un po’ alternativa di unire la musica al romance storico. Avevo delle belle aspettative che purtroppo sono state deluse. Questo perché la storia, che mi aveva tanto incuriosito, finisce per rivelarsi inverosimile. Un gruppo di lord del ton crea una band musicale per riconquistare l’orgoglio perduto a causa di alcuni musicisti italiani che fanno strage di donne. Una premessa singolare, con uno sviluppo delle vicende che cade nel grottesco.

Il protagonista di questo primo capitolo è Reid, che decide di prendere lezioni di canto da una giovane vedova, Lavinia; ebbene sì, i due, cederanno alla passione e si innamoreranno. Gli altri amici, nonché membri del gruppo musicale, nel frattempo, finiscono a fare da contorno e a partecipare in maniera marginale alle vicende generali. Ognuno di loro, infatti, mi ha solo fatto sorgere ulteriori domande ed è riuscito a sorprendermi in negativo per le azioni strane che compie.

Nonostante io ami i romance, in particolare gli storici, questo libro mi ha trasmesso ben poco, non mi sono né emozionata né commossa. La storia d’amore nasce e si sviluppa troppo in fretta, come se fosse caduta dal cielo o cupido avesse scoccato la sua freccia colpendo con un forte siero i due malcapitati. Va inoltre contro tutte quelle che sono le regole dell’epoca regency. Dal nulla, una donna caduta in disgrazia e ai margini della società viene accettata dalla famiglia di lui come se niente fosse, sinceramente? Surreale.

Infine come dimenticare le lotte di egocentrismo maschile che sono presenti in tutto il romanzo? L’orgoglio degli uomini di questo libro è così grande e ingombrante che non ricordo nient’altro. È tutto basato su una gara a chi conquista più donne e a chi è più famoso in società.

Purtroppo gli unici aspetti positivi sono lo stile semplice e scorrevole che fa in modo che la storia non sia troppo pensante, tuttavia vi è qualche problema nell’editing, con delle contraddizioni soprattutto sui nomi. Magari a chi ama l’idea del connubio tra la musica e il periodo regency questo romanzo risulterà una piacevole sorpresa, personalmente mi aspettavo molto di più.

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento