Home » Recensione libri » Recensione: Quando non sono con te – Serie: Stay with me #2 di Nicole Fiorina

Recensione: Quando non sono con te – Serie: Stay with me #2 di Nicole Fiorina

 

Titolo: Quando non sono con te

Serie: Stay with me #2

Autore: Nicole Fiorina

Genere: young adult romance

Target: 18+

Editore: Heartbeat Edizioni

Data di pubblicazione: 15 settembre 2022

 

  • Resta con me : Stay with me #1 

  • Quando non sono con te: Stay with me #2 

  • Ora apri gli occhi : Stay with me #3

 

Ollie

Dimentica tutto ciò che pensavi di sapere. Diavolo, non mi riconosco nemmeno più. Per sette mesi ho vissuto nell’oscurità solo per tornare ed essere messo alla prova in ogni modo possibile. Dicono che bisogna tenere i propri nemici più vicini, e i miei demoni mi hanno accolto proprio a braccia aperte. La mia caduta è un male necessario. Ma Mia è la mia fine del gioco.

Mia
Sette mesi fa, Ollie si è arreso all’oscurità, abbandonandomi. Ha abbattuto le mie mura per poi lasciarmi sola e indifesa. Ora è tornato, insieme a nuovi ostacoli che si frappongono sulla nostra strada. Dice che non devo fidarmi di nessuno. Nemmeno di lui. Come faccio a essere forte per entrambi quando sto perdendo il mordente?

«Resta con me, Mia».
«Anche quando non ci sei?»
«Soprattutto quando non ci sono».

 

 

Quando non sono con te è il secondo volume, non autoconclusivo, della trilogia di Nicole Fiorina edita Heartbeat edizioni. Anche in questo secondo libro la storia si conferma complessa e molto coinvolgente dal punto di vista emotivo.

Come per il precedente, ci ho messo un po’ a elaborare tutte le sensazioni che questo romanzo mi ha provocato, perché tocca emozioni profonde dentro di me e non so dirvi con esattezza se è piacevole o meno, ma è senz’altro spiazzante.

Non aspettatevi un amore “regolare”, a tratti non è nemmeno un amore salutare, perché questi personaggi si feriscono a vicenda, ma badate bene, nessuno dei due è vittima dell’altro o del sentimento che condividono.

In questo nuovo capitolo della storia, troviamo un Ollie che si è annullato a livello emotivo, anche a causa dei farmaci che gli vengono somministrati, dopo aver scoperto un’amara verità. Ripartendo da questa scomoda realtà dovrà rimettersi in piedi e capire se può o meno continuare ad amare la sua Mia.

Non è un viaggio facile, e non mi stancherò di ripeterlo anche a costo di suonare ridondante, perché è importante che conosciate i “triggers” presenti nella storia prima di salire a bordo di questa montagna russa emotiva.

Ritroviamo lo stile fluido e scorrevole, i personaggi ben costruiti a cui ormai ci siamo affezionati… e il mio amatissimo doppio pov (punto di vista) in prima persona.

Non vedo l’ora di leggere il terzo e conclusivo volume della serie, già pubblicato il 10 ottobre a conferma del plauso meritato dalla casa editrice che ha pubblicato tutti i romanzi della saga senza farci attendere un’eternità.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

ludovais

Lascia un Commento