Home / Recensione libri / Recensione: PRIGIONIERA DEI FAE di Lily Archer Prigioniera dei Fae #1

Recensione: PRIGIONIERA DEI FAE di Lily Archer Prigioniera dei Fae #1

Titolo: PRIGIONIERA DEI FAE (Prigioniera dei Fae #1)
Autore: Lily Archer
Editore: Grey Eagle Publications
Genere: Fantasy Romance

data di uscita: novità: 15/11

La mia compagna di stanza al college è il peggio che potesse capitarmi. Cecile ruba il mio cibo, rimorchia ragazzi a qualsiasi ora e preferisce andare alle feste che studiare. Ma questo è nulla rispetto al resto. Mi droga e mi risveglio prigioniera in un universo alternativo, pieno di creature terrificanti. Ora, la creatura più grande e più spaventosa di tutte – un re fae – crede che io sia la sua anima gemella. Mi ha liberata dalla prigione ma mi tiene vicina. Così vicina che inizia a piacermi il suo sguardo gelido e il suo corpo scolpito nel ghiaccio. Ma in questo nuovo mondo si celano segreti e personaggi malvagi e non so se riuscirò a sopravvivere abbastanza a lungo per scoprire come tornare a casa.

Prigioniera dei Fae Series:
1. Prigioniera dei Fae 15 Novembre 2019
2. Verso l’inverno 15 Novembre 2019
3. Il morso dell’inverno 22 Novembre 2019
4. Oltre la montagna 29 Novembre 2019

“Calmati, piccola.” Col mio corpo le faccio da scudo. Non serve che veda il sangue che si sta spargendo sul pavimento di pietra bianca.
Dopo un po’, smette di lottare, ma comincia a piangere. Le sue lacrime sono come unghie di ferro che mi graffiano la testa.
Mi siedo sul bordo del letto e la cullo tra le mie braccia. Il suo corpo è scosso dai singhiozzi e dice qualcosa nella sua lingua, a me incomprensibile.
“Ti proteggerò con la mia stessa vita.” Bacio la sommità della sua testa. I suoi capelli castano chiaro sono bellissimi alla brillante luce del sole. “Nulla potrà farti del male finché sarò in vita e, quando il mio tempo sarà terminato, porterò il mio amore per te nelle terre scintillanti degli antenati. E poi aspetterò che tu mi raggiunga, proprio come ti ho aspettata qui sulla terra.”

Protagonisti sono Taylor, una ragazza umana, e Leander, il re del Regno d’inverno, dotato di poteri magici e decisamente testosteronico.
Taylor viene rapita dall’ambiente contemporaneo e si risveglia tra creature spaventose e padroni violenti. Insieme a lei, anche noi scopriamo questo nuovo mondo strada facendo, sentendoci disorientati ma mai confusi. Per fortuna, al suo punto di vista narrativo si alterna quello di Leander, cosa che ci permette di capire le situazioni più velocemente rispetto a quanto non faccia la nostra eroina.
Delizioso il modo in cui sono stati inseriti e gestiti gli ostacoli anche di tipo linguistico che separano i due protagonisti.
L’ambientazione della storia è affascinante e, per quanto piena di dettagli e rimandi, è perfettamente comprensibile anche ai neofiti del fantasy.

Nel regno fantastico, le “changeling” come Taylor (persone scambiate tra un mondo e un altro), di solito vengono utilizzate come schiavi, ma a lei viene riservato un destino molto diverso grazie a Leander, che la riconosce come anima gemella, salvandola così da un destino drammatico. Un legame che in lui scatena una serie di impulsi selvaggi, possessività, senso di protezione nei suoi confronti, devozione e, non ultimo, rispetto per la sua verginità.
In questo primo episodio della serie, nonostante la brevità del racconto, accadono un sacco di cose: l’incontro tra i due personaggi, l’inizio del viaggio che dovrebbe portare i nostri eroi a casa (Taylor ancora spera di trovare il modo di tornare nel mondo reale), e vengono gettate le basi per un conflitto tra territori, intessendo al contempo alleanze con altri Regni.
Lungo la strada incontriamo alcuni personaggi secondari di certo rilevanti in futuro, tenerezze che aiutano a consolidare un legame tra Taylor e Leander, un pizzico di attrazione, qualche attentato, alcune anticipazioni nebulose… insomma tanta carne al fuoco che non vedremo l’ora di approfondire.
Lo stile è scorrevole, tiene col fiato sospeso e con il desiderio di saperne di più sui dettagli di questo mondo e sui vari appigli lasciati qua e là. È una storia assolutamente affascinante da leggere e ho adorato tutto: lo stile accattivante, il ritmo, la tensione, i personaggi e la caratterizzazione ambientale.
L’unico peccato è averlo finito in un battito di ciglia, con la consapevolezza di voler già cercare il volume successivo (il finale interrompe l’azione nel suo momento più drammatico). Per quanto il fantasy non sia esattamente il mio genere preferito, non posso assegnare meno di 5 fenici.
Riguardo al sentimento, siamo ancora alle primissime vicende: anche se Leander si è accorto “magicamente” di essere innamorato, Taylor deve ancora accettare la cosa e non sente pienamente il “legame”. Per il momento, non ci sono neppure fiamme di sensualità da dichiarare ma, visti i livelli ormonali messi sul piatto, confidiamo in sviluppi molto passionali.

ladykira

ladykira
Admin founder RFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: The Beast di Ylenia Luciani

San Francisco 2019. Che cosa succederebbe se mandassero ...