Home » Recensione libri » Recensione: Più forte della vendetta di Christine Besze

Recensione: Più forte della vendetta di Christine Besze

 

 

 

 

TITOLO:Più forte della vendetta 

Serie:Revenge series vol. 1

AUTORE:Christine Besze

GENERE:Romantic suspense

EDITORE:Follie letterarie

Data di pubblicazione:18 Luglio 2021

 

 

Asher Savage aveva dedicato la propria vita a proteggere gli innocenti e a ripulire le strade dai mostri.

Mai avrebbe pensato che, un giorno, sarebbe diventato proprio uno di loro, un mostro assetato di vendetta.

In pochi minuti si è visto togliere tutto, costretto poi a pagare per qualcosa che non ha fatto mentre quella bestia dentro di sé cominciava a nutrirsi del desiderio assoluto di rivincita.

E quando il momento giunge, il riscatto ha inizio colpendo il nemico, Diego Vega, nel punto più debole.

Con l’aiuto dei fratelli infatti Asher ne rapisce la figlia, Charlee, che senza saperlo diventa la pedina di un gioco a lei sconosciuto.

Eppure, sarà proprio lei a riportare alla luce l’Asher Savage di una volta, quello che stava dalla parte dei buoni, e che salvava le vite di innocenti.

 

 

 

L’innocenza è un’illusione che si veste del sangue dei deboli.

 

Non è stato facile leggere il prologo di questo libro per le scene forti che ti scaraventano nel vivo della tragedia che si troverà ad affrontare il nostro protagonista nel momento esatto in cui la sua vita viene fatta a pezzi, come la sua famiglia. 

Asher Savage è un poliziotto che viene accusato dell’omicidio della moglie incinta di otto mesi. 

Dopo sei anni di prigione esce dal carcere e torna a casa in Georgia dove vivono anche i suoi due fratelli,  come lui due energumeni con un addestramento militare alle spalle e che lo aspettano a braccia aperte per aiutarlo a compiere l’agognata vendetta a lungo covata contro coloro che lo hanno incastrato.

Il piano ben architettato prevede come prima mossa di rapire Charlee Vega, la figlia di un potente capo mafia.

Ho condotto la figlia del diavolo alla mia porta e ora è giunto il momento di giocare.

(Tratto dal libro)

La ragazza ha poco a che fare con gli affari sporchi del padre e purtroppo si ritrova a vivere uno dei peggiori incubi. Charlee è una studentessa come tante, una ragazza semplice che è rimasta orfana di madre e vive con la sua migliore amica Kelsey. Proprio l’amica viene abbordata da Axel, il fratello di Asher, per poter arrivare a lei e rapirla. Da qui si apre il prologo di una storia che sicuramente coinvolgerà Axel e Kelsey nel prossimo libro della serie e che già mi ha incuriosita.

La protagonista mi è piaciuta subito, è chiaramente un pesce fuor d’acqua nell’ambiente malavitoso in cui è cresciuta ed è una vittima anche lei di questo mondo corrotto.

La prigionia si rivela inizialmente un gioco di forza fra i protagonisti, un bel siparietto in cui lui fa il duro mentre lei è combattiva quanto basta fino a quando capisce che deve cedere e che in questa discesa per la sopravvivenza forse chi ha più bisogno di essere salvato è il suo carceriere di cui si innamora.

Asher mi ha fatto tanta tenerezza per il suo vissuto, prima con la morte così violenta della moglie incinta davanti ai suoi occhi e poi le brutture subite in carcere che gli hanno creato un bagaglio psicologico difficile da sopportare dopo la sua scarcerazione.  

La lettura ha un doppio Pov interessante e la trama è ricca di pathos e adrenalina consigliata a un pubblico adulto per alcune scene molto violente.

Il mistero sui responsabili di questo accanimento è fulcro della storia e l’autrice mette in gioco un bel repertorio in cui la corruzione regna sovrana.

Godetevi i protagonisti maschili che sono un gran bel vedere, Asher e i suoi fratelli Axel e Zan sono i protagonisti indiscussi di questa serie incredibile che è solo all’inizio di questa avventura.

Siamo i fratelli Savage. Entriamo in scena, prendiamo a calci in culo i cattivi e salviamo i deboli e gli indifesi.

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento