Home / Adult / Recensione: “Piacere colpevole” di Lora Leigh

Recensione: “Piacere colpevole” di Lora Leigh

Trama

Marty Mathews ha sempre saputo dei piaceri segreti e proibiti delle donne che prendono parte agli incontri del “Club”, dove il corpo femminile è venerato e non c’è limite alla soddisfazione del desiderio. E c’è un uomo, uno solo, che fa parte di questo mondo e che ossessiona i sogni di Marty da anni. Ma, come agente dell’FBI, le è stato assegnato il compito di pedinarlo, rendendolo completamente off limits per la sua attrazione. Fino a quando Khalid non è considerato “pulito” e Marty può finalmente avvicinarlo. Lei non sa di essere l’unica donna che Khalid desidera ferocemente, ma anche l’unica che lui non può concedersi. Il suo passato lo perseguita, il pericolo è dietro ogni angolo, e se vuole proteggerla deve stare lontano da lei. Ma il desiderio che prova è così potente che quando Marty sarà sua, farà qualsiasi cosa per tenerla con sé. Nel suo letto e tra le sue braccia.

Recensione

Piacere colpevole è l’undicesimo libro della serie erotica Bound Hearts di Lora Leigh, serie nella quale i suoi protagonisti maschili sono membri di un club esclusivo, frequentato da gente influente, ricca e insospettabile che ama condividere la propria donna, consenziente, con un altro uomo in un ménage a trois.
Dopo aver letto le prime pagine ho pensato a un caso di omonimia dell’autrice, faticavo a credere che questa storia potesse essere stata scritta da una delle mie autrici preferite. Purtroppo, invece, è proprio opera sua: una completa delusione. Diciamo che lo considero, a questo punto, un passaggio a vuoto.
Khalid aveva le potenzialità per essere uno splendido protagonista maschile e il contrasto della sua personalità dominante e la sua “fisicità” con quella di Marty era perfetto per renderla la sua degna compagna. L’attrazione che provano l’uno per l’altra è così evidente da anni, che tutti ne sono a conoscenza, anche il padre e il padrino di Marty, che a loro volta sono soci del “famoso” club, quindi la ragazza non è per niente all’oscuro di come potrebbe evolvere il suo rapporto con Khalid e la sua abitudine di condividere le sue donne. Tutte le potenzialità, però, sono andate perse a causa della totale mancanza di una buona trama, che potesse reggere la storia tra i due.
Il libro è costellato da una serie infinita di scene sessualmente descritte in modo esplicito e con linguaggio molto colorito, ma questo è tipico del modo di scrivere della Leigh. Dov’è il problema allora? Manca un canovaccio di collegamento che tenga in piedi il tutto.
Le scene tra Khalid e Marty si ripetono fino alla noia, le situazioni sono sempre simili per non dire uguali, e nella prima parte del libro, i dialoghi tra i due ripetono a distanza di poche pagine quasi con le stesse parole, rendendo il tutto prevedibile. A questo punto, quello che dovevano essere momenti carichi di erotismo, si sono trasformati per me nella lettura di una performance di meccanica tra due corpi.
Non ho ritrovato la capacità che amo in questa autrice di coinvolgermi nei suoi racconti, creando personaggi che emozionano con le loro storie e sentimenti.
Gli ingredienti erano tutti lì a portata di mano: il passato straziante di Khalid e i suoi segreti, l’odio che i suoi fratelli provano contro di lui. Marty, che oltre a essere una bellissima donna, è anche un ottimo agente del FBI, e il terzo uomo scelto da Khalid per il loro ménage, Shayne, che è una persona per la quale Marty comunque prova una forte attrazione.
Tutte queste cose sono state utilizzate in modo molto superficiale nel racconto, non posso dire che l’autrice non ci abbia provato, ma il risultato è un po’ infelice a mio parere, e poco convincente.
Il livello di sensualità, come avrete capito, per me è stato in un certo senso annullato da tutto il contesto, ma visti i contenuti del libro, non posso non mettere cinque fiamme e consigliarne la lettura a persone adulte.

Fiamme Sensualità super hot

Recensione a cura di:

Ayliss72

Editing a cura di:

LaContessa

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: Cercasi buon partito disperatamente di Stefania Cantoni

  Emma, trentenne e single per scelta, conduce ...