Home » Recensione libri » Recensione in Anteprima » Recensione in anteprima “Il gioco perfetto” di Jaci Burton

Recensione in anteprima “Il gioco perfetto” di Jaci Burton

Il giocatore professionista di football Mick Riley è una star sia sul campo che in camera da letto. Ma una mamma single e molto sexy potrebbe metterlo fuori gioco… Per anni Mick ha vissuto di fama, fortuna e una ragazza diversa in ogni città. Ma quando incontra e si porta a letto la bellissima e determinata organizzatrice di eventi Tara Lincoln, lui vuole più di una storia di una notte. Peccato che Tara non sia interessata a conoscere meglio il più famoso playboy del football. Mamma single di un ragazzo adolescente, l’ultima cosa di cui Tara ha bisogno è la vita da jet set di Mick Riley. Tara ha già abbastanza complicazioni, è una donna ferita che non intende rimettersi in gioco, specialmente con un rubacuori come Mick. Ma quando Mick vuole vincere, nulla lo può fermare. E lui ha in mente la strategia perfetta…

La prima cosa che voglio dire su questo libro è che se non amate i libri d’amore con la A maiuscola e gli uomini stupendi dal carattere forte “The Perfetc Play” non fa per voi. Libro erotico, anzi, altamente erotico, ma senza alcuna pratica BDSM (e lasciatemelo dire: SE DIO VUOLE!!!). Mick e Tara si conoscono a una festa (organizzata da lei, dato che è la titolare di un catering) in onore della squadra di football americano, i San Francisco Sabers della National Football League, in cui gioca Mick come quarterback. Lui, ha una fama di donnaiolo, lei è una ragazza comune (completamente diversa da quelle con le quali lui viene normalmente immortalato sui rotocalchi di gossip) con un “passato” (lo chiamo così per non spoilerarvi troppo) particolare alla spalle, che spesso e volentieri giocherà un ruolo importante nella storia tra i due protagonisti. Mentre leggevo la storia, mi sono trovata a fare dei paragoni con un film che considero uno dei più belli nell’ambito romance: “Pretty woman”. Mick ricorda molto Edward Lewis, quando decide di coprire d’attenzioni la sua compagna, e credetemi quando leggerete certe scene sospirerete entusiaste anche voi, e vi chiederete come mai un uomo così non possa uscire dalle pagine del libro. Devo dire che in alcuni punti avrei voluto prendere a sberle Mick poi dopo Tara (anzi il mio pensiero con lei è stato: “Ma sei scema??? Dimmi qual è il tuo spacciatore perché ha roba veramente buona!!!”) per i loro comportamenti incoerenti uno verso l’altro. Questo è il primo libro della serie “Play games” di cui la Leggereditore ha acquistato i diritti, e uscirà ad Agosto. Speriamo che la casa editrice mantenga la stessa copertina, e che la sua traduzione sia buona e accurata altrimenti il libro perde moltissimo, con il rischio di sconfinare nel volgare. A tutti voi che amate questo genere di libri consiglio vivamente di acquistare questo romanzo quando uscirà , intanto mi preparo a leggere il secondo della serie (che come protagonista ha Gavin, il fratello di Mick, sportivo anche lui) e che dicono sia migliore (mamma mia, non oso pensare come sia possibile) di questo.

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS