Home » Recensione libri » Recensione: Perfect. La perfezione di un attimo, di Alison G. Bailey * Perfect series #1

Recensione: Perfect. La perfezione di un attimo, di Alison G. Bailey * Perfect series #1

Trama

Può la vera felicità durare più di un attimo?

È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l’amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall’armatura scintillante.

Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all’illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre.

Ma quando un tragico evento sconvolge la vita della ragazza, le cose cambiano. Amanda si rende conto di non avere più nemmeno un istante da sprecare. Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera.

 

Recensione

“Il passato non esiste più. Abbiamo soltanto il presente. Il presente
è perfetto, giovane cavalletta, perché respiriamo, ci muoviamo, ridiamo,
piangiamo e ci sorprendiamo quando troviamo qualcuno con cui creare
un legame. Smetti di vivere nel passato, smetti di sprecare il presente.”

 Perfect. La perfezione di un attimo di Alison G. Bailey è un libro che mi ha fatto provare emozioni fortissime, sia nel bene che nel male. Fino a metà racconto ero decisa a non dargli più di tre stelline e persino con riserva, tanto ho odiato la protagonista, quanto ho ammirato l’autrice, che, sino a quel momento, era riuscita a tenere in piedi una storia sulle paranoie di una ragazzina con un’autostima pari a zero. Perché in fondo era tutto lì. Amanda, per meglio dire Tweet, e Noah, sono amici da sempre. Hanno condiviso tutto, infanzia, segreti, emozioni e possono sempre contare l’uno sull’altro ma, improvvisamente, arriva l’adolescenza e un bel giorno Tweet comincia a vedere il suo amico come il ragazzo meraviglioso che è e scopre di essere innamorata di lui. A questo punto penserete che forse lui non prova le stesse cose…sbagliato. Lui è il ragazzo perfetto, bello sportivo, gentile e…innamorato perdutamente di lei: lei è tutto e glielo dice, glielo dimostra, le fa dichiarazioni d’amore bellissime, è talmente delizioso che anche voi vi innamorerete di lui.

Voglio che tu sia più della mia migliore amica, voglio che tu sia la mia ragazza. E tu cosa vuoi

E allora vi chiederete: dov’è il problema? È Amanda? Questa ragazza avrebbe bisogno di aiuto, quello di uno psicoterapeuta …ma uno BRAVO. Perché ha talmente paura di perderlo come amico che, pur amandolo perdutamente, lo farà soffrire moltissimo e lo spingerà fra le braccia di altre ragazze di cui poi sarà gelosissima, solo perché è convinta di non essere abbastanza perfetta per lui.

Non posso amarti, Noah. La nostra amicizia è troppo preziosa, troppo perfetta e io non voglio rischiare di perderti

Questa presa di posizione farà si che i due si allontanino per qualche tempo l’uno dall’altra. Amanda, vivrà storie che le porteranno più sofferenza che altro pensando sempre a quel ragazzo che ama, buttando così via esperienze che avrebbero potuto essere bellissime e romantiche, se vissute diversamente, con ragazzi che non la meritano, in una sorta di fiera dell’imbecillità a cui il lettore assiste attonito. Mentre Noah, da parte sua, pur avendo qualche esperienza e una relazione quasi stabile, ogni tanto chiuderà gli occhi e fingerà che la ragazza di turno sia la sola che ama e che vuole veramente, e credetemi, ad ogni pagina mi veniva da pensare NON È POSSIBILE CHE UNA SIA TANTO CRETINA…ma a quanto pare invece sì.

Poi, improvvisamente, il tono del libro cambia. La vita mette Tweet di fronte a qualcosa di imprevisto e terrificante, tutto il suo futuro verrà messo in discussione, e l’unica certezza, ancora una volta, è Noah, che nonostante lei tenti di allontanare, non intende abbandonarla e sarà pronto a starle accanto e a sostenerla in un lungo calvario. È in questa parte della storia che l’autrice fa entrare in scena un nuovo straordinario personaggio, Dalton, ironico, sfrontato e assolutamente meraviglioso che mi ha fatto commuovere profondamente e che riuscirà a far capire a Amanda che Noah non ha bisogno di avere una ragazza perfetta o una vita perfetta ma solo che lei lo ami e apprezzi il suo amore.

Merita di sapere che importanza ha avuto nella tua vita. Ti ha fatto un regalo.
Sai cosa si prova ad amare qualcuno, non succede tutti i giorni.
Devi andare a ringraziarlo prima che arrivi il momento di dirgli addio.
Tutti meritano un grazie e un addio.”

Un’ultima parte dolce ed estremamente emozionante, con delle scene d’amore toccanti e romantiche che mi hanno permesso di rivalutare il giudizio su questo libro. Del resto, anche nei momenti che meno ho amato, la scrittura dell’autrice è scorrevole e piacevolissima, ci sono frasi molto belle e ci sono due protagonisti maschili stupendi. Ho amato Noah per la sua dolcezza, il suo amore indistruttibile, il suo istinto di protezione e le sue torte al cioccolato che Twett adora e che lui le porta ad ogni occasione, e ho amato Dalton per il suo buonsenso e la sua voglia di vivere venata di tristezza, un personaggio che non dimenticherete, e che fa capire una grande verità: “afferra la felicità quando puoi, tienila stretta e vivi ogni momento come se non ci fosse un domani, e fai in modo di non avere mai rimpianti.”

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

Recensione a cura di:

Lucia63

Editing a cura di:

AleLale

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento