Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Paranormal -Prima Stagione Completa-

Recensione: Paranormal -Prima Stagione Completa-

Mari Riss ha guardato per noi la serie Paranormal. Le sarà piaciuta? Lo scoprirete leggendo. Intanto qui potete trovare il trailer.

Paranormal Serie Tv Stagione 1

Progetto grafico a cura di Marina Alesse

 

 

Ciao a tutti, amanti delle serie TV!

Se c’è una possibilità che varie cose vadano male, quella che causa il danno maggiore sarà la prima a farlo” (terzo corollario della Legge di Murphy)

La legge di Murphy è ben nota al Dr. Ismail Refaat, professore di ematologia all’università che si considera sfortunato.

Ahahahahah, Ahahahahah, Ahahahahah… OK, ora mi ricompongo.

Perdonatemi ma… sfortunato è un eufemismo! Ismail di Paranormal è il baluardo ambulante della sfiga più nera, motivo per cui ha fatto suoi i famosi paradossi ribattezzandoli per l’occasione Legge di Refaat.

Lui e la iella camminano a braccetto come una di quelle coppie sgraziate nella quali, lei guarda l’innamorato con occhi sognanti, mentre lui indugia a guardare i culi delle altre signorine di passaggio.Paranormal-Prima stagione-Imm.1

Quante probabilità ci sono che il vostro caffé si rovesci senza motivo mentre state cercando di risolvere un rompicapo del vostro settimanale enigmistico preferito?

Poche statisticamente parlando…tutte, se vi chiamate Ismail.

Un uomo che trova sempre il baccello di cardamomo nel suo cibo anche se odia questa spezia.

Ismail è implacabilmente colpito dalle cacche degli uccelli, proprio il giorno in cui decide di andare a lavoro con il completo buono…. che culo eh?

Lo sfortunato dottore ha un pensiero arguto, ironico e pepato… peccato che poi dica esattamente il contrario di ciò che pensa, cosicché le sue riflessioni transitano lungo i neuroni e fuoriescono dalla bocca sbiadite come i panni dopo un cattivo candeggio.

Comunque… il nostro protagonista è un uomo che ha fatto della razionalità il suo punto di forza… ehm, volevo dire scudo. Lui e la forza sono compatibili come un orso polare e la savana.

Ismail non crede né a leggende né a fenomeni paranormali ma, per il famoso corollario di Murphy/Refaat, un giorno egli viene ingaggiato – insieme ad altri quattro esperti – per eseguire l’autopsia di una mummia che si suppone appartenga a un importante faraone.Paranormal-Prima Stagione-Imm.2

Narra però la leggenda che, profanare la salma di tal faraone, scatenerà un’epidemia che ucciderà coloro che avranno osato compromettere l’integrità della divina salma. E secondo voi, vista la presenza durante l’autopsia di colui che mangia iella a colazione, sfiga a pranzo e disgrazia a cena, che mai potrà succedere se non l’ovvio?

E così, non appena inizia la dissezione della mummia, si libera dalle sue viscere uno sciame di piccolissimi scarabei e… da questo momento si abbatterà su Ismail e sulle persone a lui care un tifone di mai una gioia… paranormale!Paranormal-Prima stagione-Imm.3

Paranormal è una serie di produzione egiziana, ispirata ai racconti di Ahmed Khaled Tawfik autore della collana di libri dal titolo Ma Wara’ al-Tabi’a che potremmo tradurre come metafisica o – per l’appunto – paranormale.

Intorno al protagonista principale, girano una serie di personaggi di contorno, appartenenti alla sua schiera familiare e professionale, tra i quali spicca Maggie, ex compagnia di studi di Ismail ai tempi in cui entrambi frequentavano l’università in Scozia, nonché suo grande ma mai confessato amore di gioventù.

Paranormal-Prima Stagione-Imm.4

E non lo si può certo biasimare il povero Ismail… lui da piccolo non era così cagasotto. Peccato che quando confessò il suo amore a Shiraz, la stronzetta lo prese in giro… sono cose che segnano! Certo, arrivare a quarant’anni con le stesse insicurezze di quando ne avevi sette non è il massimo della vita, ma tant’è.

Come? Chi è Shiraz?

Ve l’ho già detto… è stato il primo amore di Ismail. Beh, lo ammetto, in realtà vi sto dicendo una mezza verità, ma non aggiungerò altro perché vorrei che vedeste la serie.

Sappiate solo che – tanto per cambiare – Shiraz è legata in qualche modo al paranormale con cui Ismail dovrà – suo malgrado – fare i conti anche da adulto. Tanto per completare il corredo di mai una gioia.

Paranormal è una serie complessa che unisce leggende e miti autoctoni a un’atmosfera fantastica di respiro internazionale. Nel complesso, non è fatta male, anche se in un episodio ha strizzato troppo l’occhio al fantatrash tipico di alcune serie statunitensi. Nel giusto contesto, ciò può dare quel tocco scenografico che piace, o che quantomeno si tollera… mentre qui è rimasto trash.

OK il paranormale, la leggenda, il mito e quello che volete… ma un gorilla nel deserto libico anche no!

Nonostante questo scivolone, la storia è interessante perché non si limita a mostrare una serie di eventi inspiegabili, ma al contempo, racconta il percorso di uno scettico che, mettendosi in gioco, impara a riavvicinarsi e ad accettare, una parte della cultura del suo paese, pur mantenendo il proprio contatto con la razionalità.

Paranormal avrebbe meritano un quattro, ma si gioca mezzo punto a causa di quell’orrenda brutta copia di King Kong che proprio non ho digerito.

Non è dato al momento sapere se vi sarà una seconda stagione, anche se il finale lascia la porta aperta a nuove avventure.

Per il momento posso solo consigliarvi la visione e darvi appuntamento alla prossima serie TV.

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Fulvia Elia

Fulvia Elia

Lascia un Commento