Home » Recensione libri » Recensione: “Orgoglio e piacere” di Sylvia Day

Recensione: “Orgoglio e piacere” di Sylvia Day

La ricchezza a volte può essere pericolosa… Dopo la morte del padre, Eliza Martin si ritrova improvvisamente a essere una delle ereditiere più ambite dai cacciatori di dote. Tutti la lusingano e tentano di ingannarla, ma lei riesce a resistere. Fino a quando una serie di imprevisti e pericolosi incidenti la spingono a cercare una persona di fiducia che possa infiltrarsi nel gruppo di pretendenti e capire chi si cela dietro questo ormai evidente complotto. Il cacciatore di taglie Jasper Bond è un uomo decisamente troppo rude, troppo bello e troppo pericoloso. Chi mai potrebbe credere che una donna fine come Eliza si lascerebbe sedurre da uno come lui? Ma è proprio questa la parte che lei gli chiede di recitare nel momento in cui lo assume… Soddisfare le esigenze della sua cliente diventerà per Jasper una questione di orgoglio. Dimostrarle che è lui l’uomo giusto per lei sarà un piacere…

E’ la prima volta che affronto uno storico della Day. Sono sempre stata legata ai suoi contemporanei e devo dire che, nonostante la mia ritrosia verso gli storici, mi sono trovata perfettamente a mio agio. Epoca diversa ma canoni uguali: uomo troglodita-donna forte è l’accoppiata vincente di questo genere, nel quale la Day sguazza, perfettamente a suo agio.
Il personaggio femminile è decisamente una donna fuori dagli schemi per l’epoca: indipendente, finanziariamente forte, assolutamente felice con se stessa, per nulla bisognosa di una presenza maschile al suo fianco. Lui, beh, avete presente un soggetto alla Edmond Dantes? Alla ricerca di vendetta, trama tenendosi nell’ombra. Forte, coraggioso, emana un’aura di pericolo e ha gli occhi che trapassano. Partita come una collaborazione lavorativa, la passione scoppia inevitabilmente e sarà compito di Jasper Bond condurre per mano Eliza oltre le convenzioni sociali, oltre i limiti imposti dal tempo, fino a realizzare quello che anche lei desidera nel profondo. Il bello della storia è che i due protagonisti sono diretti, parlano a chiare lettere, niente fronzoli o sottintesi. Jasper non è attratto solo dalla splendida chioma rossa o dalla pelle diafana, quello che lo intriga è la capacità di Eliza di ragionare, di usare il cervello. Non una donnetta che si nasconde ammiccante dietro un ventaglio, ma una donna consapevole di se stessa: un’enorme sfida per un uomo come lui. Una storia basata quindi non solo sul sesso a mille, stile Day, per quanto mitigato dall’ambientazione storica, ma un libro con delle basi ed una trama valida, visto che bisogna sempre scoprire, tra un incontro e l’altro, chi attenta alla vita di Eliza. Che la storia, poi, tiri fuori tutto il suo lato romance è assolutamente giusto: in fondo anche noi vogliamo sapere cosa succederà alla fine di questa sesta stagione di Eliza nel ton!
Buona lettura allora!

Recensione a cura di: MADAU

Editing a cura di: ELETTRA

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento