Home / Recensione libri / Recensione: “Oggi più di ieri” di R.L. Mathewson (Neighbors series #8)

Recensione: “Oggi più di ieri” di R.L. Mathewson (Neighbors series #8)

Care Fenici, oggi Kiki ci parla di “Oggi più di ieri” di R.L. Mathewson (Neighbors series #8)

Christopher Bradford è il proprietario del ristorante Fire & Brimstone e si dice che sia duro e insensibile. Forse è per questo che il suo soprannome è Lucifer. È serio, controllato e devoto al suo lavoro e tutti i suoi dipendenti sono spaventati all’idea di farlo arrabbiare. Tutti, tranne Rebecca. Sono cinque anni che Lucifer è determinato a sbarazzarsi di quella cameriera che combina solo guai, ma ogni volta che ha provato a licenziarla… Lei l’ha semplicemente ignorato. Forse non lo prende abbastanza sul serio, o magari è solo troppo svampita. Stavolta, però, è deciso ad andare fino in fondo. Ma che posto sarebbe il Fire & Brimstone senza Rebecca?

Il libro di cui vi parlo oggi è Oggi più di ieri di R.L. Mathewson, ottavo volume della serie Neighbors pubblicata da Newton Compton Editori.

Eccoci qui, care Fenici, con un altro volume di questa fortunata serie che viene tradotta in Italia dal 2016: libri divertenti, senza troppe pretese, che però hanno tutte le qualità che servono per farsi amare dal grande pubblico. Io sono una lettrice decisamente esigente, ma continuo a proporre con gioia i libri della Mathewson, perché permettono di trascorrere ore in allegria, con una risata sempre pronta a scappare fuori. Unico difetto di questa serie è che tende a essere ripetitiva: i protagonisti maschili, che orbitano tutti nella galassia della famiglia Bradford, sono descritti un po’ alla stessa maniera… sono bellissimi, molto virili, spesso con un caratteraccio, prepotenti e con quella sana dose di “uomo di Neanderthal” che non fa mai male. Mi ero stancata di leggere di uomini così? No no, ve lo garantisco! Quindi eccomi qui, pronta a raccontarvi la storia di Lucifer e Rebecca!

Lucifer Bradford è l’orgoglioso proprietario del Fire & Brimstone, ristorante che sta riscuotendo un grande successo di pubblico e in cu lui ha investito energie e cuore. Uomo scontroso e dal carattere veramente difficile, sembra uno di quei cerini pronti a prendere fuoco per un nonnulla. Affetto chiaramente da un disturbo compulsivo che lo obbliga ad avere tutto sotto controllo, soffre le pene dell’inferno, perché nella sua vita, ormai da cinque lunghissimi anni, è entrata una presenza destabilizzante che lo fa diventare matto, la cameriera Rebecca Shaw. L’ha già licenziata centinaia di volte, ma lei, tutte le sante mattine, torna al lavoro come se niente fosse. Rebecca è l’incarnazione dell’insubordinazione che Lucifer non riesce proprio a tollerare, ed escogita sempre nuovi modi per potersi sbarazzare di lei. I siparietti che li riguardano sono comicità allo stato puro: non è possibile non adorare questi due personaggi fin dalle primissime righe. Rebecca fa sempre quello che vuole, ben consapevole che farà andare Lucifer giù di testa e anzi, prova una subdola soddisfazione nel fargli un sacco di dispetti. Parrebbe un rapporto tutto di odio, se non fosse che alla ragazza scappa sempre più di un pensiero piccante sul suo datore di lavoro così bello e perennemente arrabbiato… e che a lui proprio non dispiacciono quei lunghi capelli ribelli e quel sedere tondo e invitante!

Aveva tormentato quell’uomo per il suo divertimento negli ultimi cinque anni, godendo tantissimo nel vedere fino a dove poteva spingersi prima che lui perdesse la pazienza ed emettesse uno di quei brontolii feroci che per lei erano carinissimi. Lo aveva fatto impazzire di proposito, solo perché non era riuscita a trattenersi. C’era qualcosa in lui che la attirava e che la spingeva a voler vedere fino a che punto poteva stuzzicarlo e quello era lo stesso uomo che aveva mollato tutto per aiutarla.

Non c’era assolutamente alcun dubbio…

Era una completa stronza

Questo libro è la perfetta sintesi di tutti i romance “odio/amore” che ci sono in vendita. Con in sottofondo le note della bellissima “Take your time” di Sam Hunt assistiamo all’evoluzione del rapporto tra i protagonisti, che con una naturalezza spiazzante passano da cercare di farsi fuori al non potersi togliere le mani di dosso. Anzi, a pensarci bene, cercano di farsi fuori anche dopo che si sono innamorati! L’evoluzione dei sentimenti è potente, ma è comunque molto comprensibile: il lettore non può non capire fin da subito che se due persone che ammettono di odiarsi continuano comunque a lavorare assieme ci deve essere qualcosa sotto… La cosa carina e divertente è che entrambi i protagonisti rimangono basiti di fronte alla trasformazione in amore di tutto quell’astio, come se fossero impreparati allo tsunami di emozioni che essa si porta dietro.

C’è tanto sesso in questo libro, come d’altronde negli altri della serie. Ma è uno spasso da leggere! Lucifer e Rebecca, che comunque hanno i loro caratteri un po’ contorti, lo usano a mani basse per far stare zitto l’altro, per ottenere qualcosa, come strumento di rivalsa… e questo contribuisce a rendere pepata la narrazione, perché il loro non è solo un finire a letto di due persone che non riescono a cavarsi le mani di dosso: tutte le volte sembra di vedere le rotelle dei loro cervelli in movimento, in simultanea, e il lettore finisce per forza per esclamare “cavoli, sono proprio fatti l’uno per l’altra”!

Unico difetto di questo libro è un inizio un po’ noioso, in cui la Mathewson si dilunga troppo sui pensieri dei protagonisti, che tendono a essere ripetitivi, entrando per più di un capitolo in un loop narrativo in cui vengono dette più o meno le stesse cose. Ma Rebecca e Lucifer erano due personaggi così promettenti che non mi sono fermata, facendo decisamente bene ad andare avanti. Soprattutto lei è una assoluta chicca: una stronzetta meravigliosa, che stacca di un miglio tutte le protagoniste smielate e senza spina dorsale dei contemporary romance che leggo di solito. Lucifer non sa mai cosa fare con la sua donna, che è calcolatrice e un po’ subdola, ma che però lo spinge sempre a essere un uomo migliore. Il poveretto crede sempre di poter comandare, ma non ha proprio capito con chi ha a che fare! Certo, in più di un’occasione lui si arrabbia e se la carica in spalle come un sacco di patate, ma, ehi, è per questo che leggiamo romance, no?

Deliziosi i personaggi secondari, prima fra tutti Melanie, la coinquilina di Rebecca, che immagino sarà la protagonista del decimo capitolo della serie, non ancora uscito in inglese. Le loro interazioni sono uno spasso, non si sa mai chi debba urlare di più, ma un solido affetto lega queste due donne, pronte a scagliarsi contro il mondo l’una per l’altra.

Insomma, un libro che non vi posso che consigliare, care Fenici, per passare ore in allegria in compagnia di una coppia deliziosa che non si dimentica facilmente!

#1 Un gioco da adulti

#2 Per gioco o per amore

#3 Il gioco del destino

#4 Tutta colpa del destino

#5 Qualcosa di grande

#6 Tutto quello che vorrei

#7 Un perfetto sconosciuto

#8 Oggi più di ieri

#9 Delectable (uscito in inglese nel 2017)

#10 Irresistible (non ancora pubblicato)

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Review Party: “Annegare” di Marni Mann & Gia Riley

Buongiorno fenicette, oggi partecipiamo al review party di ...