Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: “Niente è come sembra” di Monica Peccolo

Recensione: “Niente è come sembra” di Monica Peccolo

 

 

 

 

 

Maria Stella ha trent’anni e un problema con gli uomini. Dopo troppe storie disastrose e un quasi matrimonio finito prima di arrivare all’altare, l’amore è diventato un’incognita, qualcosa d’imprevedibile che scombussola la sua esistenza perfetta e ordinata.
Le delusioni sentimentali l’hanno resa diffidente e non particolarmente propensa a impegnarsi di nuovo. Poi, però, un affascinante vicino di casa comincia a corteggiarla e la sua convinzione vacilla. Giorgio è più grande, attraente, un po’ serio, forse, ma con interessi simili ai suoi. Dovrebbe dargli una possibilità e uscire con lui? E cosa pensare dello straniero che si presenta alla sua porta e che incarna, insieme, il suo ideale d’uomo ma anche ciò di cui ha più paura? 
Sullo sfondo di una romantica Venezia avvolta nella nebbia, Stella scoprirà che ogni incontro nasconde un lato misterioso. E insospettabile, anche per le ragazze più prudenti.

 

 

Una bella sorpresa questo breve romanzo: denso di significati, scorrevole senza essere superficiale, con una buona struttura narrativa e personaggi interessanti, vicenda credibile e spunti impegnativi per riflettere.

La protagonista è Stella, una giovane donna che ha un atteggiamento molto severo con se stessa prima ancora che con gli altri. Un pochino razzista e con una notevole quantità di superbia a farle da scudo, vive in una Venezia convulsa e vivace, dividendo l’appartamento con Zoe sua alter ego, spiritosa disinvolta ed espansiva, persino con gli operai stranieri della porta accanto…

Ecco la sorpresa che irrompe nella vita ordinata e schematica della protagonista, questi giovani aitanti che lavorano alla ristrutturazione dell’appartamento accanto, un arabo ed uno slavo; verso quest’ultimo la ragazza si sente immediatamente attratta ma non può accettare anche solo di parlare con lo straniero, bello sì, ma sicuramente clandestino, perciò pericoloso …

Interessante, in questa storia d’amore, l’analisi della paura per lo straniero che fa l’autrice. Una paura che fa orientare Maria Stella verso l’inquilino del piano superiore che da tempo, cerca di far breccia nella sua corazza di freddezza. E’ preferibile costruire un rapporto con un uomo solido e rispettabile piuttosto che con uno appena conosciuto che sicuramente avrà una vita oscura, questo perché la protagonista ha paura di soffrire, a causa di bruttissime esperienze passate… peccato che NIENTE E’ COME SEMBRA e dietro la patina di rispettabilità si celerà un’orribile realtà svelata dall’autrice in modo molto crudo,sebbene reale e che,devo confessare, leggendola mi ha gelato il sangue nelle vene.

Fortunatamente come in tutti i romance che si rispettino il lieto fine è assicurato e sarà sorprendente e molto romantico.

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
          Maria Stella ha trent’anni e un problema con gli uomini. Dopo troppe storie disastrose e un quasi matrimonio finito prima di arrivare all’altare, l’amore è diventato un’incognita, qualcosa d’imprevedibile che scombussola la sua esistenza perfetta e ordinata. Le delusioni sentimentali l’hanno resa diffidente e non particolarmente propensa a impegnarsi di nuovo. Poi, però, un affascinante vicino di casa comincia a corteggiarla e la sua convinzione vacilla. Giorgio è più grande, attraente, un po’ serio, forse, ma con interessi simili ai suoi. Dovrebbe dargli una possibilità e uscire con lui? E cosa pensare dello straniero che…

Score

4

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

StaffRFS