Home » Recensione libri » Recensione: Menzogne nelle Highlands di Keira Montclair serie la banda dei cugini#4

Recensione: Menzogne nelle Highlands di Keira Montclair serie la banda dei cugini#4

Titolo: Menzogne nelle Highlands Autore:Keira Montclair Serie: la banda dei cugini #3 Genere: romance storico Formato: solo ebook Data di uscita 26 Febbraio 2020   1 La vendetta delle Highlands clicca qui per leggere la recensione 2 Rapimento nelle Highlands clicca qui per leggere la recensione 3Highland Retribution clicca qui per leggere la recensione 4Menzogne nelle Highlands 5Il coraggio delle Highlands 6 Highland Resilience 7Highland Devotion 8Highland Brawn 9Highland Yuletide Magic Una ragazza che non riesce a parlare. Un guerriero che non riesce a combattere. Riusciranno a restituirsi la pace a vicenda? Rose MacDole non è in grado di parlare…

Score

Voto Utenti : 3.45 ( 1 voti)

Titolo: Menzogne nelle Highlands

Autore:Keira Montclair

Serie: la banda dei cugini #3

Genere: romance storico

Formato: solo ebook

Data di uscita 26 Febbraio 2020

 

1 La vendetta delle Highlands clicca qui per leggere la recensione

2 Rapimento nelle Highlands clicca qui per leggere la recensione

3Highland Retribution clicca qui per leggere la recensione

4Menzogne nelle Highlands

5Il coraggio delle Highlands

6 Highland Resilience

7Highland Devotion

8Highland Brawn

9Highland Yuletide Magic

Una ragazza che non riesce a parlare.
Un guerriero che non riesce a combattere.
Riusciranno a restituirsi la pace a vicenda?

Rose MacDole non è in grado di parlare e sua madre fa in modo che il mondo la veda come una ragazza sorda e stupida, incapace di comunicare. Completamente succube di questa donna crudele, l’unica evasione di Rose consiste nel girovagare per le scogliere al di fuori del suo castello, guardando le acque agitate e schiumose e sognando una vita diversa. Ma quando un bell’highlander si reca al loro castello, scatena una serie di eventi che libereranno Rose dalla gabbia di sua madre… per proiettarla in un genere di pericolo diverso.

Roddy Grant ha un segreto. Guerriero di un clan rinomato per la sua prodezza in battaglia, lotta con una profonda paura della morte. Sebbene sia costretto a fare i conti con questa paura che minaccia di schiacciarlo, Roddy continua comunque a collaborare con la Banda dei Cugini, che cerca di eliminare una rete malefica di commercio di esseri umani. Nel corso di una missione di esplorazione per conto del gruppo, Roddy si ritrova presso un castello isolato sulla costa, dove incontra una bella ragazza che non parla.

Rose ruba un frammento dell’anima di Roddy e lui, quando scopre che la fanciulla potrebbe essere preda della stessa rete che lui e i suoi cugini mirano a distruggere, è disposto a fare qualunque cosa per salvarla… anche affrontare le sue peggiori paure.

In questo episodio nulla è come sembra e a farla da padrone, oltre all’amore, è la magia, elemento che mi fa sempre sognare e che mi ha fatto innamorare di questa saga ancora di più.
Ora che Braden e Cairstine si sono sposati, il loro castello è diventato un nuovo punto di appoggio per la Banda dei cugini e le loro indagini. Ancora non sono riusciti a individuare il vero mandante del “Canale di Dubh”, organizzazione che rapisce bambine e giovani donne, per questo hanno deciso di controllare le zone vicine al castello. È proprio durante una di queste missioni che Roddy (Rodric) Grant, una notte, scorge una fanciulla affacciata su un dirupo; temendo che il suo intento sia quello di buttarsi di sotto, chiama la ragazza e corre per raggiungerla e per evitare il peggio. La ragazza, spaventata dal suo inseguitore, scappa e si rifugia prima in una grotta e successivamente nel castello McDole.
Incuriosito da quella visione, Rodric decide di presentarsi al castello per avere sue notizie. Viene accolto da una donna, all’apparenza gentile, che dice di essere Jeane McDole, signora del castello, di origini inglesi e vedova affranta di Walter McDole. Dopo aver ascoltato le preoccupazioni dell’uomo, Jeane fa chiamare la figlia per presentargliela. Roddy scopre che la ragazza sta bene, si chiama Rose e la madre gli dice che è sordomuta. L’uomo rimane abbagliato dalla sua bellezza, dagli occhi di un blu così intenso da sembrare viola. Rasserenato sulla sua sorte, lascia il castello, ma una volta reincontratosi con il cugino Connor, anche lui in perlustrazione della zona, capisce che c’è qualcosa che non va, ha una strana sensazione che lo spinge a indagare.
Cercherà così di rivedere Rose, durante una delle sue passeggiate. Da questo secondo incontro scoprirà che la ragazza in realtà sente, riesce anche a conquistarsi un bacio che lo lascerà completamente stregato.
Dalla ragazza, attraverso gesti, apprende che al molo del lago, durante alcune notti, vi sono strane imbarcazioni e da Connor viene a sapere di una strana abbazia, Sona Abbey, in cui il cugino durante una visita ha notato alcune stranezze. Lui e Connor lasciano il castello per recarsi all’abbazia, sorpresi da un temporale, vi giungono appena in tempo per non esserne travolti e vengono ospitati nell’ostello.
In piena notte ricevono la visita del fantasma di una donna che dice che loro “Devono aiutarla”, senza specificare chi, convinta che capiranno da soli. I due uomini sono sconvolti dalla visione e decidono di non parlarne con nessuno.
Effettivamente nell’abbazia c’è una strana atmosfera e scoprono che non lontano stanno costruendo una seconda struttura denominata “Abbazia degli Angeli”, di cui nessuno sa nulla e che non ha l’aspetto di un luogo di culto. Decidono di reincontrarsi al quartiere generale con tutta la banda per fare rapporto sulle strane scoperte a Will e Maggie.
Sarà così che tutti i cugini verranno mobilitati per scoprire cosa realmente stia accadendo nella zona.
Intanto Roddy scopre che Rose non è più al castello, ma nell’ abbazia, in attesa di prendere i voti, quando cerca di incontrarla gli viene però impedito: le cose si fanno sempre più sospette!
Rose è stata portata a Sona Abbey contro la sua volontà, dalla madre, che vuole punirla per il bacio scambiato col ragazzo.
L’intento della donna è quello di mortificare la figlia e isolarla da tutto e tutti, ma la badessa la mette in stanza con un’altra ragazza, Constance.
Tra le due nasce una forte amicizia e Rose riesce a fare capire all’amica che in realtà non è sorda, ma non deve saperlo nessuno.

Roddy e Rose hanno qualcosa in comune: tutti e due hanno rimosso dei traumi della loro infanzia, traumi che vanno a incidere sul presente, ma di cui sono entrambi ignari. Lui ha il terrore della morte e continua ad avere incubi in cui annega, cerca di venirne a capo parlando dei suoi sogni prima con lo zio Brodie, e in seguito col padre e la sorella Gracie; per Rose la presa di coscienza di ciò che avvenuto nel suo passato avviene dopo l’ennesimo shock subito.

Questo è probabilmente l’episodio della Banda dei cugini maggiormente intriso di magia e mistero, la componente magica ci accompagna più o meno palesemente sin da Vendetta nelle Highlands, primo volume della saga, ma qui i messaggi “soprannaturali” sono tantissimi.
La veggente di famiglia è sempre stata Molly Ramsay, le sue premonizioni si manifestano in seguito a grandi emicranie, la sorella Maggie non aveva lo stesso dono, ma questo si è risvegliato in lei da poco e infatti, mentre sono sulle tracce di Rose a studiare piani sul da farsi, deve ritirarsi a riposare per il forte mal di testa. Connor e Roddy ricevono la visita di un fantasma; Rose ha un amico gufo, che sembra mandato dal padre per vegliare su di lei e proteggerla; come se non bastasse Paddy il magico pony che ha salvato Steenie ne Il castigo delle Highlands(terzo episodio) mostra segni di irrequietezza, quasi a spronare Roddy ad agire.
Magica è anche la fiducia che nasce immediata tra i due ragazzi, che ben presto si trasforma in amore, amore grazie al quale Rose, cresciuta con una madre opprimente che non perde occasione di mortificarla, trova dentro di sé la forza di reagire e che in un momento peraltro disperato, quando tutto sembra perduto , da ai due giovani la forza di superare le loro paure più recondite.
Anche qui, come nelle storie precedenti de La Banda dei cugini troviamo donne forti e con gli attributi. Rose è sorprendente, animata da un coraggio strabiliante. Anche Constance, l’amica, è forte e coraggiosa nonché misteriosa (una piccola curiosità: il fantasma apparso a Roddy e Connor assomiglia moltissimo a Constance, chissà che non compaia nuovamente nel prossimo libro a lei dedicato).
La madre di Rose coi suoi modi affettati e viscidi ti fa accapponare la pelle ogni volta che appare in scena, in pubblico si mostra affettuosa e amorevole, ma appena rimane da sola con la figlia tutto ciò che esce dalla sua bocca è abominevole, non si può non odiarla e augurarle il peggio.
Le vicende di questi cugini sono sempre coinvolgenti, divertenti e pregne di sentimento. Se vi siete persi gli episodi precedenti niente paura, ogni libro è autoconclusivo, sebbene collegato.
Se come me amate la magia potete iniziare la conoscenza di questi fantastici highlander partendo da qui, sono certa che dopo non potrete fare a meno di leggere anche i libri che lo precedono: impossibile non innamorarsi perdutamente dei clan Grant e Ramsay.

 

 

Albero Genialogico 

I Grant e i Ramsay negli anni 1280

I GRANT

LAIRD ALEXANDER GRANT e sua moglie, MADDIE

– John (Jake) e sua moglie, Aline

– James (Jamie) e sua moglie, Gracie

-Kyla e suo marito, Finlay

– Connor

– Elizabeth

-Maeve

BRENNA GRANT e suo marito, QUADE RAMSAY

-Torrian (figlio di primo letto di Quade) e sua moglie, Heather – Nellie (figlia di Heather, nata da un matrimonio precedente) e suo figlio Lachlan

-Lily (figlia di primo letto di Quade) e suo marito, Kyle – due figlie gemelle, Lise e Liliana

-Bethia e suo marito, Donnan – il loro figlio, Drystan

-Gregor

-Jennet

ROBBIE GRANT e sua moglie, CARALYN

-Ashlyn (figlia di Caralyn, nata da un matrimonio precedente) e suo marito, Magnus – la loro figlia

-Gracie (figlia di Caralyn, nata da un matrimonio precedente) e suo marito, Jamie

-Rodric (Roddy)

-Padraig

BRODIE GRANT e sua moglie, CELESTINA

-Loki (adottato) e sua moglie, Arabella – due figli, Kenzie (adottato) e Lucas, e una figlia, Ami (adottata)

-Braden

-Catriona

-Alison

JENNIE GRANT e suo marito, AEDAN CAMERON

-Riley

-Tara

-Brin

I RAMSAY

QUADE RAMSAY e sua moglie, BRENNA GRANT (vedi sopra)

HuLOGAN RAMSAY e sua moglie, GWYNETH

-Molly (adottata) e suo marito, Tormod

-Maggie (adottata) e suo marito, Will

-Sorcha e suo marito, Cailean

-Gavin

-Brigid

MICHEIL RAMSAY e sua moglie, DIANA

-Davie e sua moglie, Anna

-Daniel

AVELINA RAMSAY e DREW MENZIE

-Elyse

-Tad

-Tomag

-Maitland

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento