Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Maraşlı – 1×17-21

Recensione: Maraşlı – 1×17-21

Torna MariRiss con altri cinque episodi di MaraşlıSi intravede una pallida luce in fondo al tunnel, ma l’evoluzione della storia continua a non convincere del tutto. La serie si concluderà con l’episodio 26 e non è prevista una seconda stagione.

Maraşlı

Progetto grafico a cura di Vita Firenze

Ciao a tutti, amanti delle serie TV!

Tutto è finito con l’urlo di dolore

Mahuuuuuuuuuuuuuuuuuur, Mahuuuuuuuuuuuuuuuuuur, Mahuuuuuuuuuuuuuuuuur

ed è ricominciato con lo stesso ritornello, unito però alle mie grida per quello che ormai è diventato un vero e proprio strazio.

Quasi due ore di nulla più assoluto, con dialoghi che non si capisce dove vogliano andare a parare poi… Boooooom!

Arriva il Cliffhanger degli ultimi dieci minuti in cui vi sono rivelazioni sconvolgenti.

Al che pensi… ah, però!

Non potevate dirmelo prima di annoiarmi a morte?!

Finora pensavo che il pazzo della situazione fosse Savaş ed effettivamente lo è: folle, sadico, sanguinario e ormai completamente accecato dal suo desiderio di vendetta contro la famiglia Türel.

Nel momento in cui poi scoprirà di essere anche stato gabbato come un coglioncello da Necati, l’uomo andrà del tutto fuori controllo.

Le conseguenze della sua rabbia saranno devastanti e daranno il colpo di grazia ad Aziz e famiglia.

Quello che ne uscirà peggio sarà Necati.

Marasli - episodi 17-21

Comunque, un po’ di sostanza c’è.

Vediamo qualche dettaglio… senza esagerare 😉

Savaş

Finora pensavo che il pazzo della situazione fosse Savaş ed effettivamente lo è: folle, sadico, sanguinario e ormai completamente accecato dal suo desiderio di vendetta contro la famiglia Türel.

Nel momento in cui poi scoprirà di essere anche stato gabbato come un coglioncello da Necati, l’uomo andrà del tutto fuori controllo.

Le conseguenze della sua rabbia saranno devastanti e daranno il colpo di grazia ad Aziz e famiglia.

Quello che ne uscirà peggio sarà Necati.

Marasli - episodi 17-21

Il che è paradossale visto e considerato che il padre e il fratello moriranno sgozzati come due caprette.

Avrete però modo di comprendere il perché delle mie affermazioni.

Marashanets e Mehmet Inci

Uno scontro tra Hilal e Necati – che usano Mahur come pedina di scambio di fronte a un Maraşlı che nulla fa se non miagolare Mahuuuuuuuuuuur – insinua il dubbio che Mehmet Inci potrebbe essere ancora vivo.

Vi ricordate il collega di Hilal, l’obiettivo del famoso attentato in cui è rimasta colpita la piccola Zeliş?

Ebbene… tenetevi molto forte.

L’uomo non è morto!

Eppure, non è questa la rivelazione più sconvolgente.

Mehmet Inci, colui a causa del quale tutto è iniziato, l’uomo della cui “morte” si sono macchiati Necati e Savaş altri non è che…

Rullo di tamburi…

Marashanet!

Il topolino nella mia testa è sobbalzato dal suo giaciglio squittendo a squarciagola: CHE COOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOSA!?

Ancora adesso mentre ve lo scrivo faccio davvero fatica a crederci.

Non è però finita!

In seguito a una serie di eventi che metteranno Celal/Mehmet fuori gioco per un po’, scopriremo che il nostro protagonista sta lentamente iniziando a confondere le sue due identità.

La copertura Maraşlı,  inventata per potersi infiltrare nella famiglia Türel, si è innamorata di Mahur… ma Mehmet?

Insomma, ora come ora Savaş sarà anche pazzo ma è in ottima compagnia 🤣

Il Procuratore di Stato Tolga

Per qualche personaggio che va, ce n’è qualcun altro che arriva.

Al momento, quello maggiormente degno di nota è Tolga, il procuratore che si occupa dell’omicidio di Aziz e Ilhan.

Nonostante il “colpevole” sia già dietro sbarre – no, non ve lo dico chi è, ho già parlato troppo 😉 – l’inquirente è convinto che ci sia sotto ben più di quanto viene mostrato dalle prove.

Non ha tutti i torti.

Finché non conosce… Mahuuuuuuuuuuur.

Sono sincera, nonostante Tolga sia dalla parte della giustizia, non mi sconfinfera del tutto.

Temo che nasconda qualcosa… ma probabilmente è la faccia di Serhat Parıl che ho avuto modo di apprezzare anche in Bay Yanlış dove interpretava il ruolo del cugino malvagio del protagonista.

Confermo la mia stima per questo attore perché è bravissimo, però ha sempre quella strana espressione arcigna… da str*** 🤣

Comunque, il suo ingresso nella serie ha iniziato a movimentare le cose e a risollevare una vicenda che stava pericolosamente diventando asfittica.

Per fortuna, è anche tornata un po’ d’azione.

Non troppa però eh, non sia mai che togliamo il sonno alla gente con una storia troppo avvincente! 🤣

Nell’epilogo, Celal/Mehmet verrà pugnalato alle spalle dall’ultima persona al mondo da cui si sarebbe aspettato un tradimento.

Non è Hilal… ma scoprirne l’identità ha lasciato senza parole persino me.

Povero Maraşlı!

Non mi resta che lasciarvi promo dell’episodio 22.

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Marina Amato

Lascia un Commento