Home » Recensione libri » Recensione: “Luca Vitiello – Serie Mafia Chronicles #0.5” di Cora Reilly

Recensione: “Luca Vitiello – Serie Mafia Chronicles #0.5” di Cora Reilly

Titolo: Luca Vitiello
Autore: Cora Reilly
Serie: Mafia Chronicles #0.5
Casa editrice: Hope Edizioni
Genere: Mafia Romance
Data di pubblicazione: 26 giugno 2020
Ero un mostro. La crudeltà scorreva nelle mie vene come un veleno. Scorreva nelle vene di ogni maschio Vitiello, trasmessa di padre in figlio, una spirale di mostruosità senza fine. Ero un mostro che i pugni, la lama e le parole brutali di mio padre avevano reso anche peggiore. Ero stato cresciuto per diventare Capo, per dominare senza pietà, per dispensare brutalità senza ripensamenti. Cresciuto per sottomettere gli altri. Quando Aria mi fu data in matrimonio, aspettavano tutti di vedere, con il fiato sospeso, quanto in fretta l’avrei soggiogata nello stesso modo in cui mio padre spezzava le sue donne. Volevano vedere come avrei distrutto la sua gentilezza e la sua innocenza con la forza della mia crudeltà. Annientarla mi avrebbe richiesto un piccolo sforzo: mi veniva naturale. Ero felice di essere il mostro che tutti temevano, finché non è arrivata lei.
Nota dell’autrice: Legati dall’onore dal punto di vista di Luca.

Care fenici, siete pronte a gustarvi questo regalo inaspettato che ci ha fatto Cora Reilly con il volume tutto dedicato all’affascinante mafioso Luca Vitiello?

Questo libro ripropone il primo volume della serie Mafia Chronicles “Legati dall’onore” dedicata ad Aria e Luca, ma descritta dal punto di vista di lui, con risvolti, scoperte inaspettate e curiosità che avremmo tanto voluto sapere.

Onestamente posso dirvi che, nonostante i fatti siano gli stessi, mi sono goduta la lettura e ammetto che certi retroscena sconosciuti mi hanno fatto gustare il romanzo come se fosse la prima volta che lo leggo.

Il genere mafia romance è ancora più accentuato e lo dimostrano le quattro pistole che ho messo nel punteggio, infatti il mondo oscuro in cui vive il futuro leader dei capi della mafia di New York è descritto nei minimi dettagli con scene molto cruente e sanguinarie.

L’inizio è incentrato sull’infanzia di Luca e sulle date salienti e significative della sua vita, che aiutano il lettore ad approfondire il suo carattere, come il giorno dell’iniziazione a essere un uomo d’onore e il più doloroso, il suicidio della madre per fuggire dagli orrori in cui la faceva vivere il marito. È messo in evidenza il rapporto inquietante col padre, il boss Salvatore Vitiello, un uomo senza cuore e violento che ha avuto un effetto devastante sulla sua crescita psicologica. Luca è plasmato per diventare capo ed è evidente che sia accondiscendente a questa scelta, il suo soprannome la morsa lo precede ed è significativo delle gesta efferate che ha compiuto per dimostrare il suo valore come uomo d’onore.

Il lato umano viene fuori inconsapevole quando si tratta di suo fratello minore Matteo per il quale ha un forte senso di protezione ed è l’unica persona per cui sente un legame profondo e sincero. Questo affiatamento è determinante nelle dinamiche familiari e prosegue anche quando i due sono ormai adulti e il fratello è diventato ormai spietato quanto lui.

Nella crescita è evidente la lotta interiore di un ragazzo diventato uomo troppo in fretta, che deve sottostare alle decisioni del padre e della famiglia che vogliono che sia come loro.

Quando compare Aria nella sua vita, lui accetta la decisione del padre di sposarsi senza battere ciglio, ma il fatto che lei sia solo una ragazzina di quindici anni gli impedisce di costringerla a ununione così giovane, decidendo di aspettare la maggiore età. Questa scelta ci fa capire che Luca non è il mostro che vuole apparire, lui è un boss galantuomo e il rispetto che dimostra prima di sposarla, aspettando tre lunghi anni, proteggendola da lontano e poi in seguito in camera da letto, rispettando i suoi tempi. Con Aria non riesce a capire le strane emozioni che prova e del tutto nuove per lui, la parola amore non esiste, non sa cosa sia, ma si è prefissato di non fare mai violenza a una donna.

Lattaccamento che sente per Aria diventa sempre più forte man mano che la conosce e così si impone di non provare sentimenti perché potrebbero essere controproducenti per la sua incolumità e i suoi nemici potrebbero prenderla di mira. Mi è piaciuto molto il percorso amoroso di questa coppia, è descritto nei minimi dettagli, con una sensualità che parte da acerba e spaesata fino a raggiungere vette inaspettate e coinvolgenti.

Consiglio la lettura sia a chi, come me, ha letto il primo libro della serie dal punto di vista di Aria ed è curioso di sapere tutti i retroscena criminali di Luca, sia a chi vuole cominciare da questo per iniziare la serie e poi proseguire fino al terzo, in attesa delluscita del prossimo, spero.

Buona Lettura.

Titolo: Luca Vitiello Autore: Cora Reilly Serie: Mafia Chronicles #0.5 Casa editrice: Hope Edizioni Genere: Mafia Romance Data di pubblicazione: 26 giugno 2020 Ero un mostro. La crudeltà scorreva nelle mie vene come un veleno. Scorreva nelle vene di ogni maschio Vitiello, trasmessa di padre in figlio, una spirale di mostruosità senza fine. Ero un mostro che i pugni, la lama e le parole brutali di mio padre avevano reso anche peggiore. Ero stato cresciuto per diventare Capo, per dominare senza pietà, per dispensare brutalità senza ripensamenti. Cresciuto per sottomettere gli altri. Quando Aria mi fu data in matrimonio, aspettavano tutti di vedere, con il…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento