Home » Recensione libri » Recensione: “Lovers’ Christmas Game” di Priscilla Plate

Recensione: “Lovers’ Christmas Game” di Priscilla Plate

Titolo: Lovers’ Christmas Game

Autrice: Priscilla Plate

Genere: Romance

Editore: Self Publishing

Pagine: 237

Lui ha perso la fiducia nel genere umano, lei è un’entusiasta dotata di spiccato savoir-faire.
Ma cosa accomuna un ingegnere informatico, con la passione per i videogiochi, e un’aspirante attrice di musical, sognatrice incallita, che spera di conquistare il West End? Hamleys, il negozio di giocattoli più grande di Londra e di tutta la Gran Bretagna: Gary è il tecnico dei computer, Lizzie un elfo di Babbo Natale, mentre l’ascensore è il luogo in cui entreranno in collisione, fino a produrre scintille.
E se questo fosse solo l’inizio di un progetto che potrebbe rivelarsi redditizio e pericolosamente eccitante? Hanno pochi giorni di tempo per testare e sperimentare l’idea di un’App, Lovers’ Christmas Game, un gioco destinato a intrattenere gli amanti d’Inghilterra durante le vacanze di Natale. Gary e Lizzie rischieranno, sul filo delle regole e dello studio del Kamasutra, di esserne entrambi travolti, senza via di scampo.

 

 

Nel tempo in cui un numero sempre maggiore di persone stabilisce relazioni interpersonali attraverso le varie applicazioni disponibili sul mercato, Lovers’ Christmas Game ben si incastra nel contesto narrandoci una storia assolutamente attuale.

Gary Green ha una laurea in ingegneria ma poche aspirazioni e lavora come tecnico informatico da Hamleys, il negozio di giocattoli più grande d’Inghilterra. Da sempre serioso, controllato e indifferente al giudizio altrui è ben consapevole di essere considerato un tipo strano, non a caso la sua personale idea di paradiso è un mix di algoritmi, numeri e linee di codice.

Da tempo immemore, abituato a starsene per i fatti suoi e senza un reale desiderio di cambiare questa situazione, adotta con tutti un atteggiamento accomodante e scostante.

La curiosa e spregiudicata Lizzie Bhavana Sullivan sogna da sempre di diventare un’artista professionista e di riuscire, prima o poi, ad approdare nel famoso Theatreland di Londra.

Dotata di grande determinazione ed entusiasmo, rinuncia a una vita agiata e a un sostanzioso conto in banca per essere felice.

Due giovani agli antipodi ma accomunati dal loro essere considerati strani e da un totale disinteresse nei confronti dell’amore, nel quale ripongono una certa sfiducia seppure per motivi diversi.

Ma come ormai è noto, gli apposti si attraggono e nel caso specifico… fanno scintille!

Dopo un primo sconvolgente incontro, Lizzie non riesce più a togliersi Gary dalla mente e, galeotto il progetto di un’App che potrebbe rivelarsi redditizio, convincerà l’eccentrico ragazzo ad approfondire la reciproca conoscenza. Biblicamente intendo… e ciò sebbene l’unico testo oggetto di cotanto studio non sia la Bibbia ma il Kamasutra.

Il resto lo lascio scoprire a voi.

I due protagonisti sono davvero ben descritti, ponendo l’attenzione non tanto sull’aspetto fisico (comunque presente) ma sulla loro psicologia. Già dai primi due capitoli, infatti, il lettore è in grado di farsi un’idea piuttosto precisa dei rispettivi caratteri e delle motivazioni che li hanno condotti a essere ciò che sono.

Priscilla Plate è stata brava a descriverne i conflitti interiori che, attraverso molta confusione e messaggi contradditori, li porta a combattere contro un sentimento che nascerà nonostante la ferma determinazione di entrambi a non innamorarsi.

Una Londra avvolta nella magica atmosfera natalizia fa da cornice alla storia di due giovani che, solo ammettendo in primis con se stessi la paura di non essere all’altezza di una vera relazione d’amore e dei propri sogni, avranno la concreta possibilità di crescere ed essere davvero felici.

La storia è davvero piacevole, perfetta per le vacanze di Natale, scritta con uno stile fluido e ben ritmato. Il che, unitamente all’alternarsi di riflessioni “profonde” con battute davvero esilaranti, coinvolge il lettore che senza accorgersene ne divora le pagine fino all’epilogo.

“Significa che l’essere umano è in grado di scegliere per se stesso; può discernere ciò che è esterno, materiale e contingente da ciò che fa parte della sfera intima, dello spirito e dell’anima. La ricorrenza del Natale serve a questo, al di là della religione in sé; dovrebbe essere un periodo di riflessione e allontanamento da ciò che corrompe l’anima, di riconnessione con la propria interiorità.”

“Sembri un prete!” Mi prende per il culo e mi provoca con gli occhi vispi.

“Uno di quelli un po’ perversi, con la passione per le tette, il sesso e il… Kamasutra!”

(Tratto dal libro)

 

Una divertente e romantica favola di Natale che consiglio caldamente.

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: Lovers' Christmas Game Autrice: Priscilla Plate Genere: Romance Editore: Self Publishing Pagine: 237 Lui ha perso la fiducia nel genere umano, lei è un’entusiasta dotata di spiccato savoir-faire. Ma cosa accomuna un ingegnere informatico, con la passione per i videogiochi, e un’aspirante attrice di musical, sognatrice incallita, che spera di conquistare il West End? Hamleys, il negozio di giocattoli più grande di Londra e di tutta la Gran Bretagna: Gary è il tecnico dei computer, Lizzie un elfo di Babbo Natale, mentre l’ascensore è il luogo in cui entreranno in collisione, fino a produrre scintille. E se questo fosse…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Daniela Pullini

Daniela Pullini

Lascia un Commento