Home / Recensione libri / Recensione: “L’eternità della notte” di Sherrilyn Kenyon (Serie Dark Hunter vol. 7)

Recensione: “L’eternità della notte” di Sherrilyn Kenyon (Serie Dark Hunter vol. 7)

 

trama-rfs-viola

Figlio di un senatore romano, a soli ventidue anni Valerius Magno è diventato un potente generale. Da essere umano ha condotto campagne in Grecia, Gallia e Britannia. Ma adesso è un Cacciatore oscuro, e i suoi natali gli procurano l’odio e il rancore della maggior parte dei colleghi, che fanno di tutto per tenerlo lontano da Kyrian, Kell, Zarek e Zoe. La situazione è complicata, ma potrebbe peggiorare… Il pericolo, questa volta, ha fattezze sexy e si chiama Tabitha Devereaux. Tabby fa parte di una nuova generazione di Cacciatori che ha dimostrato il proprio valore senza rinunciare alla propria anima, e ha il potere dell’intuizione. Proprio per questo è l’unica che riesce ad avvertire le emozioni e la grande solitudine di Val, a capire che il suo atteggiamento altezzoso è soltanto una facciata, una difesa che ora Tabby intende abbattere… Ma non è il momento di innamorarsi, una sanguinosa battaglia è appena cominciata e ben presto lei e Valerius si troveranno a combattere fianco a fianco contro il demone più pericoloso di tutti, capace di tornare dal regno dei morti e mettere fuori combattimento persino il grande Acheron.

recensione-rfs-viola

 

Quando si finisce una storia scritta dalla Kenyon, si ha sempre la sensazione di aver letto il libro migliore e che l’autrice non riuscirà mai a superarsi, ma per quanto riguarda la serie Dark Hunters, almeno fino all’ “Eternità della notte”, si è sempre smentita.

Questo libro racconta le vicende del dark hunter romano, nonché fratellastro di Zarek, che abbiamo già conosciuto in un precedente romazo: Valerius Magno (di cui mi sono innamorata fin dalla sua prima apparizione nel libro di Zarek e di cui ero molto curiosa di capire come sarebbe stato il comportamento con i vicini di casa Kyrian di Tracia e Julian di Macedonia).

Ammetto che ho aspettato con ansia che uscisse il libro perché ero curiosa di scoprire come Tabhita, la cacciatrice di vampiri (e cognata di Kyrian), dal comportamento vivace e poco ortodosso, si potesse amalgamare al dark hunter più snob e odiato.

Come mi ero immaginata, fin dal primo incontro tra Tabitha e Valerius, si intuisce che questa coppia è destinata a “fare scintille” e che la loro diversità caratteriale darà vita a situazioni comiche, che mi hanno fatta ridere (il povero Valerio dovrà sopportare dispetti continui sia da Tabitha che da Zarek) sotto lo sguardo sbigottito di chi mi era vicino durante la lettura e che non capiva il perché dei miei improvvisi eccessi di ilarità.

Mi sono talmente tanto affezionata al modo di essere di Valerius (le sue emozioni, i ricordi della vita passata, e le paure per le persone a cui è particolarmente legato), che in certe occasioni non ho amato il comportamento del suo fratellastro Zarek; per fortuna, però, la moglie di quest’ultimo, Astrid, è sempre presente nella vita del suo tenebroso compagno e pronta, come al solito, a riportarlo sulla retta via.

Il libro si legge velocemente e la traduzione sembra essere abbastanza accurata: unica nota negativa è una decisione presa da Ash che mi ha lasciata con l’amaro in bocca e mi ha fatto odiare (per quanto lo si possa fare – parliamo del fantastico  Acheron ) per un attimo questo personaggio, che ho sempre amato (il suo è uno degli altri libri che attendo con ansia).

Comunque Ash rimane una figura fondamentale per la serie ed è proprio lui che dobbiamo ringraziare per aver dato una svolta ad una situazione a dir poco tragica.

Tirando le somme, posso sicuramente dire che questo è uno dei libri della serie che mi è piaciuto di più: infatti penso che sia un gran peccato non poter dare oltre il cinque come valutazione.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Recensione a cura di :

BabyLadyKira

Editing a cura di :

AleLale

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “La ragazza del faro” di Alessia Coppola

Buongiorno Fenici oggi la nostra Cristiana ha recensito ...