Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Legacies – 3×13

Recensione: Legacies – 3×13

Ben trovate fenicette, in questo episodio di Legacies succede di tutto e quando dico di tutto dico… wow! Ma andiamo per gradi.

Legacies

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Nella puntata precedente siamo venuti a conoscenza che colui che era stato creduto Landon era in realtà un golem realizzato niente po’ po’ di meno che da Chloe. La ragazza, che come sappiamo già è una Musa, è stata prigioniera a lungo di Malivore per aiutarlo a prendere una forma libera dai legami che lo trattenevano. Una volta fuggita dal luogo di detenzione, cerca un modo per eliminare il suo ex aguzzino, arrivando nella scuola Salvatore. Il Preside scopre, quindi, che c’è lei dietro a tutti i mostri che si sono presentati all’interno della struttura.

Legacies - 3x13

Kaleb non accetta il ruolo della ragazza nella vicenda e cerca di convincere Saltzman a non rinchiuderla nella dimensione prigione. Nel frattempo Hope deve affrontare la realtà dei fatti: la persona con cui era stata tanto felice in realtà non esiste, il vero Landon è adesso le è davanti e non sono tutte rose e fiori. Il ragazzo infatti, rimasto per lunghissimo tempo prigioniero di Malivore, ha imparato a combattere e fare a meno di lei. Dopo aver atteso a lungo di essere salvato dalla sua amata, capisce che deve impegnarsi per riuscirci da solo. Ora i due, di nuovo a confronto, sono alla resa dei conti; la dura realtà è che non sono fatti per stare insieme: lui è figlio di Malivore e lei il mezzo per distruggerlo.

Josie adesso sa la verità su Finch: è una lupa mannara e questo è il motivo del suo distacco. Appurata la cosa e riavuti i suoi poteri, la strega la convince a fare una prova nella scuola speciale. Dopo l’iniziale ritrosia, la lupa scopre di poter avere nuovi amici all’interno del branco. Acquisita maggiore sicurezza di sé, chiede a Josie di fare coppia con lei.

Legacies - 3x13

Intanto le cose precipitano e Chloe, lasciata libera di decidere per se stessa sotto consiglio di Josie, che ha un’esperienza mistica con lei, lascia la scuola insieme a Landon, che per stare lontano da Hope, prende la via dell’esilio.

Ragazze, ho solo una parola: no! Ma un grande potente NO! L’episodio è cominciato in modo clamoroso lasciandomi veramente con il fiato sospeso. Ma il finale. Vi giuro che quando ho visto Landon comportarsi come la brutta copia di Lone Ranger, che se ne va via sotto i raggi del sole al tramonto, avrei voluto mettermi a urlare. Ma che senso ha gettare la spugna così con lei? Molto forte la scena di Hope che scoppia a piangere affranta, un bravissima all’attrice. Interessante la storia di Chloe: la vediamo originaria della Nigeria, direi parecchi secoli prima, una bambina rapita dal classico cattivo delle favole, dove una prescelta viene sacrificata per il bene del villaggio. Invece per Josie le cose finalmente funzionano: ora sa cosa succede, perché succede, ha i suoi poteri e accetta il buono e il cattivo delle situazioni. A Kaleb, invece, dice sempre male purtroppo: innamorato della sua Chloe, ma dalla quale non ha riscontro.

Legacies - 3x13

La figura del Preside mi delude un po’: il carisma e la risolutezza vengono a mancare e se quelle decadono, cos’altro rimane? Chissà dove andranno adesso Landon e Chloe che, una volta fuori dalla scuola, si alleano per trovare una soluzione al loro problema. Al pensiero di vederli andare via insieme mi sale una rabbia… ma va bene anche questo. Vedremo dove la storia li porterà e quali saranno le conseguenze delle loro azioni. Mi auguro fortemente che Landon non abbia gettato veramente la spugna e che tornerà da Hope più innamorato che mai. Che tristezza però… lo avrei strozzato con le mie mani.

Insomma episodio di Legacies mozzafiato, con una fine triste e pesante. Scusate gli spoiler, ma dovevo proprio sfogarmi. A presto care Fenici continuate a seguirci.

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

StaffRFS

Lascia un Commento