Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: Le misteriose creature della Maison du Bois di Christian Brancati

Recensione: Le misteriose creature della Maison du Bois di Christian Brancati

 

Titolo: Le misteriose creature della Maison du Bois

Autore: Christian Brancati

Genere: Horror

Target: +16

Editore: Self

Data di pubblicazione: 10 novembre 2022

Un horror survival soprannaturale dove vige la regola “mangiare o essere mangiati”.

Ogni anno nella famosa Maison du Bois si celebra la festa Homines Mundi, tutti quanti vorrebbero parteciparvi ma solo i ricchi e i potenti vengono invitati. Ai comuni mortali viene detto soltanto il giorno in cui si tiene la festa, lasciandoli all’oscuro di tutto ciò che accade nella maison.

Ci sono voci che parlano di strane creature che non sono mai state fotografate, nemmeno dai vip e dalle persone più influenti. Le persone darebbero pure l’anima per poterle vedere.

Luis Rovini ha sempre odiato la Maison e la sua festa e proprio per quell’odio riceverà il tanto desiderato invito…

 

 

Ogni anno nella famosa Maison du Bois si celebra la festa Homines Mundi, alla quale tutti quanti vorrebbero partecipare ma solo i ricchi e i potenti vengono invitati. Ai comuni mortali viene detto soltanto il giorno in cui si svolge l’evento, lasciandoli all’oscuro di tutto e chi vi partecipa ha il totale riserbo su di essa. Cosa succede veramente durante questa festa di cui la duchessa du Bois, donna affascinante e di grande bellezza è l’artefice? E cosa nasconde la misteriosa duchessa?

Luis Rovini è un giovane taciturno e troppo timido che ha sempre detestato le storie e le congetture che ci sono intorno a questa ricorrenza. Per lui sono tutte un mucchio di fandonie per attirare la gente. Fino al giorno, o meglio la notte, in cui un piccolo ragno gli recapita l’invito per partecipare alla festa come cameriere. Luis è sconcertato dalla cosa, pensa di esserselo sognato, crede che ci sia stato un errore. Ma preso dalla curiosità parte dal suo piccolo paesino vicino Sanremo, per recarsi nella tenuta della Duchessa a Montecarlo. E qui verrà a conoscenza di un mondo che mai avrebbe pensato che esistesse. Una realtà in cui il più forte prevale sul più debole, dove vige la regola “mangiare o essere mangiati.”

Creature di ogni genere fanno da sfondo a questa storia fantasy, macabra e con rimandi alla Genesi della Bibbia, dove si racconta qualcosa accaduto nel giardino dell’Eden e che ha ribaltato alcune cose nel nostro mondo. Dove un essere con un immenso potere è riuscito a manipolare i vari potenti sulla Terra.

Cosa dire di questo libro? Per certi versi sembra un horror survival soprannaturale, per altri una storia di formazione e crescita del protagonista che non riesce a trovare il suo posto nel mondo. Attraverso quello che dovrà affrontare, Luis cambierà diventando più maturo, più coraggioso e mettendo da parte le sue timidezze. 

I vari personaggi sono descritti bene, anche se in alcuni casi un po’ frettolosamente. Ma a mio parere ce ne sono troppi. Tante voci e storie raccontate in modo superficiale. Capisco che la dinamica dell’azione richieda più soggetti, ma soffermarsi maggiormente su alcuni di essi mi sarebbe piaciuto. 

L’ambientazione è chiusa, avviene tutta nell’immensa tenuta della duchessa, luogo ricco di mistero e segreti con molti antri oscuri e storie che si celano in essi. La casa stessa è l’epicentro di tutti i mali che avvengono all’interno, dove il tempo e lo spazio si fondono fino a scomparire l’uno nell’altro.

Un racconto scritto con una certa ricercatezza, a tratti scorrevole, a tratti un po’ più frettoloso. Io avrei preferito un pizzico di cattiveria in più, almeno nel finale, che avrebbe potuto renderlo più affine alla sua agghiacciante duchessa. 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

ludovais

Lascia un Commento