Home » Recensione libri » Recensione: “Le fiamme dell’Olimpo” di Aurora R. Corsini – Serie Bacio Immortale #3 –

Recensione: “Le fiamme dell’Olimpo” di Aurora R. Corsini – Serie Bacio Immortale #3 –

 

Titolo: Le fiamme dell’Olimpo

Autore: Aurora R. Corsini

Serie: Bacio Immortale #3

Genere: Romance fantasy

Editore: Triskell Edizioni

Data di uscita: 25 Gennaio 2021

 

Il tempo della fuga e dei sotterfugi è finito.
È giunto il momento che Penny accetti il proprio retaggio, altrimenti soccomberà davanti al tremendo potere di Hera. Forte del rinnovato legame con Valo, l’unico ostacolo sul suo cammino si cela dentro il suo stesso animo.
Abbandonato il divino Apollo, Valo ha finalmente trovato se stesso, e il suo solo obiettivo è proteggere colei che con il suo amore lo ha reso possibile. Anche se questo significa mettere in gioco la propria vita.
Per la prima volta dopo millenni, Atena scorge un futuro per se stessa ed è determinata a ottenerlo. Per riuscirci, sarà costretta ad accantonare i propri principi e rischiare il tutto per tutto per coloro che ama.
La folle Hera non è più l’unica a dare la caccia a Penny, altri immortali hanno iniziato a combattere per conquistare il trono degli dèi. Nell’approssimarsi dello scontro finale, persino l’ambiguo Ermes sarà chiamato a scegliere da che parte schierarsi. Dopo aver scoperto i segreti del passato, Penny dovrà trovare il coraggio di scatenare i propri poteri, perché solo così sarà in grado di riaccendere le fiamme dell’Olimpo e salvare gli ultimi immortali.

 

Ben trovate, care Fenici. Con questo volume sembrano concludersi le avventure di Penny e Valo. Ma andiamo per gradi.

Dopo essersi riconciliati, superando il tradimento di Valo con Calipso avvenuto con lo scopo di ottenere informazioni preziose sulla posizione di Poseidone, i due sono più determinati che mai nel trovare una soluzione alla persecuzione di Hera. Insieme ad Atena riprendono quindi le ricerche, carichi di aspettativa. Purtroppo, dovranno farlo senza l’aiuto di Ermes; il dio dei ladri, in lutto per l’omicidio di David, piange il suo amore perduto, contornato dalla sua corte di ninfe e driadi. Intanto Ares tesse i suoi intrighi di potere, tradendo la fiducia di Hera, intenzionato a sostituirla sul trono dorato degli déi. La dea suprema, ancora impegnata a trovare uno stratagemma per mettere le mani sulla rincarnazione dell’odiata sorella Estia, non si perde d’animo, lasciando dietro di sé morte e distruzione.

Riuscirà Penny a carpire la sua eredità e a sopravvivere alla persecuzione di cui è vittima? Atena troverà la pace che tanto anela, sfuggendo alla maledizione della sua immortalità?

Una conclusione che ci regalerà colpi di scena notevoli. Già dall’inizio della narrazione, l’autrice dipinge momenti lirici di rara intensità, dati dal saluto estremo di Ermes a colui che più ha caro nel suo cuore. Posso affermare, senza ombra di dubbio, che in confronto a tutto il resto, la storia è degna di nota già così. Il linguaggio aulico, la costruzione delle scene, il modo in cui la trama gira tutta intorno al rimorso e al sacrificio, tutto questo è permeato da una alto livello di drammaticità. Tuttavia, l’apice imprescindibile della storia, il culmine massimo che non viene mai superato, è rappresentato dalla disperazione che il dio prova per la fine del suo amato, passaggio, questo, che si trova già nelle prime pagine del libro.

Neanche nella fase finale, che è ben degna di nota, ritroviamo quei gesti così strazianti, quelle emozioni così piene e appaganti. Anche se molto profondi, in quei momenti i due protagonisti passano in secondo piano, dando spazio ai drammi e alle tragedie personali degli altri personaggi.

Finalmente Penny fa pace con se stessa e con Estia, che ha voluto regalarle una vita priva di costrizioni, relegando la sua coscienza ai margini della sua memoria. La ragazza, quindi, rinasce come una nuova entità, non umana, né dea, qualcosa di completamente diverso e sconosciuto.

Apollo/Valo, figura ben strutturata, perde la sua forma di assoluto egoismo, imparando finalmente ad amare con profondità. Nel finale apprezzeremo in pieno la contorta relazione di Ares e Afrodite, uniti in un rapporto unico, fino alla conclusione delle loro vicende.

Che dire? Vi consiglio vivamente questo ciclo di storie, vi assicuro che vi doneranno momenti intensi, dolcissimi e drammatici.

Buona lettura e a presto!

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
  Titolo: Le fiamme dell’Olimpo Autore: Aurora R. Corsini Serie: Bacio Immortale #3 Genere: Romance fantasy Editore: Triskell Edizioni Data di uscita: 25 Gennaio 2021   Il tempo della fuga e dei sotterfugi è finito. È giunto il momento che Penny accetti il proprio retaggio, altrimenti soccomberà davanti al tremendo potere di Hera. Forte del rinnovato legame con Valo, l’unico ostacolo sul suo cammino si cela dentro il suo stesso animo. Abbandonato il divino Apollo, Valo ha finalmente trovato se stesso, e il suo solo obiettivo è proteggere colei che con il suo amore lo ha reso possibile. Anche se…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento