Home / New Adult / Recensione: “Le bugie del nostro amore” di di Chelsea M. Cameron

Recensione: “Le bugie del nostro amore” di di Chelsea M. Cameron

Trama azzurro

Per incastrare suo padre, devo servirmi di lei. Devo farla innamorare di me prima ancora che si accorga di quello che sta accadendo. Sarà facile. L’ho già fatto in passato e lo rifarò in futuro. È solo una ragazza. Uno strumento per ottenere quello che voglio. Quando avrò finito con lei, non mi guarderò indietro. Questo era ciò che pensavo. Fino al momento in cui l’ho incontrata.

Recensione azzurro

Prendete un tipo come Quinn Brand, 24 anni, talmente bravo nel settore degli investimenti da rendere ancora più ricchi uomini come il signor Beaumont, seppur mediante metodi poco ortodossi.
Sommate un passato torbido e doloroso, la perdita prematura dei genitori, molti punti in sospeso e una sorellina, affidata a lui, in riformatorio.
Prendete un cucchiaio e date una prima, lenta, mescolata.
Aggiungete un pizzico della signorina Saige Beaumont, 20 anni, universitaria anticonformista dai capelli rosso fuoco.
Shakerate con vigore, e vi accorgerete che non vi trovate più per le mani il rigido Quinn, nome di facciata, ma Sylas, un ragazzo dedito a punire i criminali che gli hanno distrutto la vita.
Versate, e guarnite con Cash (una contraddizione vivente), Baz, Track (gay, non si fa problemi a flirtare con chiunque gli piaccia), Row e Hardy (gemelli dalle personalità opposte).
Quinn, o meglio Sylas, è stato incaricato dal suo gruppo di occuparsi del signor Beaumont: deve infilarsi nel letto della figlia, guadagnarne la fiducia e farsi invitare in casa dei genitori; in questo modo potrà mettere delle cimici ovunque e derubare la potente famiglia di tutti i suoi averi. Quinn non appartiene ad un gruppo di semplici ladri: non rubano per guadagno, anche se non disdegnano le belle auto, prendono di mira solo i personaggi senza scrupoli che si arricchiscono, ad esempio, con lavoro minorile, disastri ambientali e corruzione, puntando a lasciarli senza soldi. La loro punizione sarà una vita senza agi.
Ogni membro del gruppo ha la sua storia, lo si può intravedere solo da qualche accenno, perché la loro regola d’oro è “tu non mi chiedi, io non ti chiedo”.
Quello che Silas non si aspettava, però, è la giovane e appassionata Saige, studentessa di arte che abita sola in un appartamento lontano dai genitori e dal lusso. Sembra quanto di più lontano possa esistere dalla sua famiglia.
Col passare del tempo, la ragazza riesce a fare breccia nel cuore di Sylas, che non può fare a meno di abbassare sempre più le difese, anche se si rende conto che in questo modo rischia di mettere tutti in pericolo.
Un imprevisto complica le cose: c’è un hacker che continua a violare i cellulari di Sylas e arriva a diventare una presenza inquietante nella sua vita, mentre si avvicina l’occasione in cui il gruppo dovrà fare irruzione in casa e poi trasferirsi il più lontano possibile dai Beaumont, per non farsi scoprire.
Il passo successivo sarà abbandonare Saige per sempre senza lasciare traccia del suo passaggio, ma ne sarà capace? La prima volta che si sono incontrati, lei indossava una parrucca castana e delle lenti a contatto: cosa nasconde?
Questo libro mi è piaciuto, non nascondo che avrei gradito avere qualche descrizione fisica in più dei personaggi, qualcosa che andasse oltre a “è biondo, è alto, è grosso e pericoloso”, ma tutto sommato mi sono divertita ad immaginarmi io stessa la fisicità dei personaggi. L’autrice mi ha tenuta incollata alle pagine fino all’ultima riga, la storia non diventa mai noiosa, e verso il finale ci sarà un curioso colpo di scena. Nutro delle grandi aspettative per il secondo volume di questa serie: molti personaggi sono solo abbozzati, e spero proprio che vengano ampliati, ognuno di loro merita di essere raccontato!

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Asce-voto-1

Recensione a cura di:

Pandora

Editing a cura di:

MagaMagò

Acquistabile qui

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “Dolce e Letale (Valetti Crime Family Vol. 3)” di Willow winters

Buongiorno Fenicette oggi la nostra Aina ha recensito ...