Home / Paranormal Romance / Recensione: “Tra le braccia di Morfeo (Splintered #2)” di A.G Howard

Recensione: “Tra le braccia di Morfeo (Splintered #2)” di A.G Howard

Trama

Alyssa Gardner è stata nella tana del coniglio e ha affrontato il Serpente.
Ha salvato la vita di Jeb, il ragazzo che ama, è sfuggita alle macchinazioni dell’inquietante e seducente Morpheus e alla vendicativa Regina Rossa. Ora tutto quello che deve fare è prendere il diploma per realizzare il suo sogno e frequentare una prestigiosa accademia d’arte a Londra. Sarebbe tutto più semplice se sua madre, appena uscita da una casa di cura, non si comportasse sempre in modo eccessivamente protettivo e sospettoso. E se il misterioso Morpheus evitasse di farsi vedere in giro per la scuola e non la tormentasse proponendole una pericolosa missione, un’altra sfida al Paese delle Meraviglie, a cui lei, almeno in parte, appartiene…

Recensione

E’ passato un anno da quando Alyssa ha lasciato il Paese delle Meraviglie. Si è lasciata alle spalle il suo ruolo di futura regina con poteri immensi per godersi appieno il suo lato lato umano, la sua famiglia riunita e l’amore per Jeb. Il ragazzo non ricorda nulla delle avventure vissute, quindi non sa di essere morto per salvarla, ma i sentimenti nei suoi confronti sono immutati. Ha trovato lavoro in un’importante galleria d’arte che lo tiene lontano da lei, ma allo stesso tempo gli consente di guadagnare abbastanza per permettersi la vita che desiderano a Londra. Nella loro quotidianità si intromette Ivy, una donna molto affascinante che vuole Jeb come ritrattista personale ed esclusivo. Inutile dire quanto questo destabilizzi la coppia, soprattutto Alyssa che inizia ad avere dubbi sulla fedeltà del compagno.

Allora è per questo che si è rasato e vestito bene. Per fare bella impressione con la sua nuova ricca cliente. Mi tornano in mente gli avvertimenti di mia madre su un futuro tradimento, ma li respingo. So che posso fidarmi di Jeb. Eppure, non riesco a controllare ciò che esce dalla mia bocca l’istante successivo.” “Vuoi lasciarmi la prima sera che sono sveglia per andare al lavoro?”

E’ andata un po’ peggio a Morpheus, che abbiamo lasciato nella pancia di un mega serpentone. Ma, come abbiamo imparato, i Netherling hanno sempre un piano di riserva che li consente di fuggire alle situazioni più difficili. Così, un bel giorno, si presenta a scuola sotto le spoglie di Finley. Lo fa per avvisare Alyssa del pessimo stato in cui è caduto il Paese delle Meraviglie.

Non ho mai visto il Paese delle Meraviglie in condizioni peggiori. Nuvole viola profondo solcano il cielo come grossi ragni diafani. Lasciano tracce scure, quasi tessessero ragnatele nell’aria. Sotto le mie scarpe il fango geme e sputacchia. Bolle marroni risalgono in superficie ed esplodono.”

Alyssa quindi si ritrova nuovamente a dover scegliere tra la sua felicità e il suo ruolo nel Sottomodo. Morpheus, senza mezzi termini, farà di tutto affinché lei porti a termine la missione ripristinando l’ordine e mettendo fine alla dittatura di Regina Rossa.

Se non vuoi restare per salvare il Paese delle Meraviglie, porterò nel regno umano tutto il caos di cui sono capace. Combatti per noi, o affronta le conseguenze.”

Carino non trovate? Non si smentisce mai, ed io lo adoro profondamente.
La nostra protagonista dovrà affrontare nuovi enigmi, si ritroverà di fronte all’ennesima lotta, dovrà ascoltare il suo cuore e verrà tradita dalle persone a lei più care.
In questo secondo capitolo, infatti, farà delle scoperte devastanti (noi lo sapevamo già) che la porteranno sull’orlo della follia. Il più drastico è la nuova situazione che si è creata tra lei e la madre. Ne “Il mio splendido migliore amico”, Al ha rischiato la vita, la sua salute mentale per salvarla da un destino crudele ed ora scopre che le ha sempre mentito, sulla sua nascita, sulla sua permanenza in manicomio. Ha cercato di farle del male sempre senza giustificazioni. E’ arrabbiata, triste e si sente abbandonata.

Sul serio?”. Le parole mi escono stridule e nervose. “Il punto è un altro! Sei stata nel Paese delle Meraviglie e non ti sei mai presa il disturbo di dirmelo! Hai vissuto quel che ho vissuto io. Hai idea di quanto bisogno avevo di saperlo? Di sapere che non ero sola?”

L’autrice non si smentisce nelle descrizioni di tutti i personaggi, degli ambienti creati minuziosamente, anche troppo a volte. Non posso negare che ogni tanto ho saltato delle pagine perché ripetitive passando direttamente ai dialoghi senza però perdere tratti importanti. Insomma, l’ho trovato un po’ lungo e pesante in certi momenti. Premetto che io non amo le descrizioni troppo dettagliate ma sono sicura che chi la pensa diversamente, lo apprezzerà tantissimo. Un’altra cosa che mi ha infastidita sono i costanti cambiamenti di discorso, passando da un argomento all’altro e da un personaggio all’altro nell’arco di poche righe. Detto questo, mantiene un ritmo costante, ricco di avvenimenti, senza mai lasciare il lettore annoiato. E’ fantasia allo stato puro e riprende tanti stralci dalla favola di Lewis Carroll.

Accetta questa favole infantile, e deponila con mano gentile là dove i sogni innocenti presto si intrecciano a un mistico ricordo… Così il Paese delle Meraviglie è venuto al mondo”.

Il finale è fantastico. Fortunatamente per me, ho iniziato a leggere la trilogia ad opera conclusa perché non avrei saputo resistere al richiamo del Paese delle Meraviglie, al destino di Alyssa e tutto quello che nasconde.

Parli come se appartenessimo a due razze diverse. Ma tu sei come noi. Feroce… Manipolatrice… E un po’ folle. Sei più Netherling che umana. Non potresti mai privarti della via d’accesso al luogo a cui appartiene il tuo cuore.”

Fiamme-Sensualità-Nulla NUOVA

Recensione a cura di:

LadySnow

Editing a cura di:

Pandora

Acquistabile qui

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione in anteprima: “Vite Rubate – Spin-off serie Il mondo di Mike Summer” di Monica Lombardi

Care fenici oggi Lucia63 ci regala in anteprima ...