Home » Recensione libri » Recensione: “Later” di Stephen King

Recensione: “Later” di Stephen King

Titolo: Later

Autore: Stephen King

Editore: Sperling & Kupfer

Genere: horror

Solo i morti non hanno segreti.

Jamie Conklin ha proprio l’aria di un bambino del tutto normale, ma ci sono due cose che lo rendono invece molto speciale: è figlio di una madre single, Tia, che di mestiere fa l’agente letterario, e soprattutto ha un dono soprannaturale. Un dono che la mamma gli impone di tenere segreto, perché gli altri non capirebbero. Un dono che lui non ha chiesto e che il più delle volte non avrebbe voluto. Ma questo lo scoprirà solo molto tempo dopo. Perché la prima volta che decide di usarlo è ancora troppo piccolo per discernere, e lo fa per consolare un amico. E quando poi è costretto a usarlo lo fa per aiutare la mamma, lo fa per amore. Finché arriva quella dannata volta, in cui tutto cambia, e lui è già un ragazzino, che non crede più alle favole. Jamie intuisce già, o forse ne è addirittura consapevole, che bene e male non sono due entità distinte, che alla luce si accompagnano sempre le tenebre. Eppure sceglie, sceglie la verità e la salvezza. Ma verità e salvezza, scoprirà tempo dopo, hanno un prezzo. Altissimo.

Later è una nuova variazione King sul tema del bene e del male, un romanzo – come sempre – pieno di emozione e tenerezza nei confronti dell’infanzia e della perdita dell’innocenza, ma anche una riflessione matura sulla nostra possibilità di scegliere. Con un tocco d

 

Ciao carissime fenici, è con grande piacere e onore che vi parlerò quest’oggi del Re dell’Horror, l’unico e inimitabile Stephen King, con precisione di Later, la sua 53esima opera d’arte. Sì, ok sto facendo un po’ di fangirling, perché lo ammento lo sono una sua fan a tutto tondo, ma tranquille sarò obbiettiva nella recensione.

Jamie Conklin sembra un bambino come tanti altri, ma in realtà nasconde un segreto, possiede un dono particolare, soprannaturale. Lui e Tia, la madre single, vogliono a tutti i costi tenere segreta questa sua caratteristica. Ma Jamie si ritroverà a usarla in diverse occasioni, una prima volta da piccolino con la spontaneità tipica di quell’età, una seconda per amore e una terza volta per aiutare una detective di New York in un caso molto particolare. All’inizio sembra tutto andare per il verso giusto, ma il nostro protagonista scoprirà “Later” … che quello che ha fatto ha avuto un costo non indifferente.

Jamie è un bimbo speciale, educato, amorevole e molto intelligente. Possiede questo dono, che non vorrebbe avere, ma è una cosa che non si può cambiare e lui deve imparare a conviverci, deve comprendere e distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.

Tia, una madre single che fa di tutto per proteggere suo figlio, è un’agente letterario che, a un certo punto della sua vita, si ritrova ad affrontare grosse difficoltà economiche, ma non si arrende e grazie all’aiuto di suo figlio riesce a superare la crisi.

Ci sono altri personaggi, con ruoli più o meno importanti, ma non voglio accennare a loro, perché ho paura di dirvi troppo e questo è un libro che va letto quasi alla cieca, meno si sa meglio è.

La storia viene raccontata in prima persona da un Jamie adulto, che si rivolge direttamente ai lettori parlando della sua vita, con tante riflessioni in retrospezione, e noi lo accompagniamo durante la sua crescita sin da quando era un bambino molto piccolo. Questo tipo di impostazione a mio avviso coinvolge maggiormente e rende la lettura molto scorrevole e piacevole. Non sono mancati, come è solito fare King, alcuni particolari che richiamano le sue opere precedenti. Questa volta però non ho trovato quella ricchezza di dettagli nella descrizione dei luoghi e dei fatti e quella profondità che ogni personaggio assume abitualmente nei suoi libri. Ma essendo un racconto piuttosto breve per i suoi canoni, credo che sia inevitabile la mancanza di questi approfondimenti, ma non tange in alcun modo la bellezza finale della storia. Immagino e spero che ci sarà un seguito… un “Later” per l’appunto, perché altrimenti qualche domandina rimarrebbe lì appesa a torturarmi.

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: Later Autore: Stephen King Editore: Sperling & Kupfer Genere: horror Solo i morti non hanno segreti. Jamie Conklin ha proprio l'aria di un bambino del tutto normale, ma ci sono due cose che lo rendono invece molto speciale: è figlio di una madre single, Tia, che di mestiere fa l'agente letterario, e soprattutto ha un dono soprannaturale. Un dono che la mamma gli impone di tenere segreto, perché gli altri non capirebbero. Un dono che lui non ha chiesto e che il più delle volte non avrebbe voluto. Ma questo lo scoprirà solo molto tempo dopo. Perché la prima…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento