Home » Recensione libri » Recensione: L’angelo della morte – (Lost Angels #3) di Heather Killough-Walden

Recensione: L’angelo della morte – (Lost Angels #3) di Heather Killough-Walden

Titolo: L’angelo della morte
Autrice: Heather Killough-Walden
Serie: The Lost Angels # 3
Editore: Leggereditore
Genere: Paranormal Romance
Data di Pubblicazione: 03 Agosto 2013

 

La notte degli angeli caduti #1

Il messaggero dell’Angelo #2

L’angelo della morte #3

La forza dell’angelo #4

Samael #5

In quanto Angelo della Morte, Azrael non può essere come i suoi fratelli. Mentre gli altri sono caduti sulla Terra in forma umana, Azrael è sceso come vampiro. Oggi è il cantante di una famosa rock band, bello da togliere il fiato, e tiene nascosta la sua vera natura: una potente oscurità perennemente in contrasto con il suo essere angelico. Sotto la maschera, coltiva la speranza di incontrare un giorno colei che lo completerà. Al matrimonio del fratello Gabriele, Azrael mette gli occhi su Sophie Bryce, la damigella d’onore. È certo che sia la compagna che gli è destinata, e farà di tutto per farla sua. Ma Sophie non sa di essere la sua cherubina, ed è ossessionata da indicibili demoni. Quando forze sovrannaturali usciranno dall’ombra e minacceranno Sophie, Azrael sarà l’unico in grado di proteggerla. Ma per farlo, dovrà rivelare la sua natura selvaggia e rischiare così l’unica cosa che cerca dall’eternità…

Ho scoperto questa saga per caso e una volta iniziata la lettura non sono riuscita più a smettere e l’ho finita tutta d’un fiato.

Tutto comincia quando il Vecchio (che ho identificato con Dio) convoca i suoi quattro arcangeli prediletti Michele, Gabriele, Uriel e Azrael e gli “regala” le metà perfette della loro anima per ricompensarli della loro lealtà. Queste quattro cherubine però vengono spedite sulla terra e gli arcangeli decidono di ritrovarle abbandonando il regno dei cieli. A me non è sembrato tanto un dono ma un volete le vostre donne? Va bene le creo ma poi ve le trovate da soli come tutti gli altri! Una presa in giro insomma.

Ogni volume è dedicato a una coppia e dopo Uriel, l’Angelo della Vendetta e la sua Elenoire, il Messaggero Gabriele e la sua Juliette, adesso tocca ad Azrael, l’Angelo della Morte e Sophie Bryce con L’angelo della morte.

Azrael è il cantante di una famosa rock band, bello da togliere il fiato ed è il mio personaggio preferito: sotto la sua potente oscurità nasconde un animo gentile, che lotta e protegge con ogni mezzo chi ama. Purtroppo o per fortuna per lui, è stato l’unico dei quattro arcangeli a essere sceso sulla Terra come vampiro. È più forte dei suoi fratelli, ma in lui ho visto molta solitudine finché al matrimonio di Gabriele incontra Sophie.

Era un fremito, unito a una sgradevole inquietudine quasi al limite di una profonda ansia. Era trepidazione. Felicità, speranza. Sophie Bryce era dentro di lui.

(Tratto dal libro)

Lei però non sa di essere la sua cherubina ed è ossessionata da terribili demoni. Sophie sarà minacciata dal nuovo cattivo della storia che fa la sua comparsa in tutta la sua splendente malvagità: Gregori. Ma chi o cosa sia ancora non ci è dato saperlo. Azrael è l’unico in grado di proteggerla e anche questa volta l’arcangelo deve conquistare la fiducia della sua anima gemella nonostante l’attrazione che entrambi sentono.

 “Voleva insegnarle ad amare se stessa… in modo che poi potesse imparare ad amare lui” (Tratto dal libro)

Sophie scopre piano piano i suoi poteri, gli stessi delle altre: guarire, telecinesi, controllare gli elementi atmosferici e il fuoco.

Samael questa volta è più defilato e ancora non riesco a capire se sia buono o cattivo. A volte aiuta, a volte ostacola, è molto ambiguo circa la sua natura. È arcangelo ma con qualcosa di più.

Uno degli aspetti per me negativi: troppe creature! Ci sono angeli, arcangeli, spettri, fantasmi, vampiri, draghi, icariani (sanguisughe di poteri magici), adariani, incubi. Non ho capito il senso di mettere tutta questa carne al fuoco. Ogni tipo di esseri ha i propri poteri e le proprie caratteristiche, alcuni sono buoni e altri cattivi.

Scritta in modo scorrevole, si legge velocemente (anche per sapere cosa succederà). Le descrizioni non sono molto lunghe e non tolgono il gusto all’azione.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: L'angelo della morte Autrice: Heather Killough-Walden Serie: The Lost Angels # 3 Editore: Leggereditore Genere: Paranormal Romance Data di Pubblicazione: 03 Agosto 2013   La notte degli angeli caduti #1 Il messaggero dell'Angelo #2 L'angelo della morte #3 La forza dell'angelo #4 Samael #5 In quanto Angelo della Morte, Azrael non può essere come i suoi fratelli. Mentre gli altri sono caduti sulla Terra in forma umana, Azrael è sceso come vampiro. Oggi è il cantante di una famosa rock band, bello da togliere il fiato, e tiene nascosta la sua vera natura: una potente oscurità perennemente in contrasto con il…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento