Home » Recensione libri » Recensione: “L’amore più giusto è quello sbagliato” di Chelsea Fine

Recensione: “L’amore più giusto è quello sbagliato” di Chelsea Fine

Trama

Ogni singolo giorno Pixie vorrebbe solo tornare indietro e cambiare il passato. Ma non può. Spera che l’estate trascorsa a lavorare nell’albergo della zia l’aiuti a dimenticare. Ma anche questo sembra impossibile: Levi, il ragazzo che era stato suo amico, e forse qualcosa in più, fino al momento in cui tutto è cambiato, per sempre, si trova lì.
Levi vorrebbe solo chiedere scusa, ma sa che non basterebbe, in fondo lui è il vero colpevole della tragedia che li ha colpiti. Levi sa che dovrebbe stare lontano da Pixie, sarebbe meglio per tutti e due. Ma ogni sua singola parte desidera toccarla, proteggerla, stringerla forte e baciare via tutto il dolore. Ma Pixie appare così lontana, irraggiungibile. Eppure quegli occhi verdi che Levi incontra ogni giorno gli dicono forte e chiaro che non può vivere senza di lei.

Recensione

Partiamo dal presupposto che immaginavo di leggere una storia d’amore! Ma devo dire che in questo libro c’è molto di più: famiglia, amicizia, dolore, passione, confusione e sì, anche amore.
I primi capitoli sono stati un po’ un grosso “FORSE” per me, nel senso che subito veniamo catapultati nella storia senza nessun tipo di approccio soft. Molti personaggi, molte informazioni, molti battibecchi. A un certo punto mi sono chiesta se non stessi leggendo due libri diversi! In un primo momento quello che arriva di questo romanzo è la classica storia d’amore, inizialmente travagliata che poi sfocia nella passione più assoluta e finisce con i due protagonisti che vivono felice e contenti, passando da litigi e continui tira e molla… e invece SBAM! Quando la storia entra nel vivo ecco che l’autrice ti stupisce con una dose inaspettata di sano e (in questo genere di romanzi, sempre presente) segreto doloroso che viene a galla.

“Siamo una ferita aperta,
siamo l’uno lo specchio dell’altra,
e mi viene da piangere.”

A questo punto mi sono trovata ad affrontare un dolore condiviso da una famiglia, un dolore che ha distrutto quando invece avrebbe dovuto unire. Ed è qui che ho iniziato ad amare questo libro, Pixie (che grazie al cielo si chiama Sarah) e Levi in primis, ma posso dirvi che ho amato molto anche i personaggi secondari, che da quanto appreso, saranno i protagonisti dei prossimi romanzi (e io non vedo l’ora di leggere di loro). Ma torniamo ai due protagonisti, due anime distrutte, due persone che non possono fare a meno l’uno dell’altra, ma che per paura si tengono distanti, sfidando, senza per fortuna riuscire a vincere, il loro destino.

“Perché magari, se ci fossimo abbracciati,
se fossimo rimasti cuore contro cuore per un po’
-anche solo un attimo-
le cose sarebbero andate meglio.”

Ed è proprio questo il succo. Il romanzo insegna ad appoggiarti agli altri, a cercare aiuto e a non affrontare da solo le difficoltà, ti insegna che il dolore diventa meno devastante se lo condividi con qualcuno che ami, che soffre insieme a te. Devo dire che ho apprezzato molto i tempi in cui la scrittrice ha svolto la storia. Molto realistici, un’evoluzione dei sentimenti mai forzata, come in realtà sarebbe nella vita reale. Una lettura mai noiosa, condita di personaggi divertenti e interessanti, ricca di tensione amorosa che non può fare altro che tenerti incollata fino all’ultima pagina. Il romanzo è autoconclusivo, ma non vedo l’ora di leggere i prossimi, il secondo su Daren e il terzo su Jenna, due personaggi che adorerete subito. Non vi svelo altro su questo libro perché è un’avventura che meritate di scoprire pagina dopo pagina, tra lacrime, sospiri, sorrisi e cuori grandi. Non so voi, ma io ogni volta che leggo un romanzo non riesco a non associarvi una canzone, una colonna sonora che mi aiuta a “sentirlo” un po’ più “mio”. Alcuni passaggi li ho infatti riletti col sottofondo di una canzone che trovo perfetta: “Never Let Me Go” dei Florence and the Machine. Ogni mia recensione sarà accompagnata da una “colonna sonora” e spero che questo possa piacervi e che l’ascolto vi scateni gli stessi sentimenti che un libro “Cantato” evoca in me. Buona Lettura!

Perché l’amore non è qualcosa che bisogna dirsi a parole!
È qualcosa che si sa e basta. È una cosa implicita.
Umile, silenziosa, costante…
Quello che voglio dire è che non basta dire “ti amo” a una persona perché diventi vero.
Non è così che funziona.
L’amore vero non ha bisogno di essere dichiarato o confessato.
L’amore vero…esiste a prescindere.”

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Recensione a cura di:

Novalee

Editing a cura di:

Firma-Loveangel

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento