Home » Recensione libri » Recensione: ”L’Agenzia: Venezia” (Soglie Instabili Vol. 2) di Daniela Barisone e Juls SK Vernet

Recensione: ”L’Agenzia: Venezia” (Soglie Instabili Vol. 2) di Daniela Barisone e Juls SK Vernet

Titolo: “L’Agenzia: Venezia”
Autore: Daniela Barisone e Juls SK Vernet
Editore: Lux Lab
Genere: Narrativa Contemporanea
Serie: Soglie Instabili Vol.2
Prezzo Cartaceo: € 13,52
Prezzo Ebook: € 2,99
Asin: B084QL8TSR

Data di pubblicazione: il 7 Marzo 2020

La cosa interessante dell’Agenzia, nonostante non esista e nessuno sappia cosa sia, è che ha le stesse dinamiche di un qualsiasi ufficio del mondo. Tutto nasce, cresce e muore nell’Agenzia, dalla carriera alle amicizie. E anche le relazioni.
Marco Vianello è il Capo della Sicurezza della serenissima Agenzia Venezia ed è alle prese con il suo particolare rituale di corteggiamento per il Capo Chimico Sebastiano Zanet, fatto di caramelle al miele.
Tra le calli di Venezia, passeggiate sul ponte killer Calatrava, strani alberghi diurni spuntati dal niente e vecchie conoscenze in visita nuziale, la relazione tra Marco e Seba sembra procedere verso il meglio.
Quello che non si aspettano, è che la loro realtà venga ribaltata all’improvviso da un’invasione nemica e distrutta per sempre.
O forse no.
Ding. Ding. Ding. Diiiiing. Diiiiing. Diiiiing. Ding. Ding. Ding.

Ben arrivate, Fenici, nella città di Venezia. L’Agenzia e suoi impareggiabili associati vi danno il benvenuto in una delle città più uniche e misteriose d’Italia. Il capoluogo veneto, con le sue calle, i suoi ponti e i suoi monumenti, nasconde segreti al di là di ogni singola aspettativa.

Sebastiano Zanet è uno dei più giovani membri del reparto di chimica dell’Agenzia. Laureatosi precocemente, viene assunto subito come direttore. Il suo talento innato, però, non impedisce a tutti i suoi colleghi, notevolmente più maturi, di considerarlo perennemente come il “piccolo” di casa. Biondo e un po’ minuto, fatica quindi a guadagnarsi la stima dei suoi soci, soprattutto di coloro che lavorano a stretto contatto con lui nei laboratori: Elena Vio e Teresa Furlanetto. Le due donne, veneziane doc, passano il tempo a schernirlo bonariamente, mettendo in imbarazzo il povero ragazzo che da sempre ha una cotta per Marco Vianello, direttore degli agenti attivi sul campo. Il bel Marco, alto, possente e molto attraente, con un matrimonio e un figlio alle spalle, ricambia segretamente i sentimenti di Seba; per non compromettere la sua posizione, però, fa finta di andare a trovare periodicamente la collaboratrice Vio. La loro quotidianità viene tuttavia interrotta da un grosso problema da risolvere. Ma di cosa si occupa questa compagnia? È presto detto. Il suo scopo è quello di fare in modo che la realtà in cui viviamo non collassi. La sede veneziana è solo uno dei tanti punti di riferimento. Le innumerevoli situazioni s’intersecano tra di loro, mantenendosi in un precario equilibrio solo grazie ai tantissimi agenti che, con duro lavoro e dedizione, monitorizzano i punti focali delle soglie conservandone lo status quo. Riusciranno i due protagonisti, tra un evento soprannaturale e l’altro, a cominciare la loro storia d’amore? Di quali incredibili informazioni è in verità depositaria l’Agenzia Venezia?

Ciò che ho adorato di più di questo libro è stata la successione dei dialoghi in dialetto veneto. Ho colto in esso i luoghi comuni che mia nonna veneziana mi soleva dire tutti i giorni, con quella ironia che si può ritrovare nei modi di dire e nelle esclamazioni. La città, con i suoi incanti e i problemi di ogni giorno, ci viene presentata con incredibile fantasia, ma anche con lucida realtà. La storia tra Seba e Marco è iniziata con toni delicati, un po’ romantici, trasformandosi in una passione delirante, espressa all’ennesima potenza, sicuramente forte e preponderante. Mi piacerebbe che, in un testo futuro, venisse eviscerato più a fondo il ruolo dei custodi, con tutto ciò che ne concerne. Ho letto “L’Agenzia: Venezia” tutto d’un soffio e vi dico la verità, ho ricominciato il romanzo dall’inizio per gustarmi meglio tutti i tratti più caratteristici. Al di là della storia d’amore un po’ particolare, consiglio questo libro a una fascia d’età dai quattordici anni in su.

Coraggio fenicette, la città vi aspetta tra un calamaro gigante e una nave fantasma, l’Agenzia Venezia vi proteggerà.

A presto e godetevi la lettura!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: "L’Agenzia: Venezia" Autore: Daniela Barisone e Juls SK Vernet Editore: Lux Lab Genere: Narrativa Contemporanea Serie: Soglie Instabili Vol.2 Prezzo Cartaceo: € 13,52 Prezzo Ebook: € 2,99 Asin: B084QL8TSR Data di pubblicazione: il 7 Marzo 2020 La cosa interessante dell’Agenzia, nonostante non esista e nessuno sappia cosa sia, è che ha le stesse dinamiche di un qualsiasi ufficio del mondo. Tutto nasce, cresce e muore nell’Agenzia, dalla carriera alle amicizie. E anche le relazioni. Marco Vianello è il Capo della Sicurezza della serenissima Agenzia Venezia ed è alle prese con il suo particolare rituale di corteggiamento per il Capo Chimico…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento