Home » Recensione libri » Recensione: La trappola del diavolo Di Sarah MacLean Il riscatto degli illegittimi #1

Recensione: La trappola del diavolo Di Sarah MacLean Il riscatto degli illegittimi #1

La trappola del diavolo
Autore: SARAH MACLEAN
Editore: Harper Collins
Serie: Il riscatto degli illegittimi 1
Grandi Romanzi Storici Special – n. 287
Uscita in edicola: 14 Marzo 2020

 “The Bareknuckle Bastards”
1) Wicked and the Wallflower
2) Brazen and the Beast;
3) Daring and the Duke

Legati da un segreto a cui non possono sfuggire, tre fratelli incontrano le donne capaci di metterli in ginocchio conquistando i loro cuori.

Londra, 1837
Figlio illegittimo di un duca e re delle strade buie di Londra, Devon Culm, conosciuto come Devil, il diavolo, ha speso l’intera vita accumulando potere e denaro solo per realizzare la vendetta nei confronti del padre che ha rifiutato lui e i suoi amati fratelli dopo averli costretti a confrontarsi in un gioco crudele. L’incontro con la brillante e originale Lady Felicity Faircloth, una volta beniamina del ton e ora ostracizzata a causa di uno scandalo, è la perfetta occasione per realizzare finalmente i suoi piani. Devil dovrà solo trasformare quell’innocuo topolino in un’irresistibile tentatrice, e la trappola sarà pronta. A cascarci, tuttavia, non sarà il suo nemico.

possibili spoiler

Bentornate fenici!

Oggi ho il piacere di recensire per voi La trappola del diavolo, primo volume della serie Il riscatto degli illegittimi di Sarah MacLean, edito dalla casa editrice HarperCollins Italia nella collana I grandi romanzi storici special.

Premetto che ho avuto già modo di apprezzare il brio della MacLean in un’altra serie, la Love By Numbers, di cui vi consiglio caldamente la lettura, e quindi ero consapevole che sarei andata sul sicuro, almeno per quanto concerne lo stile narrativo. A farmi sorgere qualche dubbio è stato, tuttavia, l’incipit, con il quale la MacLean ci trasporta nel mondo che ha creato, presentandoci i protagonisti della serie e le loro storie.

Ebbene, con molta molta titubanza, ho accettato che l’autrice ci presentasse tre fratelli, nati nello sesso giorno, alla stessa ora ma da tre donne diverse, tutti figli dello stesso duca crudele, il cui unico desiderio è quello di ottenere qualcosa non acquistabile con il denaro: un erede. Se già non fosse abbastanza, nel medesimo giorno la duchessa dà alla luce anche una bambina, figlia di uomo diverso dal duca, ma formalmente l’unica che il ton avrebbe creduto legittima, senza tuttavia poter essere considerata un erede utile, in quanto donna.

È da questa stramba premessa che ha inizio la storia dei tre figli bastardi, Devon (Devil), Whit (Beast), Ewan (Duca di Marwick) e della donna che chiamano sorella, Dahlia (in realtà Grace). Grazie a un piccolo flashback e a qualche dialogo, scopriamo qualcosa sulla loro infanzia: apprendiamo che è Ewan a cedere alle orribili richieste del padre, conquistando il titolo di duca di Marwick, mentre gli altri bambini sono costretti a scappare per salvarsi, inclusa la giovane Grace che Ewan sembra considerare più di una semplice sorella. Ma le informazioni fornite sono davvero poche.

Ad eccezione di qualche raro scorcio sul passato, la narrazione è al presente, ossia ambientata nell’Inghilterra del 1837 e ci racconta la storia del primo dei tre fratelli illegittimi, Devon Culm, meglio noto come Devil, re dei quartieri più malfamati di Londra.

Ciò che è successo a Devil e i suoi fratelli ha spinto il ragazzo ad accumulare potere e denaro, pur di vendicarsi del padre e impedire al suo fratellastro Ewan di avere ciò che il padre ha profondamente desiderato: un erede legittimo. Nell’attuare i suoi piani incontrerà un ostacolo bellissimo, Lady Felicity Faircloth, una giovane aristocratica che ha perso i favori del ton a causa di uno scandalo. La ragazza diventerà l’arma che Devil tenterà di scagliare contro il nuovo duca di Marwick, senza sapere che il rischio di restare feriti è altissimo, sia per lui che per l’estroversa Felicity.

Anche in questa occasione l’autrice ha scelto di creare una protagonista femminile dai comportamenti inconsueti e sicuramente originali, se rapportati alle abitudini dell’epoca, ma in grado di dare alla trama un tocco innovativo, senza risultare del tutto incoerente. Lady Faircloth è una donna brillante, forse un po’ troppo desiderosa, almeno all’inizio, di tornare a far parte del dorato, ma estremamente finto, mondo dell’aristocrazia inglese. È una donna considerata ormai troppo matura per poter trovare marito, oltre che fuori dal comune per la sua abilità di forzare qualsiasi tipo di serratura. Sarà proprio la sua insicurezza a farla cadere nelle grinfie di Devil, il cui intento è di approfittare della situazione della povera ragazza per attuare la sua vendetta.

Devo ammettere che il personaggio di Felicity mi ha fatto inizialmente molta tenerezza ma ho capito, sin dal loro primo incontro, che Devon sarebbe stato il compagno perfetto per lei: l’oscurità che incontra la luce. Felicity si rivela una protagonista forte e mi è piaciuta tanto, al pari di Grace, divenuta proprietaria di un bordello per sole donne. Non vedo l’ora di scoprire come si evolverà il rapporto tra lei e l’odioso Ewan.

La storia è un po’ lenta all’inizio ma si riprende alla grande con lo scorrere delle pagine, quindi, se amate i romance storici poco convenzionali, non potete assolutamente perdervi questa serie, e le altre, di questa fantastica autrice. Ne leggerete delle belle!

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento