Home » Spazio bimbi. Crescendo con i libri, i cartoni e il film e telefilm » Recensione: “La tigre nel pozzo” #3 Sally Lockhart di Philip Pullmann

Recensione: “La tigre nel pozzo” #3 Sally Lockhart di Philip Pullmann

 

 

 

Autore: Philip Pullman

Editore: Salani

Genere: Avventura

Formato: cartaceo elettronico

Pagine: 414

Prezzo: 9.18/6.99

Età dagli 11 anni

 

 

Sembra un incubo ciò che sta accadendo a Sally Lockhart, già protagonista di “Il rubino di fumo” e “L’ombra del nord”: credeva di aver trovato la serenità, quando ha ricevuto un’ingiunzione legale da uno sconosciuto che sostiene di essere suo marito e il padre della sua bambina. A nulla serve difendersi con le armi della legalità e Sally fugge con la figlia, cercando di scoprire il perché di tanto accanimento. Viene così in contatto con la Londra dei quartieri più poveri e con le organizzazioni socialiste che combattono la miseria, ma anche con lo sfruttamento ai danni degli immigrati ebrei sfuggiti ai pogrom e sui quali si accanisce un onnipotente persecutore. Età di lettura: da 10 anni.

 

 

Ultimo appuntamento con questa bellissima protagonista di mille avventure ed indagini. Dei tre libri è forse il più duro ed il più maturo, e porta il lettore ad una crescita di pensiero e di idee non indifferente. Abituata ad avere sempre nemici dietro l’angolo stavolta la nostra eroina dovrà combattere non solo per se stessa, ma soprattutto per la sua bella bambina frutto del legame con il giovane fotografo Fred, perito troppo presto nel secondo volume della storia L’Ombra del nord. Il nemico è invisibile e per questo ancora più temibile e pericoloso, nonché spietato; conosce bene Sally e intorno a lei fa terra bruciata togliendole tutto dalla libertà ai mezzi materiali per sopravvivere.

Naturalmente questa situazione che avrebbe gettato chiunque nella disperazione non fa che acuire le celluline grige di Sally che, con l’aiuto dei pochi amici rimastigli, inizia ad indagare per scoprire chi la sta perseguitando, e per farlo, entrerà in contatto con gli strati più bassi e poveri della Londra Vittoriana. Gente che vive all’ombra delle grandi fabbriche e non beneficia del benessere e del lavoro che esse portano, ma galleggia letteralmente sugli scarti del mondo di sopra. Denuncia sociale molto dura questa di Pullman che sfrutta le pagine di un romanzo per ragazzi, per far pensare alle ingiustizie e alle sporcizie di chi ha i soldi e comanda.

Si chiude il grande cerchio della storia quando Sally scoprirà chi c’è dietro non solo a quello che le è successo, ma anche dietro a tutte le brutture con le quali è entrata in contatto: un mostruoso burattinaio che tira i fili e li spezza a suo piacimento.

Nell’appassionante finale che risucchia il lettore come un vortice inarrestabile, c’è il meraviglioso monologo di Sally ormai di fronte al suo nemico: una filippica spietata ed inarrestabile sui nostri difetti e sulla cecità con la quale guardiamo i problemi della società che sono sempre colpa dell’altro. Molto, molto forte.

Non perdete perciò questo ultimo appuntamento con Sally e le sue avventure, non rimarrete sicuramente delusi.

Aspettiamo con ansia anche in Italia o in streaming la serie tratta dalle avventure di Sally Lockart prodotta dalla BBC !

Serie Sally Lockhart:

Il rubino di fumo (#1 Sally Lockhart)

L’ombra del nord (#2 Sally Lockhart)

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
      Autore: Philip Pullman Editore: Salani Genere: Avventura Formato: cartaceo elettronico Pagine: 414 Prezzo: 9.18/6.99 Età dagli 11 anni     Sembra un incubo ciò che sta accadendo a Sally Lockhart, già protagonista di "Il rubino di fumo" e "L'ombra del nord": credeva di aver trovato la serenità, quando ha ricevuto un'ingiunzione legale da uno sconosciuto che sostiene di essere suo marito e il padre della sua bambina. A nulla serve difendersi con le armi della legalità e Sally fugge con la figlia, cercando di scoprire il perché di tanto accanimento. Viene così in contatto con la Londra…

Score

5

5

Conclusione : 5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

StaffRFS