Home » Recensione libri » Recensione: La piccola farmacia letteraria di Elena Molini

Recensione: La piccola farmacia letteraria di Elena Molini

Titolo: La piccola farmacia letteraria
Autore: Elena Molini
Genere: Narrativa
Editore: Mondadori

Data di uscita: Gennaio 2020

 

A volte il treno dei sogni passa prima che tu riesca a raggiungere la stazione. Allora hai due possibilità: guardarlo andare via per sempre, oppure percorrere quel binario a piedi e continuare a rincorrere i tuoi desideri. E così decide di fare Blu Rocchini – sì, proprio Blu, come il colore -, che vive a Firenze insieme ad altre tre ragazze, tutte più o meno trentenni, tutte più o meno alle prese con una vita sentimentale complicata. Blu ha un sogno: lavorare nel mondo dei libri. Ci ha provato con una breve esperienza in una casa editrice specializzata e, ancora, in una grossa catena di librerie. Poi la decisione: aprire una libreria tutta sua.

Ma la vita è difficile per una piccola libreria indipendente… finché Blu ha un’intuizione: trasformare i libri in “farmaci”, con tanto di indicazioni terapeutiche e posologia, per curare l’anima delle persone. Nasce così la Piccola Farmacia Letteraria, che si rivela subito un grandissimo successo. Peccato che ora Blu abbia altro per la testa: come fare a ritrovare il meraviglioso ragazzo che sembra uscito dalle pagine del “Grande Gatsby” e con cui ha trascorso una serata indimenticabile, ma al quale non ha chiesto il numero di telefono? Blu scoprirà che i sogni, a volte, sono molto più vicini di quanto si possa immaginare. Basta saperli riconoscere.

Care Lettrici e Lettori sono oggi qui con voi, in questo periodo poco positivo, a proporvi un libro sorprendente e magico, per chi si riflette nella spettacolare espressione “respiratore di libri” (cit. l’autrice Elena Molini). Il libro in questione si intitola la piccola farmacia letteraria e racconta una storia vera unita a qualche tocco surrealista che non guasta. La trama è autobiografica, difatti questa libreria esiste, e vi invito, superato questo periodo, di visitarla a Firenze, cosa che sicuramente farò io.
La protagonista di questa storia si chiama Blu, come il colore, ed è una donna che ha dei sogni, desideri come tutte noi, a cui la vita non ha sempre sorriso. Blu vive in un appartamento con delle amiche e un gatto, ha fatto parecchi lavori, più o meno significativi, prima di creare una piccola libreria come tante, un sogno realizzato. Ma come sappiamo, le librerie oggi giorno hanno vita difficile, principalmente sopravvivono nelle grandi catene che troviamo nelle grandi città e per tutto il resto c’è Amazon. La nostra protagonista ha lavorato anch’essa in una di queste catene librarie, e devo dire che avendoci lavorato anch’io per un certo periodo, mi sono immedesimata. Molti di noi respiratori di libri hanno sognato di lavorare in libreria, e per chi c’è riuscito sa perfettamente che non è un mondo magico, ma un luogo infernale, dove non si consigliano i libri che hanno avuto un significato importante per noi, ma si deve vendere, questo è l’obiettivo, come se fossero un paio di scarpe.
Pazienza se a noi il libro non è affatto piaciuto o non lo abbiamo neanche letto, esso deve essere venduto in determinate quantità o sono cavoli amari.
Blu, invece, vuole una libreria diversa, che possa aiutare e ispirare il lettore, ed è per questo che un giorno un aitante ragazzo lancia il fatidico seme dell’idea, e Blu lo raccoglie all’istante, e dalla quasi bancarotta passa al successo. Ogni libro contiene un bugiardino, come in farmacia, con consigli e prescrizioni. L’idea ben presto si trasforma in un evento eccezionale e le cose belle chiamano cose belle, sarà un cliché ma quando la vita inizia a sorridere l’energia positiva gira, basta accoglierla senza respingerla, e così anche l’amore fa la sua comparsa.
Quando sei abituata alle batoste sei sempre diffidente con la felicità, è come qualcuno che ti piace da morire ma che frequenti da troppo poco tempo per poterti fidare fino in fondo.
Questo romanzo non vuole impartire lezioni di vita a nessuno, non è espressamente un libro da “riprendi in mano la tua vita” come va di moda, di certo non è nemmeno un romanzo d’amore ma è una storia che vuole far sorridere, ridere addirittura, dove l’amicizia ha un ruolo di primordine. Mi è piaciuta tanto questa Blu, in lei rivedevo molte cose di me, anche gli attacchi d’ansia, ma soprattutto l’amicizia e la lealtà verso quest’ultimi. Tra i personaggi citati c’è Carolina, l’amica materna che ha sempre parole gentili da regalarti, meglio di un buon vino con annesso un ottimo fritto misto, e spero che ognuno di voi abbia questo tipo di amica, io ce l’ho e mi sento molto fortunata.
Quando siete felici, fateci caso.
Se dovessi applicare il sistema della farmacia letteraria per questo libro direi che è indicato per chi ha bisogno di sorridere e fa fatica, per chi ha bisogno di sapere che l’empatia e l’emotività non sono spade di Damocle, ma sono cavalli di battaglia e grandi pilastri a cui fare affidamento. È un libro adatto a chi si sente depresso, o per chi pensa di essere stato dimenticato dal mondo o semplicemente per chi ha voglia di leggere qualcosa di diverso dal solito.
Vi avviso che l’autrice consiglia molti libri di diverso genere, e non so se leggerà mai questa mia recensione, ma voglio ringraziarla per la sua semplicità, il suo umorismo e per aver consigliato, tra i vari libri, Zia Mame (romanzo di Patrick Dennis), un classico esempio di libro antidepressivo, che da brava bibliotecaria consiglio sempre a tutti. Anche per questo ho capito che il suo libro è meraviglioso e importante per molte di noi con sogni simili.

Però vedi tesoro, in questa città non conta cosa sai fare, ma a chi puoi arrivare, e grazie al cielo io posso arrivare a un sacco di gente. (cit. Patrick Dennis, Zia Mame)

So che molte di voi vogliono la storia d’amore, anzi la pretendono, e tranquille c’è, ma raccontata con un certo grado di originalità. A un certo punto la storia si trasforma in un quasi giallo con qualche rimembranza alla Beautiful Mind che portano la protagonista sulla strada dell’amore, ma basta spoiler, questa parte non può assolutamente essere raccontata, va letta e ben gustata. E con questo vi ringrazio e vi auguro buona lettura.

Recensore per un giorno Luana

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento