Home » Recensione libri » Recensione: “La gemella bugiarda” di Valerie Keogh

Recensione: “La gemella bugiarda” di Valerie Keogh

TITOLO: La gemella bugiarda
AUTORE: Valerie Keogh
EDITORE: Newton Compton Editori
COLLANA: Nuova narrativa Newton
GENERE: Thriller e Suspense
PAGINE: 320
PREZZO: €9,90 (Cartaceo), €3,99 (eBook)
DATA DI PUBBLICAZIONE EBOOK: 16 Aprile 2020
DATA PUBBLICAZIONE CARTACEO: 14 Maggio 2020

Ogni lunedì, da quindici anni, Tia riceve una lettera da sua sorella. Una busta bianca, sempre uguale, in cui sono meticolosamente annotate tutte le confessioni, i segreti e i pensieri di Ellie, la gemella che Tia non vede da quando erano piccole. E così, le ombre che si celano dietro la brillante vita di sua sorella prendono forma lettera dopo lettera: il terribile segreto che Ellie ha nascosto a suo marito, le bugie che racconta a sé stessa per riuscire a dormire, il sogno di poter avere finalmente un figlio… Le gemelle hanno un legame bizzarro e indissolubile, anche se dopo la morte dei genitori sono state separate e hanno preso strade diverse. E adesso che Tia ha bisogno di aiuto, Ellie è l’unica che può fare qualcosa. Come potrebbe voltarle le spalle, dopo che per anni le ha rivelato tutti i suoi segreti più inconfessabili? E perché alla fine dei messaggi di Ellie c’è sempre la stessa richiesta: «Non dimenticare di bruciare questa lettera»?

Io mi sento più come un coniglietto bloccato in un’enorme trappola. Più si muove e più la trappola si stringe.” (Tratto dal libro)

Ciao a tutti, amanti della lettura!

Segreti e bugie sono il filo conduttore de La gemella bugiarda, thriller psicologico dove la matassa di menzogne intessuta dai personaggi, crea una rete a maglia finissima che finisce per intrappolare i suoi stessi creatori come pesci catturati da una rezza.

Al centro della storia c’è un triangolo formato da Ellie, Will e Tia.

Ellie è sposata con Will Amstrong, è una donna bellissima e brillante che ricopre una posizione di rilievo in un’azienda di prestigio. Fin dal loro primo incontro, la donna è stata chiara col futuro marito sulle sue aspirazioni di carriera e lui – che si è innamorato di lei dal primo istante– non l’ha mai ostacolata. La coppia conduce un’esistenza felice resa un po’ malinconica solo dall’assenza di un figlio che l’uomo desidera disperatamente. La donna però ha sempre taciuto al compagno un triste segreto che sconvolgerà il loro equilibrio nel momento in cui sarà scoperto. Non solo… c’è anche un’altra informazione che ha celato al marito: la sorella di cui parla raramente, e che alloggia in un istituto per persone “con esigenze speciali”, è la sua gemella identica!

Quando Ellie riceve una lettera dal Saint Germain con la comunicazione che la struttura chiuderà entro tre mesi, decide – più per induzione dal marito che per reale convinzione – di accogliere Tia in casa e da quel momento saranno cavoli amari per tutti…

Vorrei potermi unire ai cori entusiastici che hanno accolto questo romanzo, ma mi è impossibile. Nel momento in cui la gemella s’insinua nella vita dei coniugi Amstrong, ho iniziato ad avvertire le prime inquietanti avvisaglie di un Dejà Vu; il tema che si sviluppa intorno al fulcro dei fratelli gemelli mi ricorda un vecchio film del 1997 dal titolo La metà ignota. Nel film assistiamo alla storia di due gemelli separati da piccoli a seguito della morte dei genitori e che vivono due vite opposte: uno diventa un uomo di successo l’altro uno psicopatico. Nel libro leggiamo la storia di due gemelle che vivono separate da quando sono piccole: una diventa una brillante donna con un ottimo lavoro e un marito innamoratissimo, l’altra conduce una triste esistenza in un istituto, riceve sporadiche visite da parte del suo ex tutore Adam e lettere settimanali dalla sorella che però le chiede di bruciarle dopo averle lette.

Tra le due storie ci sono poi differenze sostanziali di sviluppo e di trama, eppure durante la lettura del libro mi ha sempre tormentato la sensazione di sapere già cosa sarebbe successo e non riuscivo a fare a meno di pensare: Speriamo di no!

Passata abbondantemente la metà del libro inizia l’intreccio thriller vero e proprio, ma si sviluppa in maniera molto veloce e pressoché scontata pertanto l’epilogo non sorprende né tanto meno sconvolge. Peccato!

Nel bilancio finale, il personaggio che considero più negativo è Will, un uomo che – seppur mosso da un grande desiderio umanamente comprensibile – trascina la propria compagna in una rete di bugie che gli si ritorceranno contro, solo che non ne avrà nessuna percezione. L’uomo pagherà lo scotto peggiore per le sue azioni, senza però rendersene conto e arrovellandosi in un lacerante senso di colpa inutile e certamente poco tempestivo. Per convincere moglie a inerpicarsi in un sentiero pieno di rovi, punta il dito sul senso di colpa della donna e gioca sul suo senso d’inadeguatezza accrescendo quel sentimento d’inferiorità che già la dilania, ma che nessuna donna dovrebbe essere costretta a provare.

L’uomo si concentra troppo su ciò che desidera, compiendo il grande errore di accantonare o archiviare come lamentele esagerate quelle che in realtà sono richieste di aiuto da parte della moglie. Assorbito dal raggiungimento del suo scopo, non vede il male che sta arrecando alla donna che ama e indirettamente a se stesso.

C’è un momento in cui Will sembra avere le giuste percezioni….eppure tutto finisce in una bolla di sapone.

Questo è il primo romanzo dell’autrice – la pubblicazione del testo originale risale al 2008 – ed è il primo a essere pubblicato in edizione italiana. Personalmente non sviluppo mai un giudizio definitivo su un autore basandomi su un singolo libro letto, non è giusto e sarebbe pretestuoso. La scrittura è indubbiamente interessante, la storia è fluida e si lascia leggere in modo piacevole. I contenuti in sé sono interessanti e avrebbero potuto dare origine a un bell’intreccio se non fosse per la poca suspense e la scarsa originalità.

Io amo i thriller a 360° – nella mia selezione di letture deve essere sempre presente almeno un thriller – per questo ho scelto di leggere questo romanzo. Non mi ha soddisfatto, ma non mi abbatto perché non sarà il primo libro del genere che leggerò né sarà l’ultimo, tanto meno è l’unico libro di Valerie Keogh che mi capiterà tra le mani. Tutt’altro, spesso è proprio una storia poco convincente a spingermi a spulciare la produzione di un autore.

D’altra parte una rondine non fa primavera, non siete d’accordo?

 

 

TITOLO: La gemella bugiarda AUTORE: Valerie Keogh EDITORE: Newton Compton Editori COLLANA: Nuova narrativa Newton GENERE: Thriller e Suspense PAGINE: 320 PREZZO: €9,90 (Cartaceo), €3,99 (eBook) DATA DI PUBBLICAZIONE EBOOK: 16 Aprile 2020 DATA PUBBLICAZIONE CARTACEO: 14 Maggio 2020 Ogni lunedì, da quindici anni, Tia riceve una lettera da sua sorella. Una busta bianca, sempre uguale, in cui sono meticolosamente annotate tutte le confessioni, i segreti e i pensieri di Ellie, la gemella che Tia non vede da quando erano piccole. E così, le ombre che si celano dietro la brillante vita di sua sorella prendono forma lettera dopo lettera:…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento